Zucchina ripiena di riso venere al tofu e pesto di rucola

0
204
zucchina ripiena, tofu, Zucchina ripiena di riso venere, tofu e pesto, ricetta, naturicetta

La proposta di oggi è un ottimo piatto vegetale, o se preferite, vegan, sfizioso, leggero e bello da vedere. Come potete vedere la ricetta della zucchina ripiena di riso venere al tofu e pesto di rucola e mandorle è semplice da preparare e ricca di elementi nutrizionali. Si tratta di un piatto equilibrato grazie alla presenza di carboidrati complessi (riso venere, un riso integrale ricco dal punto di vista nutrizionale), legumi (tofu) e verdure. Insomma una naturicetta sana e gustosa che vi consigliamo di provare.

Ingredienti per 4 persone

  • 4 zucchine tonde
  • 200 g di riso venere
  • 150 g di tofu
  • 5/6 pomodorini
  • 100 g di rucola
  • mandorle (due manciate)
  • 1 limone biologico
  • olio extravergine d’oliva
  • sale marino integrale
  • pepe

Preparazione della zucchina ripiena

Tagliate l’estremità di ogni zucchina e svuotatene l’interno aiutandovi con un cucchiaio; la polpa potrete utilizzarla in un secondo momento per una minestra di verdure. Disponetele su una teglia, conditele con olio extravergine d’oliva, sale e pepe e infornatele per una ventina di minuti a 180/200° C (comunque fino a cottura).

Tagliate il tofu a piccoli dadini e fatelo marinare con dell’olio, sale, pepe, il succo di mezzo limone e la scorza grattugiata finemente.

Cuocete il riso venere in acqua bollente leggermente salata per il tempo indicato sulla confezione, quindi scolatelo e trasferitelo in una ciotola.

Preparate il pesto inserendo in un mixer la rucola, le mandorle, un pizzico di sale: triturate il tutto e quindi aggiungete a filo dell’olio extravergine d’oliva fino ad ottenere una consistenza cremosa; aggiustate di sale se necessario e completate con una macinata di pepe.

Mescolate il riso con il tofu e il pesto, infine aggiungete i pomodorini tagliati finemente. Riempite le zucchine e servitele tiepide.

Il nostro consiglio per la scelta degli ingredienti

La nostra raccomandazione è di scegliere accuratamente gli ingredienti dei vostri piatti, privilegiando prodotti di qualità. Vi esortiamo a privilegiare prodotti del territorio, possibilmente biologici, o comunque non trattati con pesticidi. Per quanto riguarda in particolare il tofu, trattandosi di un alimento a base di soia, verificate, nel caso non si tratti di prodotto biologico, che sulla confezione sia esplicitamente dichiarato dal produttore Soia NON OGM. Attenzione anche alla scelta dell’olio: un olio biologico di qualità non può costare troppo poco.

Ti può interessare anche: Tofu e verdure al salto

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.