Lo zucchero fa male. Una polvere bianca che crea dipendenza

…e si trova in abbondanza ovunque. Prendiamo a prestito questa frase dalla quarta di copertina di un interessante libro di Edizioni  Il Punto di Incontro intitolato “KIller Sugar“. Sottotitolo: L’amara verità. Perchè la passione per i dolci può ucciderci. Gli autori sono la dottoressa Nancy Appleton e lo scrittore G.N.Jacobs, gli stessi autori di Killer Coca Cola.

Un esauriente libro che denuncia in modo molto diretto come lo zucchero, anni fa considerato solo correlato a problemi di peso o carie, sia oggi collegato (da riscontri scientifici) anche a gravi patologie come il cancro, la demenza, l’ipoglicemia, l‘obesità,l’epilessia, giusto per citarne alcune.
Non solo: si tratta di un alimento subdolo, che crea dipendenza proprio come una droga, e nel tempo crea decine e decine di “effetti collaterali“, diventando la causa diretta o indiretta di semplici malesseri o gravi patologie.

La dipendenza da zucchero inizia dall’infanzia: come perderla?

Fin da bambini subiamo influssi e fascino di una pubblicità che ci convince della bontà e dell’innocuità di tutto ciò che è dolce, per cui non ci rendiamo conto dei reali danni a cui il nostro organismo, giorno per giorno viene sottoposto. Sebbene medici ed esperti di alimentazione concordino che “poco zucchero è bene, niente è meglio” e che  l’ideale sarebbe eliminarlo dalla nostra alimentazione, la sua eliminazione non è per niente semplice, in quanto lo zucchero bianco è spesso usato come ingrediente, o meglio, come additivo a basso costo in molti cibi e preparazioni alimentari. E così un’alternativa è quella di limitarne l’assunzione ad una dose ragionevole. Per farlo la dott.ssa Appleton suggerisce nel libro 3 programmi alimentari, mirati ad eliminare la dipendenza da zucchero. A questo proposito riportiamo una dichiarazione (reperita nel libro Killer Sugar) del dott. Linus Pauling, nobel per la chimica, ricercatore ed autore di testi  scientifici: “Se dovessi eliminare qualcosa dalla mia dieta, sarebbe lo zucchero“.  Oltre al programma alimentare tra i consigli c’è quello di non tentare di smettere di colpo perchè si sarebbe perdenti: i sintomi dell’astinenza possono essere intollerabili. Meglio uscirne per gradi iniziando a dimezzare l’apporto di zucchero da qualunque fonte provenga, aiutandosi evitando di comprare alimenti che ne contengono in quantità.

20 dei 140 modi in cui lo zucchero ti rovina la salute

Su “Killer Sugar” troviamo nel secondo inquietante – ma tristemente vero – capitolo, la classificazione di ben 140 motivi per cui lo zucchero fa male, attinti dall’autrice da fonti scientifiche come il bollettino medico di Harvard “Healthbeat”. Di ognuna delle 140 affermazioni – che nel frattempo sul sito dell’autrice aumentano – è documentata la fonte. Ne citiamo alcuni prese qua e là nella lunga lista.

  1. Può inibire il sistema immunitario
  2. Perturba i rapporti tra i minerali nell’organismo
  3. Può causare nei bambini iperattività, ansia, incapacità di concentrarsi e irritabilità
  4. Può provocare ipoglicemia
  5. Può portare all’obesità
  6. Può causare calcoli biliari
  7. Può causare cardiopatie
  8. Può contribuire all’osteoporosi
  9. Aumenta l’acidità della saliva
  10. Può diminuire la quantità di vitamina E nel sangue
  11. L’assunzione di zucchero è associata  allo sviluppo del morbo di Parkinson
  12. Può innalzare il livelli glicemici del sangue molto più di quanto possano fare i carboidrati complessi in un test di tolleranza al glucosio
  13. Può contribuire al morbo di Alzheimer
  14. Favorisce la produzione di radicali liberi e lo stress ossidativo [terreno per invecchiamento precoce e molte malattie]
  15. Può ridurre la stabilità emotiva
  16. Causa la  stipsi
  17. Può aumentare il rischio di cancro allo stomaco
  18. Può causare la sindrome metabolica
  19. Può causare spossatezza, malumore, nervosismo e depressione
  20. Provoca infiammazioni

Se non vi è stato sufficiente questo “assaggio” vi consigliamo di procurarvi il libro e di leggere il resto della lista con le relative fonti di tutte le 140 dichiarazioni, che in sostanza affermano che lo zucchero è la causa p la probabile causa di un’ampia gamma di disagi, malesseri, malattie e patologie croniche anche gravi.

Altri spunti, riflessioni e provocazioni sullo zucchero

Ciò che lo zucchero può fare al glucosio nel sangue non ha nulla di dolce: senza entrare nel merito delle spiegazioni di questa affermazione, titolo di un intero capitolo, diciamo che i due consigli che ne derivano sono da una parte – ciò che noi di benesserecorpomente sosteniamo da sempre – di mangiare cereali integrali (e biologici), e dall’altra – per quanto concerne i carboidarti – di preferire  quelli  che contengono meno zucchero. Dove si nasconde lo zucchero? Dappertutto. Il discorso è lungo e lo affronteremo in un articolo dedicato. In Killer Sugar il capitolo “Lo zucchero e il cibo che mangiamo” dedica un approfondimento a questo interessante tema che in estrema sintesi porta a diffidare – ahimè – dei prodotti lavorati dall’industria (la maggior parte dei prodotti confezionati) ed alla necessità di leggere e saper leggere le etichette, per riconoscere che i nomi di alcuni ingredienti nascondo di nuovo lo zucchero, o sue elaborazioni anche ben peggiori.

Conclusioni dolci e amare

KIller Sugar è un avvincente viaggio nei danni provocati dallo zucchero che se da una parte scuote, dall’altra ci dà suggerimenti e strumenti per iniziare un percorso di liberazione dalla dipendenza da questo subdolo ingrediente, il cui consumo pro-capite è aumentato esponenzialmente nel corso degli ultimi 100 anni.
Un periodo brevissimo se paragonato alla storia dell’uomo.
Salute o malattia: a voi la scelta.

Altre info sul sito dell’autrice “Nancy Appleton

 

Killer Sugar - L'Amara Verità Nancy Appleton G. N. Jacobs Killer Sugar – L’Amara Verità

Perché la passione per i dolci può ucciderci

Nancy Appleton, G. N. Jacobs

Compralo su il Giardino dei Libri

 

 

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Claudio Monteverdi
Naturopata, esperto di alimentazione naturale, rimedi naturali, floriterapia ed altre tecniche per il benessere. Convinto sostenitore dell'approccio olistico e del vivere etico e sostenibile. Fondatore e direttore del portale BenessereCorpoMente.it
Contatti
Email: claudio@benesserecorpomente.it
Telefono: +393484753274
Website: https://www.benesserecorpomente.it
Twitter: @claudiomontev
Facebook: https://www.facebook.com/claudio.monteverdi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su