Zucchero di cocco proprietà, usi e consigli per usarlo al meglio

zucchero di cocco, coconut shugar, zucchero di cocco bio, zucchero integrale di cocco, zucchero di cocco integrale

Cos’è

Zucchero di cocco: come dice il suo nome si tratta di un dolcificante naturale ottenuto dalla palma da cocco (Cocos nucifera); è privo di glutine ed ha un basso indice glicemico grazie alla presenza di una fibra, inulina, che rallenta l’assorbimento del glucosio.

Si ottiene dalla linfa dei boccioli dei fiori della palma da cocco. I paesi maggiori produttori di questo dolcificante sono le Filippine e l’Indonesia. Proprio nelle regioni del Sud/Sud Est asiatico, lo zucchero di cocco è usato da migliaia di anni come dolcificante tradizionale.

Il dolcificante più sostenibile

L’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite lo ritiene il dolcificante più sostenibile del pianeta. Il suo sapore ed anche il suo aspetto sono molto simili a quelli dello zucchero di canna integrale.

Zucchero di cocco: come si ottiene

Quando la palma da cocco è matura, la linfa converte le sue riserve di amido in zucchero per la crescita dei fiori, questi vengono incisi e il succo al loro interno viene raccolto da esperti agricoltori che si arrampicano in cima agli alberi.

La linfa dopo essere stata estratta, viene fatta evaporare finché non raggiunge una consistenza solida. Si ottengono cosi dei panetti di zucchero di cocco, da cui poi si ricava lo zucchero in polvere.

Mantiene le sue proprietà nutrizionali anche dopo la lavorazione

Questo alimento è adatto anche per chi segue un regime alimentare crudista/raw. Infatti l’evaporazione della linfa viene ottenuta a temperature inferiori a 40° C. Per questo motivo questo zucchero può essere definito crudo o raw. Si tratta quindi di un prodotto non raffinato che conserva gran parte delle sue sostanze nutritive.

Ne consegue che per trarre beneficio dai suoi micro e macronutrienti è preferibile consumarlo in ricette che non hanno bisogno della cottura.

Meglio dello zucchero bianco

Come probabilmente già sapete, lo zucchero bianco subisce un serie di processi di lavorazione industriale. Infatti durante la lavorazione viene:

  • depurato con calce
  • trattato con anidride carbonica e acido solforoso
  • cotto
  • raffreddato
  • cristallizzato
  • centrifugato
  • filtrato
  • decolorato con carbone animale
  • colorato con coloranti

Proprietà

Lo zucchero di cocco contiene sedici amminoacidi, quello presente in maggior quantità è la glutammina. Gli aminoacidi sono essenziali per il metabolismo umano e per mantenere l’organismo in buona salute.  Inoltre, contiene diversi minerali importanti tra cui ferro, magnesio, potassio e zinco. Tra le vitamine: la B1, la B2, la B3 e la vitamina C.

Per quanto concerne gli zuccheri, la componente principale dello zucchero di cocco è il saccarosio (oltre il 70%), a sua volta composto da glucosio e fruttosio, oltre a glucosio e fruttosio.

Le calorie dello zucchero di cocco

Va da sé che lo zucchero di cocco a livello calorico è molto simile allo zucchero bianco. La principale differenza starebbe nell’indice glicemico dello zucchero di cocco, inferiore rispetto a quello dello zucchero normale, e la presenza di molti altri nutrienti, inesistenti nello zucchero bianco o in altri dolcificanti raffinati dall’industria.

Un alimento naturale

A suo favore c’è che lo zucchero di cocco è un vero alimento naturale ed integrale in quanto

  • proviene da coltivazioni biologiche
  • non contiene sostanze chimiche
  • è senza additivi
  • non contiene conservanti né aromi artificiali o coloranti
  • non viene sottoposto a cottura.

Come utilizzarlo

Lo zucchero di cocco può essere un buon sostituto dello zucchero bianco o di altri tipi di zucchero raffinato, da usare come dolcificante nelle bevande come tè e caffè.

Inoltre, è ottimo da utilizzare in cucina per la preparazione di dolci. Può essere utilizzato anche per preparare dolci vegan e crudisti. Il suo sapore è molto simile a quello dello zucchero di canna.

Riassumendo: pregi e difetti dello zucchero di cocco

Lo zucchero di cocco piace e ci piace. Se paragonato allo zucchero bianco è sicuramente da preferire per i seguenti motivi

  • Alto contenuto di sostanze nutritive
  • Indice glicemico più basso rispetto allo zucchero
  • Prodotto più naturale e meno lavorato (non sbiancato, senza conservanti)
  • Sostenibile

È comunque un dolcificante e contiene fruttosio. Come abbiamo visto, contiene saccarosio in alta percentuale, composto in parte da fruttosio. Il fruttosio, se consumato in eccesso, può essere concausa di patologie la sindrome metabolica, l’obesità, il diabete.

Ciò significa che, lo zucchero di cocco è un ottimo alimento, più nutriente di altri zuccheri raffinati, ma come tutti gli altri zuccheri va usato con moderazione.

Dove acquistare lo zucchero di cocco

È reperibile nei negozi e nelle botteghe di alimenti naturali e biologici, o anche online. Noi abbiamo scelto lo zucchero di cocco di Forlive, un’azienda che conosciamo e di cui ci fidiamo, proprio perché sappiamo con quale cura seleziona i suoi prodotti.

zucchero di cocco, zucchero di cocco bio, zucchero di cocco integrale, zucchero forlive, dolcificante naturale

Zucchero di cocco Bio Forlive

Leggiamo insieme l’etichetta del prodotto proposto da Forlive:

Ingredienti

100% zucchero di cocco da agricoltura biologica

Origine materia prima

Filippine

Luogo di provenienza

Italia

Puoi acquistarlo qui sul sito Forlive oppure cliccando sulla foto sopra.

Bibliografia

FNRI Food Nutrition Research Insititute, Nutritional and health benefits of coconut sap sugar/syrup

Healthline.com, Coconut Sugar: a Healthy Sugar Alternative or a Big, Fat Lie?

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.