Zona di comfort: come conoscerla bene per evolvere

0
550
donna relax, zona di comfort
disclaimer, avvertenze, rivolgersi al proprio medico,
disclaimer, avvertenze, rivolgersi al proprio medico,
disclaimer, avvertenze, rivolgersi al proprio medico,
disclaimer, avvertenze, rivolgersi al proprio medico,

La zona di comfort è quel luogo dove ti senti protetto e a casa. È uno spazio che ti permette di essere rilassato e in pace.

È definita come una condizione mentale in cui ci sentiamo sicuri, a proprio agio che ci permette di muoverci nella vita senza ansia e stress.

Chi decide di intraprendere un percorso di crescita personale attraverso libri, corsi, percorsi prima o poi incontra il concetto di zona di comfort. Un concetto che sicuramente fa riflettere e che può essere di stimolo se compreso a fondo. Se non compreso, rischia di far intraprendere strade giuste nel momento sbagliato (o viceversa) o rischia di far nascere senso di inadeguatezza ed elevato stress.

La linea sottile della zona di comfort

La zona di comfort è demarcata da una linea sottile che ci permette di uscire dalla nostra comoda routine per sperimentare e sperimentarci in qualcosa di nuovo. In qualcosa che ci ispira, ci incuriosisce ma ci fa anche un po’ paura. Quando abbiamo a che fare con ciò che non conosciamo, siamo sempre un po’ timorosi. Se:

  • siamo stanchi della nostra routine quotidiana ed abbiamo voglia di imparare a suonare uno strumento, dipingere, ballare, cambiare lavoro o partner
  • ci invitano all’ evento che abbiamo sempre sognato, con centinaia di persone;
  • se ci propongono di raccontare in pubblico la nostra storia perché può essere utile ad altri;
  • ci chiamano per quel colloquio tanto ambito o per l’audizione che aspettiamo da tempo,

è arrivato il momento di superare quella sottile linea interiore che delimita il nostro spazio confortevole, per vincere le nostre paure ed insicurezze e buttarci nella nuova esperienza.

Dal comfort all’apprendimento

Nel momento in cui riusciamo a fare il passo dall’altra parte, oltre la zona di comfort,

iniziamo ad apprendere qualcosa di nuovo, tiriamo fuori tutti i talenti e le abilità nascoste, scopriamo il coraggio che ci fa vincere la paura.

E’ un momento di tensione, forse di ansia o forse di stress ma il premio che ci attende è qualcosa di atteso e desiderato e ci arricchisce.

I falsi miti sulla zona di comfort

Uscire dalla zona di comfort, dunque, non significa buttarsi in chissà quale eroica impresa per sentirsi applaudire da chi ci circonda. Significa superare quei piccoli limiti che ci impediscono di crescere, evolvere, arricchirci di qualcosa che ci piace, ci attrae, desideriamo conoscere.

Non significa partecipare una volta sui carboni ardenti, buttarsi con il paracadute se si soffre di vertigini, parlare una volta davanti a centinaia di persone se si è timidi.

Significa scegliere di affrontare a piccoli passi costanti, con i nostri tempi e modi quelle piccole paure e insicurezze che ci impediscono di fare ciò che desideriamo profondamente.

Uscire dalla zona di comfort per gratificare sé stessi

Uscire dalla zona di comfort è una scelta che possiamo fare per gratificare noi stessi e noi soltanto. È una sfida interiore che, se superata, ci permette di fare un passo avanti nella nostra crescita. Ecco perché è una scelta che va fatta nel momento in cui sentiamo il bisogno profondo di un cambiamento nella nostra vita.

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.