Zeolite: come depurarsi da tossine e metalli pesanti

zeolite, disintossicazione, metalli pesantidisintossicante, depurazione

Cos’è la Zeolite?

La zeolite appartiene ad una classe di minerali di origine vulcanica che si formano dall’incontro tra la lava incandescente e l’acqua salmastra dei mari.

Il nome zeolite deriva dalle parole greche “zeo”=“bollire” e “lithos”=“pietra”, infatti significa proprio “pietra che bolle” e deriva dal fatto che quando viene scaldata, essa libera acqua senza modificare la struttura dell’alluminosilicato e sembra che bolla.

La zeolite è parte di una tipologia di minerali naturali dalla struttura microporosa, in grado di legare rilevanti quantità di tossine e metalli pesanti dannosi alla salute. Alcuni esempi sono costituiti dai metalli che ingeriamo con l’alimentazione, dai radicali liberi, oppure dallo ione ammonio, le micotossine, i pesticidi ed i cationi radioattivi.

Zeolite depurazione da metalli e tossine

Un setaccio molecolare per metalli e radicali liberi

La Zeolite rappresenta un rimedio per contrastare la tossicità dei metalli pesanti eliminandoli dall’organismo, per la lotta ai radicali liberi, e anche come coadiuvante di trattamenti terapeutici e nel trattamento di alcune patologie dermatologiche. Rispetto ad altre sostanze naturali o di sintesi ha essenzialmente due vantaggi:

  • non è tossica per l’organismo
  • attraversa il tratto gastro-intestinale senza essere assorbita.

A cosa serve la zeolite

  • È un minerale disintossicante naturale
  • assorbe le tossine che vengono espulse
  • aiuta ad eliminare i metalli pesanti dall’organismo legandosi a loro, mediante scambio cationico
  • riduce l’ammoniaca nell’organismo
  • riduce i danni dei radicali liberi grazie alla sua capacità antiossidante.
  • migliora la resistenza fisica

L’azione della zeolite può essere distinta in due meccanismi concomitanti:

  • Riduzione dello stress derivante dall’eliminazione di sostanze tossiche dall’organismo.
  • Conseguente rigenerazione della funzionalità degli organi.

Cosa si intende per attivazione della zeolite?

Con il termine attivazione generalmente si intende l’applicazione di un procedimento chimico (o chimico-fisico o fisico) ad un materiale perché possa reagire più facilmente. Grazie ad una metodologia di attivazione la struttura delle particelle di zeolite acquisisce particolari proprietà che, unite all’incremento della superficie, consente di legare più velocemente e più stabilmente tossine, metalli e radicali liberi.

Per ridurre i metalli pesanti

Mercurio, piombo, cadmio, alluminio, sono tra i più conosciuti e pericolosi agenti tossici per l’organismo e per l’ambiente, presenti in quantità minime nelle polveri che respiriamo e nei cibi che ingeriamo. La zeolite attraverso la riduzione di questi metalli nel tratto gastro- intestinale può ridurne la presenza nell’intero organismo (detossicazione o azione detox) e/o evitarne l’assorbimento nei tessuti (prevenzione). La sua azione è efficace anche per contrastare altri agenti chimici come i solventi, pesticidi, erbicidi.

Stress ossidativo

radicali liberi sono presenti nel nostro organismo e vengono utilizzati come sistema di difesa. Gli studi sullo stress ossidativo indicano però che un eccesso di radicali liberi può provocare patologie, ed anche aggravarle; tra queste, il diabete, il cancro, le patologie cardiovascolari, quelle del tratto gastrointestinale e molte altre ancora.

La formazione di radicali liberi è determinata da molteplici e complessi fattori: inquinamento, polveri sottili, inquinanti presenti nei cibi, alimentazione irregolare e squilibrata, stress, fumo, farmaci, malattie croniche etc.  La conseguenza della presenza di un eccesso di radicali liberi nell’organismo è l’attacco di alcune strutture cellulari con conseguenti danni funzionali che, se non eliminati, possono provocare l’insorgenza di varie patologie e l’accelerazione dei processi di invecchiamento.

Anche nell’attività sportiva c’è produzione di radicali liberi che limitano la resa atletica perché accompagnati dalla presenza a livello muscolare di una quantità rilevante di acido lattico. La zeolite è uno strumento importante per combattere e neutralizzare i radicali liberi.

Ulteriori indicazioni sulla zeolite dalla ricerca

Recenti studi sull’utilizzo della zeolite in abbinamento alle terapie standard hanno evidenziato la sua azione positiva sul sistema circolatorio, sulla pressione arteriosa, sul sistema digestivo, sull’iperacidità gastrica e sulle ulcere duodenali ed anche nel recupero di patologie cardiache gravi.

L’azione della zeolite è stata anche studiata sui reumatismi, sulla cura delle infezioni renali e sul trattamento delle patologie dermatologiche nei pazienti diabetici, mentre altri studi si sono focalizzati sull’applicazione diretta della polvere a numerose affezioni della pelle. Secondo gli studi clinici: la zeolite consentirebbe di migliorare l’efficacia delle terapie standard e di ridurre il periodo di recupero. L’effetto sinergico della zeolite con principi attivi fitoterapici e integratori è dovuta alla progressiva riduzione nell’organismo di inibitori funzionali quali: ione ammonio, metalli pesanti, radicali liberi e tossine.

La zeolite non è un integratore alimentare

La zeolite è classificata come dispositivo medico (vedi ad esempio la Zeolite Attivata Santé Naturels qui) ed è definita come segue:

Sostanza ad uso orale adatta ad assorbire, chelare e rimuovere sostanze dannose e tossiche nel tratto gastro-intestinale (es. metalli pesanti, nitrosamine, ammonio, micotossine, cationi, pesticidi) riducendone l’assorbimento da parte dell’organismo. Possono anche funzionare come antiossidanti catturando radicali liberi e riducendo la formazione di ROS (Reactive Oxygen Species).

A chi può essere utile la zeolite

Sportivi

Le zeoliti clinoptiloliti attivate, anche in sinergia con altri principi attivi, vengono usate per ridurre l’acidosi lattica e aumentare la resistenza ed il recupero.

Manager di ogni età e sesso, lavoratori, imprenditori, studenti

Le zeoliti aiutano ad aumentare la concentrazione (attraverso la riduzione di ioni ammonio nel corpo) ed a ridurre stress ossidativo e stanchezza.

Anziani, convalescenti e persone sottoposte a stress

Le zeoliti possono favorire la riduzione di stress e stanchezza aiutando a superare affaticamento e debolezza con risorse proprie e naturali.

Chi ha elevato stress ossidativo

La riduzione dello stress ossidativo provocata dall’assunzione di zeolite clinoptilolite aiuta a ridurre l’insorgenza di molte patologie (prevenzione) e migliora la qualità della vita (migliore funzionamento degli organi).

Soggetti allergici o con intolleranze alimentari

L’azione della zeolite ha una funzione sia di prevenzione che di alleviamento dei sintomi per chi soffre di allergie stagionali e intolleranze alimentari.

Controindicazioni, precauzioni e consigli per l’uso della zeolite

La Zeolite è associabile ad altri composti in quanto non sono state rilevate interazioni con altri prodotti o farmaci, tuttavia è consigliabile assumerla in momenti diversi e in ogni caso, soprattutto se si stanno effettuando terapia farmacologiche, chiedere il parere al proprio medico di fiducia.

Additivo alimentare

Le sperimentazioni sul suo utilizzo come additivo alimentare hanno dimostrato i notevoli benefici effetti sulla salute, assenza di tossicità o di reazioni avverse anche in associazione con altre sostanze.

Conservazione

La Zeolite non necessita di particolari condizioni per la conservazione. La Zeolite è una sostanza che svolge funzioni antiossidanti e disintossicanti, assorbenti di tossine e metalli pesanti, che si esplicano nel tratto gastro-intestinale, per essere poi eliminata con le feci.

zeolite, zeolite attivata, zeolite in capsule, zeolite Santé Naturel, migliore zeolite

Zeolite attivata in Capsule

Acquista da Santé Naturels 

 

Ti può interessare anche: “I metalli tossici, un veleno per la nostra salute”

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.