Vivere secondo natura, la saggezza di Seneca

0
4747
vivere secondo natura, seneca, filosofia, natura, consigli per vivere felici

Vivere secondo natura

Vivere secondo natura, cosa significa? Oggi vi invitiamo a riflettere prendendo a  prestito un bellissimo scritto di Seneca, ancora oggi molto attuale. Ci siamo anche presi la libertà di inserire dei titoli introduttivi ai vari paragrafi del brano per portare l’attenzione  sui temi che riteniamo importanti: la semplicità della natura, la vita, l’amore, Dio, il destino. Perché siamo convinti che anche tutto questo sia parte del nostro benessere. Siete d’accordo?

Una perfetta saggezza rende la vita felice

Caro Lucilio,

ti è chiaro, ne sono sicuro, che la vita non può essere felice e neppure tollerabile senza l’amore della saggezza: una imperfetta saggezza rende la vita tollerabile, una perfetta saggezza la rende felice. Questo, anche se è evidente, deve tuttavia essere rafforzato e impresso nel profondo dell’anima, con una riflessione quotidiana: perché è più difficile mantenere i buoni propositi che concepirli. Bisogna perseverare e rinvigorire il nostro spirito con un assiduo studio, finché la tendenza al bene si trasformi in saggezza. Perciò con me non hai bisogno di molti discorsi o di dichiarazioni troppo lunghe: so che hai fatto un grande progresso. Conosco l’origine di ciò che scrivi; non fingi, né abbellisci le cose. Ti dirò tuttavia il mio pensiero: ho per te grandi speranze, ma non ho ancora completa fiducia.

Voglio che anche tu segua la stessa regola: non confidare in te troppo presto e con troppa facilità.

Guarda dentro di te

Fruga dentro di te, guardati a studiati e considera se hai fatto progressi nella filosofia oppure nella tua stessa vita.  La filosofia non è un’arte per farsi belli agli occhi della gente e conquistarla, consiste nelle parole, ma nei fatti. Non serve per far trascorrere piacevolmente  le giornate, per ammazzare la noia che procura l’ozio:  educa e forma l’animo, regola la vita, dirige le azioni, fa capire ciò che si deve o non si deve fare, siede  al timone e dirige la rotta della vita attraverso i pericoli di un mare agitato. Senza la  filosofia nessuno  può vivere tranquillo e sicuro; in ogni momento si presentano innumerevoli circostanze che esigono una scelta, e questa può darla solo la filosofia.

Filosofia e destino

Qualcuno dirà:

  • “A che serve la filosofia, se esiste il destino?
  • A che serve se c’è un Dio che dispone di noi?
  • A che serve se il caso detta legge?

Non si possono cambiare gli eventi già fissati, né difendersi contro quelli incerti, ma o un Dio è padrone delle mie decisioni e ha decretato che cosa devo fare, o la sorte non mi concede nessuna decisione”.

Qualunque di queste affermazioni sia vera, e anche se fossero vere tutte, caro Lucilio, bisogna dedicarsi comunque alla filosofia; sia che il destino ci vincoli con la sua legge inesorabile, sia che un Dio, signore dell’universo, abbia predisposto ogni cosa, sia che il caso spinga o muova senza ordine le vicende umane, noi dobbiamo cercare la nostra difesa nella filosofia. Ci spronerà a obbedire volentieri a Dio, e con fierezza alla sorte; ci insegnerà a seguire la volontà di Dio, a sopportare i capricci del caso. Ma non è questo il momento di discutere quale sia il compito degli uomini se governa la provvidenza, o se ci tiene prigionieri e ci muove a suo piacimento il destino con i suoi capricci, o se siamo in balia di eventi inaspettati e improvvisi: io torno a raccomandarti e ti esorto a non lasciare che lo slancio della tua anima cali o si indebolisca.

Custodiscilo e rafforzalo, così che il tuo impulso al bene diventi un modo di essere. Se ben ti conosco, subito, appena avrai visto la lettera andrai a vedere quale piccolo dono ti porta: leggila con attenzione e lo troverai. Non stupirti della mia generosità: ancora una volta ti regalo un pensiero altrui. Ma perché ho detto altrui? Ogni bel pensiero espresso da qualcuno è mio.

Vivere secondo natura

Anche questa è una frase di Epicuro che riguarda il vivere secondo natura:

Se vivrai secondo natura, non sarai mai povero;

se vivrai secondo le opinioni umane non sarai mai ricco”.

La natura ha poche esigenze, le opinioni moltissime. Si concentrino pure nelle tue mani le ricchezze di molti; la fortuna ti conceda più denaro di quanto ne possieda di solito un privato, ti ricopra d’oro, ti vesta di porpora, ti porti a tale grado di lusso e potere da poter rivestire di marmo la terra e ti sia possibile non solo avere ricchezze, ma camminarci sopra. Si aggiungano statue, quadri e tutto ciò che le varie arti hanno elaborato per la soddisfazione della lussuria; da tutto questo imparerai solo a desiderare sempre di più. I desideri che vengono dalla natura hanno un limite preciso, quelli nati da una falsa opinione non ne hanno: il falso non ha confini. Chi percorre una strada ha un punto d’arrivo: chi va errando, invece, non si ferma mai.

Abbandona la vanità

Abbandona, dunque, la vanità e quando vuoi sapere se ciò che vuoi è un desiderio naturale o una cieca vanità, considera se ha un termine; se dopo un lungo cammino rimane sempre altrettanta strada ancora da percorrere, sappi allora che non è un desiderio naturale. Addio.

 

L'Arte di Essere Felici e Vivere a Lungo (eBook) Lucio Anneo Seneca L’Arte di Essere Felici e Vivere a Lungo (eBook)
Edizione integrale con testo latino a fronte
Lucio Anneo Seneca
Compralo su il Giardino dei Libri

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.