Vaccini obbligatori: con la salute non si scherza. L’importanza di informarsi

0
73
vaccini obbligatori, no ai vaccini, vaccini, bambini, commissione europea, lorenzin, no vax, libertà, dittatura

Vaccini obbligatori: cosa dire dopo che tutto si è detto e si è letto e dopo l’annuncio dell’incredibile decreto legge entrato in vigore in Italia a giugno 2017 ?

Difficile non farsi prendere da reazioni emotive. Ma il punto non è la valutazione a caldo, o la presa di posizione personale e incontestabile di ogni persona relativa al fuorviante e spesso superficiale approccio Vaccini si, vaccini no.

Ogni individuo è unico e irripetibile

Ognuno di noi dovrebbe essere in grado di valutare l’opportunità della scelta per sé stesso o, in particolare, per i propri figli. E chi non si sentisse in grado di prendere la decisione da solo, dovrebbe essere libero di valutare e scegliere a chi affidarsi per fare la scelta giusta per il proprio caso.

Annuncio pubblicitario

D’altronde ciò che sta succedendo in Italia ha proprio dell’incredibile.

Ho ricevuto e letto tantissimi messaggi di indignazione in queste ultime settimane. Articoli, post, sms, video. Nel mare delle informazioni girate e viralizzate grazie alla tecnologia c’è di tutto. Incredulità, sconcerto, paura, indignazione, rabbia. Tutte emozioni lecite in un caso come questo.

Accidenti! Stiamo parlando di salute. E con la salute non si scherza.

Informiamoci, informatevi. Non diamo retta al primo personaggio con un ruolo altisonante

L’invito che mi sento di fare a tutti è di informarsi, documentarsi da fonti imparziali, che non necessariamente sono le testate giornalistiche più note,  della stampa e del web.

Ci sono fonti autorevoli, associazioni riconosciute, medici e scienziati seri, coscienziosi (!) ed autorevoli che da tempo, ancora prima dell’entrata in vigore del decreto sui vaccini obbligatori, hanno deciso di dire la loro e di fare la loro parte per fare informazione.

Attivate le doti di intuizione che tutti noi abbiamo. Quando parla un “luminare”, cerchiamo di sentire ciò che dice oltre alle parole.

Per questo ho deciso di riportare le notizie di alcune delle fonti di informazione che ho individuato, fornendovi un incipit di quanto hanno scritto relativamente ai vaccini obbligatori. La lista verrà aggiornata anche nei prossimi giorni.

Prendetevi alcuni minuti, leggete, fate le vostre ricerche e traete le vostre conclusioni.

Vaccini obbligatori, notizie e commenti

Decreto vaccini pubblicato in Gazzetta Ufficiale: l’11 giugno protesta a Roma, terranuova.it

“È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 7 giugno il decreto legge che impone 12 vaccini obbligatori subordinando ad essi l’accesso ad asili e scuole materne (0-6 anni) e prevedendo sanzioni elevate e segnalazioni al tribunale dei minori per i bambini e i ragazzi non in regola da 6 a 16 anni. L’11 giugno protesta a Roma. Il video della conferenza stampa.”

Vaccini: il Veneto impugna il decreto del governo sull’obbligo, terranuova.it

“Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, lo ha annunciato ufficialmente: impugna davanti alla Corte Costituzionale il decreto legge del governo che introduce l’obbligo di 12 vaccini per la frequenza scolastica e sanzioni pesanti per i genitori che non ottemperano.”

Iniziativa contro il decreto Lorenzin, codacons.it

“Il Decreto Lorenzin sui vaccini è per il Codacons palesemente incostituzionale e, pertanto, verrà impugnato dall’Associazione al fine di ottenerne l’annullamento presso la Consulta. Non è in questione l’obiettivo (una più ampia copertura vaccinale) ma il metodo scelto dal Governo, che ha preferito seguire la strada dei trattamenti sanitari coattivi invece di esplorare la possibilità di soluzioni condivise e concordate.”

Vaccini, in 15 paesi europei nemmeno uno obbligatorio. “L’imposizione non fa crescere la copertura”, ilfattoquotidiano.it/Scienza

“In Germania e Regno Unito le vaccinazioni sono tutte raccomandate, con risultati di copertura soddisfacenti. Per l’epidemiologo Giovanni Rezza “influisce molto il contesto culturale dei singoli Paesi”. In Italia, ad esempio, secondo i dati dell’Ocse, la copertura è piuttosto bassa (86%) contro il morbillo. Più alta, il 94%, quella contro difterite, tetano e pertosse, contenuti nell’esavalente di fatto già obbligatorio. La varicella? Secondo gli ultimi dati disponibili, è obbligatoria solo in Lituania”

Decreto vaccini, Moige* “Siamo al delirio sanitario”, Telecolor.net

Delirio sanitario, si mettono contro 16 milioni di famiglie”. A sentir parlare di Tribunale dei minori quasi trasecola il direttore generale del Moige, l’organizzazione che da 19 anni si occupa di protezione e sicurezza dei bambini all’interno della famiglia, con quasi 50 mila genitori aderenti.

*[Moige: Movimento Italiano Genitori, ndr]

Vaccini. Codacons svela i dati sulle reazioni avverse: 21.658 totali, di cui 3.551 per l’esavalente in 3 anni, terranuova.it

“Il Codacons in una conferenza stampa ha svelato i dati di AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco, sulle segnalazioni di sospette reazione avverse ai vaccini, dati che dal 2013 non erano stati più resi noti.  Nel 2014, 2015 e 2016 le segnalazioni complessive sono state 21.658, di cui 3.551 per il solo vaccino esavalente, di cui 454 gravi e 5 decessi.”

Vaccini, è il momento di saperne di più, terranuova.it

Vaccinazioni Pediatriche: Lettera aperta al Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, di Roberto Gava, Eugenio Serravalle,  informasalus.it

“Ill.mo Prof. Ricciardi,

le Sue recenti prese di posizione pubbliche in merito alle vaccinazioni pediatriche ci inducono a scriverLe per chiarirLe alcuni aspetti che meritano un approfondimento e una riflessione serena.”

Opinioni

I vaccini: alcune considerazioni, di Martin Halsey, lasanagola.com

“Sembrava che la questione vaccini fosse ormai risolta e che la libertà di scelta senza ulteriori condizioni fosse un diritto acquisito finché, come un lampo a ciel sereno, tutto è cambiato. Ecco alcune considerazioni che mi sembrano necessarie a proposito di questa legge.

In Italia niente succede così velocemente, in genere ci vogliono anni prima che una nuova legge entri in vigore, allora perché tanta fretta?

Non mi resta che pensare che dietro questa decisione ci siano pressioni molto forti, che vanno ben oltre il bisogno di vaccini. Sto parlando di denaro, e sento odore di bruciato (…).”

Vaccini, la figuraccia della medicina e i profitti sulla pelle dei pazienti, dott.Antonio Marfella, ilfattoquotidiano.it

“Oggi la medicina sembra non essere più libera di esprimersi quale forza illuminante e trainante nella società a causa del suo pressoché totale asservimento al mercato farmaceutico, che agisce in nome del massimo profitto e non certo per filantropia. L’attuale discussione da tifoseria calcistica tra fautori e contrari all’obbligo di un numero eccessivo di vaccinazioni è oggettivamente un comportamento antiscientifico che lontano dall’etica.”

Ti può interessare anche Vaccini, dove stiamo andando? Riflessioni di un medico, 2016

Video da vedere

https://youtu.be/H4_oSN4QgB4

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.