Uva sultanina: energia, gusto e dolcificante naturale

0
269
uva sultanina, frutta essiccata
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

L’uva sultanina o uva passa, dai piccoli acini e senza semi, è una varietà di uva bianca con proprietà davvero benefiche. Si ottiene facendo essiccare i chicchi al sole che diventano presto di colore scuro e mantengono tutte le proprietà del frutto fresco. Come tutti gli altri tipi di frutta secca, non dovrebbe mai mancare nella nostra alimentazione, grazie all’ importante apporto nutritivo.

Proprietà

L’uva sultanina contiene una buona quantità di fibre, fornisce un buon apporto di sali minerali tra cui ferro (25% del fabbisogno giornaliero), potassio, calcio, fosforo, sodio, e vitamine: in particolare di vitamina A e vitamine del gruppo B.  Contiene una buona quantità di fruttosio ed è pertanto da consumare con molta attenzione nei soggetti che soffrono di diabete. Le fibre favoriscono la buona funzionalità dell’intestino e abbassano il colesterolo.

Alimento molto energetico e calorico l’uva sultanina è utile negli stati di astenia, cali di energia, stress e depressione, è l’alimento ideale per gli sportivi. Concorre al benessere della circolazione aiutando a prevenire la ritenzione idrica e combattendo l’invecchiamento. Le sono state trovate proprietà benefiche anche per i denti, in particolare è preventiva nei confronti della carie.

In cucina

La conosciamo principalmente abbinata ai dolci ed alle ricette di pasticceria: panettoni, strudel, biscotti. In realtà l’uva sultanina si presta alla guarnizione di molti piatti: vi suggeriamo di provarla nelle insalatone estive insieme a qualche noce, le trasforma in un buon pasto completo di tutti gli elementi nutritivi di cui abbiamo bisogno. Inoltre utilizzata per condire pasta e risotti dona un sapore particolare, esaltando il gusto dei vostri piatti preferiti e dando anche un tocco di originalità.

Coltivare, essiccare l’uva

Questo tipo di uva può essere coltivata anche sul balcone o sul terrazzo di casa, ricordatevi che ha bisogno di molto sole e di un sostegno, come pergole o bastoni per crescere. Solitamente danno i frutti in estate. Una volta raccolti vanno lavati accuratamente, asciugati, forati o rigati in modo da far evaporar e l’acqua e lasciati sotto i raggi diretti del sole, per qualche giorno. Copriteli durante la notte. Dopo circa una settimana la vostra uva sarà essiccata e pronta per essere gustata! In alternativa potete munirvi di un comodo essiccatore.

Una curiosità storica

Si dice che questa uva abbia origini nell’impero ottomano e che fosse il frutto preferito dal sultano, da cui prende il nome di “sultanina”. La storia racconta che a causa di un attacco di una tigre, il sultano lasciò l’uva al sole per un po’ di tempo scoprendone così l’essiccazione.

Quale acquistare

Il mio consiglio è sempre quello di acquistare un prodotto biologico e di qualità, di leggere bene l’etichetta per verificare che non ci siano conservanti come l’anidride solforosa che sconsiglio vivamente. Se poi trovate un prodotto “crudo” ovvero lavorato nel rispetto dell’alimentazione crudista (raw) è ancora meglio perché avrete il massimo delle proprietà nutrizionali.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articolimacrolibrarsi, eshop, libri, shop online

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.