Come usare la creatività: una risorsa innata

0
1287
creatività innata, avocado

Come usare la creatività? La creatività è innata. E’ uno dei doni più grandi che tutti noi abbiamo a disposizione. Un dono che ci permette di progredire, evolverci e innovarci. Per imparare ad usarla al meglio è bene prima conoscerla.

La creatività nasce nel cuore di bambino

La creatività è innata ma si sviluppa più o meno intensamente a seconda della nostra educazione e della nostra indole. E’ da piccolissimi che iniziamo ad usare la creatività: sebbene gli adulti ci diano un grande aiuto, la scoperta di ciò che ci circonda e l’esplorazione di noi stessi e di come funzionano le cose ci porta a risvegliare ed allenare questo meraviglioso dono. Da bambini ci sporchiamo senza paura, coloriamo, usiamo la fantasia e guardiamo il mondo con stupore senza schemi e limiti.

La creatività nella nostra testa

Il nostro cervello è costituito da due emisferi: il destro ed il sinistro. Il sinistro governa la parte razionale, logico analitica. Rappresenta e permette l’espressione della parte dell’essere umano con caratteristiche maschili e dirige la parte destra del corpo. L’emisfero destro, invece, governa ed esprime la parte creativa, emotiva, intuitiva. Rappresenta e permette l’espressione della parte dell’essere umano con caratteristiche femminili e dirige la parte sinistra del corpo.

L’educazione che ci insegna a sviluppare la parte sinistra del cervello

Da studi approfonditi i due emisferi sono equilibrati fino all’età di sei anni. L’educazione scolastica e sociale ci portano ad utilizzare maggiormente l’emisfero sinistro a discapito dell’intuizione e della creatività.

Fortunatamente la creatività è innata ed è sufficiente stimolarla il più possibile per imparare ad usarla e sfruttarne al massimo tutti i benefici che sono davvero tanti!

Come stimolare la creatività: usare la parte destra del cervello

Per usare la creatività è necessario contattarla in tutti i modi possibili:

  • aprendo la nostra mente a nuovi stimoli,
  • uscendo dalle solite abitudini a partire da quelle alimentari andando a scoprire e sperimentare nuovi gusti e sapori fino ad arrivare a cambiare la strada che percorriamo per andare al lavoro,
  • ampliando lo sguardo e l’immaginazione

Due ingredienti necessari per usare la creatività nella vita

La volontà è uno strumento necessario: se ci si lascia attrarre dalla comodità di ciò che conosciamo già allora spegneremo la creatività. Se invece ci sforziamo un po’ di cambiare gusto, strada, musica la creatività troverà il suo spazio per manifestarsi.

Ogni forma d’arte è utile al nutrimento della creatività: dipingere, cucinare, danzare, cantare, ascoltare musica melodica lasciandosi trasportare.

La manifestazione della creatività

Quando arriva e come si manifesta la creatività? A volte nei giorni più positivi, quelli in cui ci sentiamo più aperti alla vita, altre volte in quei momenti di buio ed è come una luce che ci salva portandoci una soluzione inaspettata.

Si manifesta così sia con idee grandiose che portano grandi innovazioni, passi avanti o nobili progetti, sia con piccoli suggerimenti per affrontare in modo nuovo le piccole questioni o problemi quotidiani.

L’importante è avere la capacità e la forza di cogliere e di mettere in pratica le idee e le intuizioni che ci arrivano dalla nostra immaginazione.

Crea il giusto spazio e le giuste domande

La creatività è un dono che ha bisogno di spazio oltre che di nutrimento: è fatta di nuove idee che a volte rompono le regole o ci fanno andare contro corrente, sia che si tratti della nostra “corrente interiore” che di quella della società.

La creatività è fatta di domande che se lasciate tali per un po’ di tempo senza scegliere la risposta  “subito e a tutti i costi”, trovano la risposta giusta e innovativa. L’importante è che la domanda non sia un “perché” che presuppone una risposta limitata che chiude la mente, ma “come posso fare, come posso risolvere…”che apre invece la mente e il cuore.

La creatività ci permette di cambiare strada quando è necessario, arricchire noi stessi ed il mondo, salvarci da una difficoltà o da un momento di crisi. Annaffiare il meraviglioso seme della creatività può dare degli ottimi frutti utili a noi stessi, a chi ci circonda, al mondo.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.