Trifoglio rosso: benefici per la pelle e per i disturbi femminili

trifoglio rosso, trifoglio, fiore

Il trifoglio, Trifolium (della famiglia delle Leguminose) è un genere di pianta erbacea perenne che comprende molte specie, la più comune di cui parleremo è il trifoglio rosso (pratense).

Deve il suo nome alla caratteristica disposizione delle tre foglioline e la sua notorietà alla sua straordinaria capacità di riprodursi. Rappresenta una notevole fonte alimentare per i bovini e gli ovini e quindi è diffusa e coltivata come erba da foraggio in molti paesi del mondo. Predilige le praterie e i pascoli umidi, dove cresce fino a 50 centimetri di altezza, producendo infiorescenze di colore rosso porpora.

Ricco di sostanze di interesse terapeutico scopriamo le sue molteplici proprietà.

Benefici e proprietà del trifoglio rosso

La droga è costituita dai fiori di trifoglio rosso, che contengono vitamine, minerali, antiossidanti, cumarine, isoflavoni ad azione estrogenica chiamati fitoestrogeni.

Queste sostanze gli attribuiscono le seguenti funzioni:

  • Aiuta nelle affezioni respiratorie per esempio bronchitetosse e raucedine, lenendo gli spasmi dei bronchi e combattendo la tosse convulsa;
  • È benefico anche nei disturbi gastrici, come diarreagastrite ed inappetenza;
  • Contrasta i radicali liberi grazie al suo potente effetto antiossidante;
  • Calma e lenisce sintomi cutanei come eczemi, psoriasi, acne e favorisce la guarigione delle ferite stimolando la rigenerazione cellulare;
  • Ha un effetto rilassante sul sistema nervoso.

I benefici per i disturbi femminili

Conosciuta da tempo per le sue capacità curative, negli anni 50, studiando un curioso fenomeno che si verificava nelle pecore australiane che pascolavano in prati ricchi di trifoglio rosso, si scoprì che questa pianticella era ricca di fitoestrogeni. Le pecore, infatti, avevano smesso di figliare e attraverso studi si arrivò a capire che la causa di questa infertilità era provocata da un eccesso di fitoestrogeni, composti che, per la loro struttura chimica sono molto simili agli estrogeni endogeni.

È proprio la presenza di questi composti che oggi ne fa una pianta di grande interesse terapeutico. Infatti, per la sua azione estrogenica naturale, interviene in alcuni disturbi femminili molto comuni:

  • Allevia i più comuni sintomi relativi alla sindrome premestruale, come il gonfiore, la tensione al seno, il nervosismo.
  • Elimina o rende meno fastidiose le manifestazioni che accompagnano la menopausa quali: vampate di calore, stati depressivi, palpitazioni. Queste sostanze, infatti, hanno la capacità di compensare la diminuzione dei livelli di estrogeni in menopausa ed evitare quindi l’insorgere dei disturbi tipici di questa fase
  • Promuove la fertilità, vista la presenza di estrogeni, ormoni coinvolti in primo piano nel processo riproduttivo. Inoltre, regolarizza l’ovulazione stabilizzando il ciclo.

Proprietà antitumorali

Oltre alle attività simil-estrogeniche descritte, viene attribuita agli isoflavoni, anche la capacità antitumorale:

  • diretta, nei confronti dei tumori estrogeno-dipendenti, come il tumore, al seno, all’endometrio e alla prostata
  • indiretta antiangiogenica poiché è in grado di inibire la formazione di nuovi vasi sanguigni, requisito necessario perché un tumore possa crescere
  • altra azione svolta dagli isoflavoni è la stimolazione della mineralizzazione ossea che permette di curare e prevenire l’osteoporosi

Ma allora come possiamo beneficiare di tutte queste sue proprietà?

Come usare il trifoglio rosso?

Il trifoglio rosso può essere utilizzato in vari modi:

  • Forma secca, previa infusione, per ottenere una bevanda calda da bere.
  • Tintura madre: i principi attivi si estraggono direttamente dalle pianta fresca tramite l’utilizzo di alcool. Per le dosi si consigliano 20 gocce diluite in acqua da assumere da una a tre volte nell’arco della giornata
  • In polvere nelle capsule per dare sollievo dai disturbi femminili, specie della menopausa, il trifoglio standardizzato viene consigliato a 40-80 mg di isoflavoni
  • Per l’uso esterno, il trifoglio rosso è solitamente impiegato come ingrediente nei bagni o negli impacchi da applicare localmente. Si può utilizzare semplicemente una garza imbevuta nell’infuso.

Controindicazioni

In quantità alimentari o seguendo le dosi consigliate, non si conoscono effetti collaterali degni di nota. Al contrario, in caso di sovradosaggio, possono verificarsi:

  • Reazioni cutanee di vario tipo
  • Nausea
  • Dolori muscolari
  • Mal di testa
  • Sanguinamento vaginale in alcune donne.
  • Negli animali si è osservata una compromissione della funzione riproduttiva fino alla sterilità a causa dell’azione ormonosimile degli isoflavoni.
  • Può indurre allergie, per la presenza di nichel, metallo a cui molto soggetti sono allergici

Quando non dev’essere usato il trifoglio rosso? Controindicazioni

In tutte le condizioni che necessitano una limitazione degli effetti estrogenici quindi:

  • gravidanza e allattamento. Per sicurezza se ne sconsiglia anche l’uso esterno.
  • si è in cura per patologie tumorali che riguardano il seno o l’apparato genitale femminile
  • in caso di endometriosi o presenza di fibromi all’utero

Il trifoglio rosso potrebbe anche aumentare la probabilità di sanguinamento. Da evitare quindi:

  • In caso di disturbi emorragici;
  • Almeno 2 settimane prima di eventuali interventi chirurgici;
  • Se si assumono anticoagulanti
Genivamp - Integratore in Capsule a Base di Trifoglio Rosso
Genivamp – Integratore in Capsule a Base di Trifoglio Rosso
Trifoglio Rosso Bio - Estratto Idroalcolico
Trifoglio Rosso Bio – Estratto Idroalcolico
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.