Traumi e shock: come affrontarli per evitare che influenzino negativamente la nostra vita

traumi e shock, donna triste e spaventata

Nell’arco della vita i traumi e shock sia fisici che emotivi accadono ad ognuno di noi. La parola trauma significa” perforamento, trafittura”. Rappresenta una ferita o lesione improvvisa nel corpo o nell’anima. Un evento interrompe velocemente e con forza la nostra quotidianità creandoci dolore e smarrimento. Una caduta, un incidente, la perdita di una persona cara, la scoperta di qualcosa che ci ferisce nel profondo come un tradimento. Il trauma è una sfida alle nostre risorse, per cui è relativo e non necessariamente un evento “catastrofico”. Ad esempio, per un oratore professionista, parlare in pubblico è naturale, ma per una persona timida e introversa, può risultare traumatico.

I ricordi dei traumi

I traumi entrano a far parte dei nostri ricordi, della nostra storia di vita. Ci permettono di conoscere uno spazio e un tempo a noi sconosciuti e di sperimentarci nell’affrontare le “brutte notizie” a cui non siamo mai preparati. Le “brutte notizie” e gli eventi dolorosi improvvisi ci fanno crescere, ma influenzano anche la nostra vita. In particolare, in quei casi in cui per molto tempo non riusciamo ad elaborare, a farcene una ragione.

La paura

Questi traumi o shock creano dentro di noi un dolore e una paura che si reiterano e rinforzano ogni volta che li ricordiamo. Una paura nascosta nel nostro animo profondo che riemerge ogni qualvolta viviamo un evento simile che ci riporta alla memoria il trauma.

Un aiuto da te stesso

In questi casi è utile e consigliabile farsi aiutare da un professionista. Tuttavia, possiamo aiutare noi stessi trovando la forza di guardare in faccia la nostra paura e il nostro dolore per far sì che possano essere compresi, accettati, elaborati. Una tecnica utile è scrivere una lettera a sé stessi raccontando per filo e per segno l’evento, lasciando emergere tutte le nostre emozioni, mettendo anch’esse per iscritto. Scrivere è un buon modo per sfogarsi e anche per prendere le distanze dal racconto. Può aiutarci a dare un senso al tutto e diventare consapevoli che possiamo procedere, lasciando il ricordo nel passato.

Un aiuto dalla natura: Star of Bethlehem

Il fiore di Bach al quale possiamo ispirarci per un sostegno nell’elaborazione dei traumi e shock è Star of Bethlehem. Il Dott. Bach lo descrive così:” Per quelli che sono in grande pena per accadimenti che ancora li fanno soffrire. Lo shock in seguito a gravi notizie, la perdita di una persona cara, lo spavento dopo un incidente e così via.  Questo rimedio porta conforto a chi per un certo periodo non trova consolazione.”

star of bethlehem, fiori di bach

L’archetipo di questo fiore può aiutare a consolarci, a trovare pace e serenità. Gli eventi possono essere elaborati e darci un insegnamento importante e benefico per la nostra evoluzione. L’affermazione positiva utile mentre ci facciamo ispirare da Star of Bethlehem è:

Nell’esperienza c’è sempre un insegnamento, elaboro il mio dolore e lo risolvo nel piacere di donarmi alla vita!

Il Fiore di Bach Star of Bethlehem è presente anche nel composto pronto Resource Remedy, in cui l’archetipo Star of Bethlehem favorisce l’elaborazione e la risoluzione dei traumi.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.