Trasformiamoci con la cucina naturale

0
1091
cucina naturale, alimentazione naturale, cibi naturali, limoni, carote

Cucina naturale: l’importanza di riscoprire il valore dei cibi per il nostro benessere.

E’ noto che “siamo ciò che mangiamo” e siamo in costante e continua ricerca della dieta ideale ma nonostante ci venga offerta  un’ampia scelta, nel mezzo di questa valanga di proposte salutari prospera l’invasione dei McDonald’s e dei fast food, “cibo spazzatura” che sembra guadagnare sempre più favore verso il pubblico.

Dovremmo inoltre sapere che l’assenza di cibo animale è un modo concreto per dimostrare come sia possibile creare pasti deliziosi ed equilibrati, a fatti e non a parole per mostrare la validità di una dieta a base di vegetali.

Questa affermazione effettivamente è un invito a ridurre il consumo di cibo animale (come si evince anche dai risultati dello studio The China Study) più che un divieto di carne, uova, latticini e pesce (quest’ultimo è un alimento con proteine animali con caratteristiche più sane grazie al basso contenuto di grassi, in particolare quelli saturi).  Possiamo iniziare provando a trasformare le nostre modalità di preparazione di piatti seguendo poche regole e molto buon senso, ne ricaveremo in novità e salute.

Cucina naturale con arte

L’arte della cucina suggerisce che il cibo sano dovrebbe essere anche delizioso ed attraente.

La possibilità di scelta del cibo è molto vasta e dovrebbe prevedere una buona varietà di tipi di verdure, radici, foglie verdi, forme tonde, insieme a differenti tipi di cereali, legumi ed altri ingredienti.

La preparazione dovrebbe includere una varietà di colori, forme, sapori e stili di cucina; dal crudo alle lunghe cotture con olio. Solo così si garantisce un’ampia gamma di vitamine, minerali e qualità energetiche insite negli alimenti  genuini e semplici ,  che sono più dinamici e anche curativi.

Cucinare il cibo naturale in maniera sana è un mondo tutto da scoprire, un mondo di nuovi ed antichi sapori, di cambiamenti e sorprese e infine un mondo di vitalità e benessere.

Perché è meglio cucinare verdure di stagione

La scelta delle verdure fresche dipende dalla stagione in cui ci troviamo.

Oggigiorno possiamo infatti trovare verdure più o meno di stagione perché provenienti da luoghi molto lontani.

Visto che l’equilibrio, così importante per una visione olistica della salute, è relativo ad un clima e ad una situazione ambientale specifici, quella della stagione è una delle considerazioni fondamentali da porsi.

Non c’è equilibrio alimentare se non lo si sceglie il cibo all’interno di un contesto di un luogo specifico ed in uno specifico momento dell’anno: la stagione.

Ciò che troviamo disponibile in natura è esattamente ciò di cui abbiamo bisogno per equilibrarci con l’ambiente e la stagione in cui viviamo.

Estate

In estate il nostro corpo richiede più liquidi e la natura ci offre proprio quegli alimenti che soddisfano questo criterio :

  • frutta,
  • insalate,
  • verdure fresche di ogni tipo.

Autunno

In autunno abbiamo bisogno invece di rinforzare il nostro ambiente interno per prepararci per l’inverno e anche in questo caso la natura ci offre proprio ciò di cui abbiamo bisogno: verdure dure tonde come la zucca e il cavolo, radici forti come la carote e le rape e, soprattutto, il raccolto dei cereali forti , come il riso, che sono pieni di tutta l’energia che hanno accumulato durante l’estate nei campi.

Inverno

In inverno dobbiamo cuocere il nostro cibo più a lungo per incrementare il suo calore e infatti abbiamo a disposizione soprattutto cereali, legumi secchi e solo le verdure più forti.

Primavera

In primavera cominciano a spuntare i primi germogli e le verdure in crescita rapida che sono l’ideale per purificare il sangue.

La natura cospira con noi per aiutarci a creare salute e vitalità, tutto ciò che dobbiamo fare è cooperare.

Unendo le nostre conoscenze di cucina alla scelta degli ingredienti che la natura ci offre, possiamo creare un’alimentazione veramente dinamica, capace di trasformare il nostro corpo e garantire vitalità e salute duratura.

Una deliziosa ricetta di cucina naturale di stagione

Risotto Zucca e Topinambur (per 2)

Tagliare il topinambur e la zucca a dadini e far soffriggere leggermente con lo scalogno e l’olio evo, aggiungere il riso e far tostare alcuni minuti. Aggiungere man mano il brodo di dado vegetale bio amalgamando e girando fino all’assorbimento, aggiungere un po’ di sale integrale nel brodo se richiesto.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.