Torcicollo: sintomi, cause, rimedi e prevenzione

torcicollo, dolore al collo, sintomi del torcicollo, rimedi per il torcicollo

Torcicollo: di cosa si tratta?

Il torcicollo è una condizione pseudo-patologica caratterizzata da una limitata mobilità o da un blocco del collo, accompagnati da dolore cervicale acuto ed intenso. È un disturbo estremamente frequente e fastidioso provocato dalla contrattura dei muscoli laterali del collo.

Il dolore è passeggero, infatti tende a risolversi nell’arco di alcuni giorni o quindici giorni da quando compaiono i sintomi.  Le recidive, possono, però essere presenti.

Questo disturbo di natura muscolo-scheletrica impedisce i movimenti di flesso-estensione e rotazione del capo.

Le contratture muscolari e le problematiche a carico della colonna vertebrale causano, appunto, il torcicollo.

Torcicollo, le cause

Il torcicollo ha cause diverse ed eterogenee.

Le più frequenti sono:

  • assunzione di scorrette posture per lunghi periodi,
  • posizione errata durante il sonno,
  • correnti di aria,
  • movimenti bruschi e improvvisi del collo,
  • sbalzi di temperatura,
  • sofferenza dei dischi intervertebrali dovuti, ad esempio, ad un’ernia discale o a spondiloartriti, cioè patologie reumatiche autoimmuni responsabili dell’infiammazione cronica alla colonna.

Molti non sanno che anche le infezioni virali e le infiammazioni possono causare torcicollo.

Esiste poi una variante congenita di torcicollo, assolutamente sganciata dal comune torcicollo: è causata da una retrazione del muscolo sternocleidomastoideo o da malformazioni ossee delle vertebre cervicali, originatesi nella vita intrauterina.

Sintomi del torcicollo

Il soggetto lamenta difficoltà a flettere, roteare o allungare il collo e ogni movimento, anche minimo, procura un dolore locale intenso, penetrante e difficile da sopportare.

Con il torcicollo sono presenti i seguenti sintomi:

  • brachialgia, cioè condizione dolorosa del collo che si irradia anche lungo il braccio,
  • cervicalgia, un generico dolore al collo di natura muscolo scheletrica,
  • rigidità dei muscoli cervicali,
  • difficoltà o incapacità a muovere, spostare e roteare il collo.

Torcicollo in psicosomatica: cosa ci vuole dire il nostro corpo

Il torcicollo rappresenta il rifiuto di affrontare una determinata situazione, sia perché non si vuole assumere una posizione a riguardo, sia perché si teme l’azione da intraprendere. Può essere un’azione, ad esempio, relativa ad un’eredità o a un conflitto famigliare, oppure una difficoltà nel rapporto di coppia…

La domanda da porsi è: “C’è forse una situazione che preferisco non vedere perché mi obbligherebbe a fare qualcosa che non mi va di fare o che mi fa paura?”

Terapia farmacologica adeguata

Il trattamento dipende dalla causa scatenante. Di solito con analgesici ed antinfiammatori il dolore scompare. E’ fortemente sconsigliato il fai da te.

Il medico potrà prescrivere farmaci denominati Fans (ibuprofene, acido acetilsalicilico, naprossene), oppure rilassanti muscolari quali diazepam, ciclobenzaprina, corticosteroidi quali prednisone e metilprednisolone.

Se il dolore al rachide cervicale è tanto intenso potrebbe essere necessario un collare ortopedico per velocizzare la guarigione e lenire i sintomi. La decisione, come sempre, spetta al medico.

Se il torcicollo è conseguenza di gravi lesioni, come un’erniazione cervicale, uno specialista medico potrebbe consigliare di curare l’ernia sottostante con intervento chirurgico mirato o con un ulteriore specifico trattamento.

Rimedi naturali

Impacchi caldi sul collo che fa male danno subito sollievo, soprattutto se il torcicollo è determinato da una contrattura dei muscoli cervicali.

Una doccia tiepida può aiutare poiché l’acqua esercita un lieve massaggio sui muscoli del collo che così si rilassano.

Il kinesio taping dato dall’applicazione di cerotti con effetto antinfiammatorio e antidolorifico sulla zona dolorante. Ci sono quelli non farmacologici!

Caso del torcicollo dovuto ad infiammazione:

Può essere lenito con la crioterapia, cioè la terapia del freddo. In questo caso occorre appoggiare sul collo indolenzito una borsa del ghiaccio avvolta in un panno morbido; rimuovere la borsa ogni 15-20 minuti circa.

Altri consigli

  • Non riposare troppo! Troppo riposo favorisce la rigidità delle articolazioni e dei muscoli, già doloranti. Assumere, invece, una posizione riposante per una trentina di minuti e poi fare un po’ di esercizio fisico, leggero e specifico per il collo.
  • Riposare su un materasso adeguato, correggere eventuali abitudini di vita poco corrette, come potrebbe essere la postura.
  • Rilassarsi e preferire sedie solide sulle quali sedersi.
  • Eseguire correttamente esercizi per il dolore cervicale.

Se il dolore supera la settimana e si associa a difficoltà di parola, a camminare, deglutire, a debolezza o intorpidimento degli arti, meglio recarsi al Pronto Soccorso per verificare che non ci siano lesioni a carico del Sistema Nervoso Centrale.

Anche mal di testa, mal di schiena e dolori alle spalle non sono da sottovalutare. Il medico potrebbe ritenere opportuna una risonanza o una radiografia.

Prevenzione del torcicollo

Il torcicollo non si può definire una vera e propria patologia, comunque meglio prevenirlo!

Pertanto, è importante:

  • assumere comode posizioni durante la notte, meglio la posizione fetale che prona
  • evitare sbalzi di temperatura o comunque ripararsi adeguatamente in inverno
  • evitare bruschi movimenti del collo
  • eseguire una regolare attività fisica
  • evitare sforzi fisici pesanti.
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.