Tecniche di rilassamento e visualizzazione: usare il cervello per guarire

meditazione, neuroscienze, guarigione, mente e corpo

Corpo e mente possono collaborare per portarci ad uno stato di benessere e superare disagi e malattie; questa volta usiamo proprio il termine ‘guarire’ e ‘malattie’ in quanto esistono prove scientifiche* del fatto che la mente può guarire il corpo.

La meditazione

Sono state fatte delle rilevazioni fatte su persone che da anni praticavano la meditazione. Non è importante che tipo di meditazione: tutto ciò che può calmare la mente e portare ad un profondo stato di rilassamento funziona. Dalla ripetizione di una frase, la recitazione di una preghiera, una tecnica di rilassamento che porta l’attenzione sul corpo. Sulla base di queste rilevazioni. due medici statunitensi, Benson e Proctor, hanno messo a punto una tecnica. E’illustrata bene nel volume “Rilassati e guarirai” – detta “mind-body medicine” che si basa su un connubio tra una tecnica di rilassamento e esercizi di visualizzazione.

Cosa sostiene questa teoria, supportata da pubblicazioni scientifiche

Decenni di prove sul campo hanno portato ad avere dati certi: è vero che la nostra mente può fare miracoli e che il nostro cervello e i nostri pensieri hanno proprietà di cui ancora possiamo stupirci. Auspichiamo che le ricerche scientifiche e cliniche, le neuroscienze e la psiconeuroimmunoendocrinologia (nome difficile per indicare quella parte di medicina che studia le interconnessioni tra mente-cervello-risposta immunitaria e sistema endocrino) oggi ancora relegate ai margini della medicina ufficiale, unite alle conoscenze di fisica quantistica – possano portare a prove sempre più conclamate. Speriamo che possano rendere noto a tutti come sia possibile superare numerosi disagi e patologie. Come sia possibile usare queste tecniche in abbinamento a terapie classiche per ridurre il dolore e la somministrazione di medicinali nel trattamento.

Risultati ottenuti e dimostrati

Il dottor Benson fin dall’inizio della sua carriera ha indagato lo stretto legame tra stress e salute, essendo questo il responsabile di molteplici disturbi di cui soffre oggi la maggior parte delle persone. Applicando per otto settimane in maniera regolare questa tecnica è stato dimostrato che ha effetti portentosi su moltissime problematiche. In particolare i risultati migliori ci sono stati – spesso portando alla risoluzione evitando assunzioni croniche di farmaci – per sconfiggere pressione alta, ansia, depressione, infertilità idiopatica, insonnia, fobie, disturbi della menopausa, mal di schiena e mal di testa.

Come si può applicare la tecnica combinata

Nel libro di Benson e Proctor è illustrata una modalità ben precisa, ma ognuno la può personalizzare, meglio se inizialmente con la guida di un esperto.  L’obiettivo resta quello di trovare il modo migliore, che può essere diverso per ognuno, per ottenere una risposta di rilassamento. E’ importante dedicare ogni giorno 12- 15  minuti e successivamente dedicare 8-10 minuti alla visualizzazione di una situazione di benessere fisico-emotivo.

Come fare la visualizzazione

La visualizzazione può essere fatta semplicemente ricordando un momento già vissuto oppure immaginando una situazione di benessere. Basta questo a produrre nel corpo le modificazioni biologiche come se si stesse veramente vivendo quella situazione. Questo crea una nuova memoria cellulare che influenza positivamente l’interno sistema mente-corpo migliorando la nostra salute.

La tecnica di rilassamento a mediazione corporea, messa a punto dall’Istituto di Riza Psicosomatica è una tecnica guidata corporea che alterna contrazione muscolare e rilassamento.

Prima applicata e poi immaginata. La tecnica favorisce la creazione spontanea di immagini benefiche, che spesso risultano già risolutive. Come risultati minimo, in ogni caso, forniscono un supporto per affrontare con calma e rilassatezza le situazioni problematiche.

Imparare a rilassarsi ma non solo

Nei corsi che tengo uso una tecnica combinata tra le varie apprese come naturopata, unendo alla visualizzazione guidata anche esercizi di respirazione, tecniche brevi per interrompere la tensione durante la giornata. Sembra incredibile ma già pause di un paio di minuti aiutano a superare momenti difficili di stress e ansia.

L’impegno quotidiano

La prima cosa che dico ai partecipanti ai corsi, la cui frequenza è una volta a settimana, o a chi chiede di essere seguito individualmente per apprendere la tecnica è che per ottenere risultati concreti e duraturi occorre un impegno quotidiano di almeno 20 -25 minuti e che ognuno deve trovare a casa il tempo per ripetere gli esercizi appresi, in solitudine e calma, per un periodo di almeno 8 settimane.

Nessuna pillola.. e attenzione allo stress

E’ necessario quindi abbandonare l’idea a cui siamo stati abituati dalla farmacopea della “pillola magica” che guarisce tutto e subito, spesso con pesanti effetti collaterali, e capire che la salute è una responsabilità individuale alla quale vale la pena di dedicare tempo e cura, anche in un’ottica di prevenzione. E’ ormai dimostrato infatti che lo stress si situa in cima alle cause e concause di patologie anche molto gravi.

Provare questa tecnica costa davvero poco in termini di spesa e tempo quotidiano se si dà valore alla nostra salute, riconoscendo finalmente al nostro organismo la capacità di rigenerarsi e mantenersi sano, efficiente e felice.

Approfondimenti e bibligrafia

Rilassati e Guarirai di Herbert Benson e William Proctor, Disponibile qui su Il Giardino dei Libri.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.