Stella alpina o Edelweiss: le proprietà antiossidanti per la pelle

stella alpina, Leontopodium alpinum, foto di Claudio Monteverdi, regina delle montagne,
Stella Alpina nella Valle del Freddo (BS)

La Stella Alpina, Leontopodium alpinum, appartiene alla famiglia delle Asteraceae. Nota anche con il nome Edelweiss, grazie al suo aspetto tipico e caratteristico è considerata il simbolo della montagna. Il suo habitat tipico sono i pascoli alpini; sulle Alpi italiane cresce spontanea in alta quota, dai 1.500 fino ai 2.600 metri di altitudine. È una pianta di piccole dimensioni, che raggiunge al massimo i 20 cm di altezza; sboccia tra Luglio e Settembre. Cresce anche sui Pirenei e sui monti dell’Himalaya.

Leontopodium alpinum: significato

Il suo nome scientifico Leontopodium significa piede di leone in quanto la sua forma ricorda l’impronta di un leone.

Il nome tedesco Edelweiss significa nobile candore, che sottolinea la purezza di questo bianco fiore che domina le vette delle montagne, anche quelle quasi irraggiungibili.

Stella alpina proprietà della pianta in cosmesi

La Stella alpina è un potente antiossidante naturale. È usata principalmente in cosmesi: grazie alle sue eccellenti proprietà aiuta a combattere i radicali liberi, rallentando l’invecchiamento cutaneo.

Anche altre importanti proprietà della pianta regina delle montagne erano già note nella medicina popolare, ma recenti studi scientifici hanno confermato le sue virtù antiossidanti e terapeutiche.

Grazie alle sostanze antiossidanti e all’acido clorogenico (un particolare polifenolo) contenuti nella pianta l’estratto preparato con i fiori e le parti verdi della stella alpina esplica una potente azione antiage in quanto inibisce la formazione dei radicali liberi.

Un altro motivo della sua azione di contrasto dei radicali liberi, e quindi antiossidante, è dovuta al contenuto di flavonoidi e acido leontopodico di tipo A e B (attività anti ialuronidasica e anti collagenisica). Questa sua azione antiossidante protegge anche la pelle dai danni causati dal sole.

Altre curiosità sulla stella alpina

In Lombardia, vicino al lago di Iseo, c’è un’area denominata Valle del freddo.Qui ad un’altezza di 360 m sul livello del mare. crescono piante e fiori tipici dell’alta montagna,tra cui la nostra stella alpina. Per saperne di più puoi approfondire qui. Ricordo infine che la stella alpina è una specie protetta, per cui non è possibile raccoglierle. Per l’uso in cosmesi esistono delle coltivazioni allo scopo, anche biologiche.

Bibliografia

Storie di Fiori di Montagna
Storie di Fiori di Montagna
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.