Stare meglio: inizia subito da alimentazione e movimento

stare meglio, stare meglio con alimentazione, conversazione

Stare meglio: è un’esigenza che molti hanno ma che pochi ammettono, inoltre, pochi fanno qualcosa per cambiare.

Come stanno le persone, veramente?

Quando parlo con le persone, amici, colleghi, familiari o semplici conoscenti o clienti e per sincero interessamento, o per educazione, chiedo: “come stai?” generalmente ricevo risposte di questo tenore

  • Bene grazie!
  • Oppure: “Abbastanza bene, grazie” che lascia intendere un bene ma non benissimo, o un non proprio bene ma…
  • Poi ci sono quelli che, qualcosa non va, ma non vogliono lamentarsi apertamente e dicono: “Si va avanti…” o come dicevano i nostri nonni “Si tira avanti…”-
  • Infine, ci sono le persone che aprono il loro vaso di Pandora e iniziano a raccontare tutte le loro sventure.

Tralasciando questi ultimi, se a conversazione avviata, provo ad approfondire con qualche altra domanda, frequentemente e facilmente scopro che la maggior parte delle persone ha qualche problema di salute irrisolto.

Quante persone stanno bene veramente?

Può essere una patologia, oppure anche solo un fastidio, un disagio, ma ce l’ha. Magari solo una difficoltà a digerire, un dolore articolare, un mal di testa ricorrente, un “dormire male”, un nervosismo, uno stato di ansia…

Per quella che è la mia esperienza, solo una minoranza poi mette in relazione questo loro stare così così se non male al proprio stile di vita, alle proprie abitudini e all’alimentazione. Tantomeno con le proprie emozioni.

Eppure, alimentazione e movimento sono i pilastri del nostro benessere.

Perché non se ne occupano?

Perché attendere di stare peggio per poi rivolgersi, troppo tardi, al medico ed eventualmente dedicare prezioso tempo ad esami e poi denaro ai farmaci?

Ha ragione il Dalai Lama

C’è una frase del Dalai Lama che viene spesso citata e che mi ha sempre colpito perché contiene in sé una grande verità:

Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell’Occidente è che perdono la salute per fare i soldi e poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere né il presente, né il futuro. […]

A volte pare che il problema non sia neanche quello di fare i soldi, ma di vivere senza occuparsi davvero di sé stessi e del proprio bene più prezioso: la salute. Un po’ come diceva Anthony De Mello: “La vita è quella cosa che ci accade mentre siamo impegnati a fare altro”.

Puoi iniziare oggi a fare qualcosa per stare meglio

Il problema è complesso, e so di non poterlo generalizzare, ma quel che mi preme è suggerirti, se non ti senti al top, di iniziare a fare qualcosa da oggi per stare meglio. Non aspettare.

Ci sono due elementi fondamentali da cui partire: alimentazione e movimento.

Non ti sto suggerendo di stravolgere le tue abitudini né il tuo stile di vita, ma di iniziare a fare qualcosa per migliorare il tuo stile di vita occupandoti del tuo benessere,  partendo da questi due pilastri del nostro benessere.

Anche un lungo viaggio comincia da un piccolo passo.

Puoi muoverti di più? Fallo, muoviti

In qualunque situazione ti trovi, prova a muoverti di più. Come?

  • È sufficiente fare le scale a piedi qualche volta o qualche volta di più.
  • Poi, scegli di spostarti a piedi quando ne hai l’occasione. Quando devi raggiungere una destinazione in auto, organizzati per arrivare prima e parcheggia a dieci minuti di cammino.
  • Se per lavoro stai seduto a lungo, alzati spesso e muoviti.
  • Non usare la tecnologia per ridurre i tuoi movimenti: la comodità è spesso un’illusione che ti impigrisce e non ti fa davvero bene.
  • Dedica un paio d’ore a settimana a una camminata veloce.

Nessun costo economico e qualche beneficio assicurato.

Sai cosa mangi? Una domanda scomoda

Quanto all’alimentazione, ti faccio una provocazione:

sai cosa mangi?

Sembra una domanda banale ma non lo è, rispondi sinceramente.

Ecco cosa intendo:

  • Conosci gli ingredienti dei cibi che mangi ogni giorno?
  • Scegli consapevolmente i tuoi cibi oppure non ci fai neanche caso?
  • Mangi sempre le stesse cose o sei pronto a variare i tuoi pranzi, le tue cene, le tue colazioni?
  • Conosci la stagionalità di frutta e verdura?
  • Sai che lo zucchero fa male e viene aggiunto a tantissimi alimenti?
  • Sai riconoscere i peggiori additivi e conservanti usati dall’industria alimentare?
  • Ragioni ancora in termini di calorie e grassi?

A te le risposte.

Forse, è arrivato il momento di cambiare.

Il Gusto di Stare Bene
Moreno Cedroni, Antonio Moschetta
Il Gusto di Stare Bene
Tutta la verità sul cibo che fa vivere a lungo e in salute con le ricette di un grande chef
Newton & Compton Editori
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.