Star of Bethlehem, superare trauma e shock con i Fiori di Bach

bach, Star of Bethlehem, shock, trauma, rimedio naturale

Sono sotto Shock ! Ma come è potuto accadere? Non riesco a farmene una ragione! Oppure, da quella volta sono bloccato… sono le frasi tipiche dello stato emozionale “Star of Bethlehem“.

Quando è utile Star of Bethlehem

E’ un fiore che spesso viene associato a lutti, separazioni, violenze. Infatti si tratta di un rimedio floreale indicato per lo shock, il grave senso di perdita e il dolore che ne possono conseguire. E’ tra i più conosciuti  Fiori di Bach probabilmente perché è un importante ingrediente del Rescue Remedy, per questo motivo alcuni esperti lo considerano il rimedio per le situazioni di emergenza, da usare “al bisogno” quando la situazione lo richiede;  in realtà l’azione di questo fiore è molto più ampia, in quanto può essere molto utile  in tutti quei casi caso in cui un trauma o una perdita vissuti in passato non siano stati elaborati in modo compiuto.

Nei casi di emergenza tipicamente ci si riferisce ai casi di  dolore conseguente a lutto, incidenti, distacco, abbandono, perdita, ma anche a licenziamento, tradimento, separazione, parto, oppure altre manifestazioni psicosomatiche conseguenze di shock, maltrattamenti e vessazioni. Anche per le crisi d’asma provocate da condizioni di stress, paura del palcoscenico, del pubblico, uno stato di lombalgia acuta che impedisce il movimento il rimedio offre la sua utilità. Va bene anche per alleviare il dolore e lo shock del parto o di un aborto spontaneo.

Ritrovare la serenità

Annuncio pubblicitario

Il suo effetto è comunque quello di consentire alla persona di riconquistare la serenità. Raggiunto questo obiettivo, gli eventi che ne hanno sconvolto l’equilibrio interiore possono essere affrontati in modo più efficace, potremmo dire con maggior presenza e consapevolezza.

Star of Bethlehem, gli altri nomi per riconoscerlo

Star of Bethlehem, Stella di Betlemme, ornitogalo o latte di gallina, sono i diversi nomi che identificano questo fiore che appartiene alla famiglia delle Liliacee e che fiorisce da aprile a giugno. In omeopatia si utilizza nel trattamento di alcune forme di ulcera gastroduodenale. Il fiore è caratterizzato dalla forma di una stella regolare a 6 punte. Il termine inglese fa riferimento al luogo di origine della pianta ed alla leggenda cristiana, secondo cui l’ornitogalo nella stalla di Betlemme formò una corono di fiori attorno al capo di Gesù.

Per coloro che sono presi da scoraggiamento o disperazione

Il dott. Bach ha collocato questo rimedio floreale nel gruppo che da il titolo a questo paragrafo, insieme a Elm, Pine, Larch, Sweet Chustnut, Willow, Oak, Crab Apple.

La definizione data dal dott. Bach al rimedio  Star of Bethlehem è la seguente, leggetela tenendo presente che questa sia una base di partenza della situazione di maggior disequilibrio, esistono poi tantissime altre sfumature a livello emozionale: “Per chi è stressato da situazioni che per un certo lasso di tempo hanno causato grande infelicità: lo shock di una brutta notizia, la perdita di una persona amata, lo spavento causato da un incidente e altri eventi del genere. Questo rimedio può essere di aiuto a coloro che, in simili occasioni, rifiutano il conforto degli altri.”

Quando consigliare Star of Bethlehem ?

Ecco in sintesi gli indizi che possono indurci a consigliare di ricorrere al fiore di Bach Star of Bethlehem  magari in unione ad altri rimedi che verranno scelti per il caso specifico.

  • shock fisico, mentale, o spirituale (incidente, lutto, distacco, abbandono, perdita, licenziamento, tradimento, separazione, parto, maltrattamenti, vessazioni)
  • trauma che non si riesce a superare
  • ricordi che non si riesce a dimenticare e che non si vuole ricordare
  • personalità che vive come “stordita” a seguito di un evento traumatico o di una perdita
  • personalità che  non rispondono agli stimoli sensoriali
  • in tutti i disturbi psicosomatici comparsi dopo un evento preciso

Senza controindicazioni, ma…

I Fiori di Bach sono rimedi naturali vibrazionali, per questo motivo non hanno alcun tipo di controindicazione. La loro azione non deriva da azione biochimica, l’unica avvertenza è che si conservano con del brandy per cui nei casi di individui con problemi connessi all’assunzione di alcolici si può trovare una diversa modalità di assunzione in accordo col proprio floriterapeuta, naturopata, o medico.

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.