Spazzolare i capelli: come farlo bene

0
85
Spazzolare i capelli, capelli, spazzola, consigli per spazzolare capelli, ricrescita dei capelli
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

La cura dei capelli

Prendersi cura dei propri capelli è fondamentale per mantenerli sempre belli e lucenti, per questo spendiamo tempo e denaro nella ricerca dei prodotti giusti in base al tipo di capello.

Quello che invece viene spesso sottovalutato è la spazzolatura dei capelli. Sono molte le credenze che ruotano attorno alla spazzolatura, come per esempio quella che pettinarli a lungo li renda più forti e lucenti.

La spazzolatura dei capelli però, se eseguita nel modo giusto, porta con sé una serie di benefici che possono essere riscontrati sia a livello cutaneo, sia sulla loro luminosità. Inoltre, aiuta a far crescere i capelli..

Spazzolare i capelli: i benefici

Da una corretta spazzolatura dei capelli derivano una serie di benefici sia per la chioma che per la cute. Eseguire la spazzolatura nel modo giusto sicuramente aiuterà il capello ad essere luminoso e brillante mentre trascurarla o effettuarla nel modo sbagliato o in maniera troppo aggressiva, renderà i capelli secchi, spenti e sfibrati.

Questo è possibile perché spazzolare i capelli regolarmente e delicatamente, aiuterà a liberarli dalle impurità raccolte durante la giornata e dai residui dei prodotti aggiunti dopo il lavaggio, come lacca o gel, donando infine alla chioma maggior volume.

Spazzolare i capelli: come li aiuta a crescere

Spazzolare quotidianamente i capelli porta con sé un ulteriore beneficio: aiuta i capelli a crescere.

Spazzolandoli, infatti, siamo in grado di stimolarne la crescita, la accelera e aiuta oltretutto a prevenire o districare i nodi e le doppie punte.

L’utilizzo della spazzola, inoltre, è anche utile a capire se ci sono eventuali problemi che possono richiedere il consiglio di uno specialista come un’eccessiva perdita di capelli o la presenza esagerata di forfora o altri residui squamosi. Ma se i capelli sono troppo ingarbugliati, evitate di cercare di districarli con troppa foga per evitare di strapparli e danneggiarli ulteriormente.

Infine, ricordatevi sempre di non pettinare i capelli da bagnati perché l’acqua li rende temporaneamente più fragili e quindi più facili da strappare, aiutatevi allora con le mani.

Spazzolare i capelli, pettinare

La regola però non vale per i capelli ricci, che invece hanno bisogno di essere pettinati da bagnati così da non andare a rovinare i boccoli oppure per aiutarsi a districare i nodi che si sono formati durante lo shampoo.

Spazzolare i capelli: come farlo nel modo giusto

Il modo migliore per spazzolare i capelli senza rovinarli e, anzi, ottenendo tutti i benefici che si possono trarre da questo gesto quotidiano è quello, innanzitutto, di scegliere lo strumento più adatto ai nostri capelli.

Esistono in commercio una grande varietà di spazzole e pettini, ognuno adeguato ad un tipo di capello.

Il materiale della spazzola

Il primo consiglio è quello di evitare sia le spazzole in metallo che quelle in plastica, in quanto il metallo tende a graffiare il cuoio capelluto e a rompere il capello, mentre la plastica spezza i capelli e crea elettricità statica.

Per questo il materiale più adatto è il legno che eviterà di elettrizzare i capelli scongiurando così il tanto temuto effetto crespo, mentre le setole devono essere esclusivamente di cinghiale.

La forma della spazzola

La forma infine dovrà essere piatta, larga per i capelli lunghi o medi e lisci, stretta per i capelli corti.

Se si hanno i capelli ricci, invece, si dovrà optare per un pettine di faggio lubrificato a denti larghi che non andrà a rovinare i boccoli oppure, ancora più naturale, passare direttamente le dita tra i boccoli per non andare a rovinare i volume.

I capelli fini e delicati, al contrario, richiedono l’uso di un pettine di legno o di una spazzola piatta a forma ovale e con setole morbide. I capelli spessi, ancora, vogliono una spazzola piatta e rettangolare.

Un pettine a denti stretti è ottimo per i capelli lisci, perché permette di separare le singole ciocche, oppure una spazzola quadrata per ottenere un effetto extra-liscio.

I capelli mossi richiedono una spazzola tonda perché, grazie alla sua forma, favorisce il naturale movimento delle onde di questo tipo di capelli.

I capelli lunghi, invece, hanno bisogno di una spazzola ovale perché ottima per gestire le chiome lunghe.

Pettinare i capelli ricci, si sa, non è mai semplice ma esiste un tipo di spazzola perfetta per creare boccoli perfetti ed è la spazzola a rullo o “a clessidra”.

Quante volte spazzolare i capelli

Spazzolare i capelli dovrebbe essere fatto due volte al giorno, per circa un minuto, una volta la mattina e una la sera prima di andare a dormire. Evitare quindi di farlo troppo spesso perché una maggiore frequenza potrebbe stimolare una produzione eccessiva di sebo e trasportarlo lungo tutto il capello sporcandolo e danneggiandolo.

Altri consigli

Consigliato è anche spazzolare i capelli prima di fare lo shampoo, così da renderli più facili da lavare avendo già eliminato in anticipo i capelli morti che, tra l’altro, potrebbero finire dritti nello scarico e intasarlo!

Un ultimo consiglio è quello di mantenere spazzole e pettini puliti, eliminando quindi i capelli impigliati tra le setole dopo l’utilizzo e lavandoli settimanalmente con acqua tiepida e shampoo o sapone.

Ti può interessare anche: Olio di cocco per capelli: balsamo naturale, antiforfora, anti-caduta

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articoli
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.