Il sonno e l’orologio degli organi

Una leggenda racconta che avere un ciclo gradevole del sonno è sintomo e preludio per una vita equilibrata e allo stesso tempo, avere una vita equilibrata favorisce un ciclo gradevole del sonno. Così vi abbiamo già spiegato approfonditamente nell’articolo “Sonno dunque sono. Dormire bene per essere pienamente se stessi “.

Sonno e veglia: Yin e Yang dell’Energia

Come in Riflessologia Olistica e nella Teoria dei 5 Elementi, anche il dormire bene (vivere bene) dipende da due forze contrapposte (yin/yang) che si mischiano senza confondersi, si rincorrono senza affannarsi, si incontrano senza scontrarsi: la veglia ed il sonno.

Il nostro organismo oscilla costantemente tra questi due poli; ad esempio quando durante la giornata abbiamo dei picchi di stanchezza che ci richiamano a riposare (la classica pennichella dopo pranzo non è casuale), siamo nell’energia yin, oppure quando durante il sonno abbiamo dei picchi di veglia che ci richiamano a riattivare tutte le funzioni vitali (il classico rumore o un malessere psicofisico improvviso) siamo nell’energia yang.

L’orologio circadiano ed il sonno

L’orologio circadiano, come spiega la Medicina Tradizionale Cinese, viene seguito dal nostro organismo con estrema fiducia che regola su di esso tutte le sue principali funzioni.

L’orologio circadiano, controllato da un orologio interno chiamato nucleo soprachiasmatico o nucleo dell’ipotalamo (una ghiandola endocrina del cervello), suddivide i cicli del sonno secondo uno schema dove gli organi del corpo si alternano per ristabilire l’equilibrio:

  1. Dalle ore 21,00 alle ore 23,00: Il Triplice Riscaldatore (una funzione del cuore studiata dalla Medicina Cinese)
  2. Dalle ore 23,00 alle ore 1,00: Vescicola Biliare (detta anche Cistifellea)
  3. Dalle ore 1,00 alle ore 3,00: Fegato
  4. Dalle ore 3,00 alle ore 5,00: Polmone
  5. Dalle ore 5,00 alle ore 7,00: Intestino Crasso
  6. Dalle ore 7,00 alle ore 9,00: Stomaco

Uno sintomo chiaro che questi organi vivono delle fasi di difficoltà soprattutto in merito alle emozioni ad essi connesse (sovraccarico o svuotamento di energia vitale), è svegliarsi nel cuore della notte, senza alcun motivo apparente:

  1. Disequilibrio dell’Emozione della Gioia
  2. Disequilibrio dell’Emozione della Rabbia
  3. Disequilibrio dell’Emozione della Rabbia
  4. Disequilibrio dell’Emozione della Tristezza
  5. Disequilibrio dell’Emozione della Tristezza
  6. Disequilibrio dell’Emozione della Preoccupazione

L’emozione della Paura viene invece gestita prettamente durante le fasi di veglia.

Quali sono i nemici più temuti dal Sonno?

  • Insonnia Passeggera
    Tensioni, preoccupazioni che tengono attivato il sistema simpatico tenendo l’organismo ed il cervello svegli, coscienti.
  • Insonnia Cronica
    Nella maggior parte dei casi c’è un senso di colpa portato a livelli esasperati.
  • Paura di addormentarsi
    Paura dell’ignoto, paura di perdere il controllo
  • Svegliarsi ad un orario preciso della notte
    Paura di rivivere un evento traumatico avvenuto a quell’ora

Tecniche utili per riappacificare veglia e sonno

Le tecniche che troverai di seguito possono essere applicati singolarmente o tutti insieme prima di dormire.

  • E’ consigliabile stringere forte i pugni in modo alternato. Questo esercizio riportato negli arti inferiori, nella schiena, nei glutei aiuta a rilasciare gli eccessi di rabbia accumulati durante la giornata.
  • Pensare a qualcosa di gioioso, divertente, magari aiutarsi con un buon libro o un film comico dove si ride. Questo esercizio somiglia un po’ ad una tisana alla serotonina, rilasciando il buon umore che verrà portato nel sonno.
  • Massaggiare i piedi in modo delicato e lento, soprattutto dita e talloni. Servirà a riconciliare le due sfere: spirituale e materiale.
  • Massaggiare naso (riflesso della schiena), labbra (riflesso degli intestini) e guance ( riflessi dei polmoni) in modo delicato. Fornirà un ciclo ottimale alla digestione, respirazione ed eliminazione di tossine/scorie.
  • Accarezzare il cuoio capelluto dalla fronte alla zona occipitale, massaggiando anche i capelli, sede principale del ristagno di pensieri e preoccupazioni.

Eccoci arrivati alla conclusione di questo articolo in cui abbiamo imparato come tecniche di Riflessologia e sonno possono coesistere per donarci Benessere per 24 ore.

Non ci resta che dormire sogni tranquilli.
Sogni d’oro!

Ti possono interessare anche: 
Insonnia: 6 consigli per dormire come un ghiro e L’importanza di dormire bene: consigli naturali

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Stefano Intintoli
Riflessologo Olistico Plantare e Massaggiatore Olistico. Lavora e riceve a Padova.
Contatti
Email: armonyariflessologia@gmail.com
Telefono: +39 349 5881092
Website: http://www.armoniariflessologiapadova.com
Facebook: https://www.facebook.com/armonyapereesserebene
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

↑ Torna su