Slow Cosmétique: la cosmesi eco-bio

0
1098
cosmesi, prodotti, oli, creme, biologico

Slow Cosmétique è un movimento fondato da Julien Kaibeck, insegnante di aromaterapia e cosmesi naturale in Francia e in Belgio che ci invita a riflettere sui cosmetici che usiamo quotidianamente ponendoci le seguenti domande: “il prodotto che desidero acquistare risponde davvero ad un bisogno? Qual’è il suo reale impatto sull’ambiente? E sulla mia pelle? “

Il lavaggio del cervello cosmetico

Nel libro “Slow Cosmétique: Consigli e ricette efficaci per una cosmesi eco-bio” Julien Kaibeck afferma “ Oggigiorno la cosmesi è ovunque e rappresenta un mercato gigantesco. Mai sono stati usati così tanti cosmetici….Il problema è che i cosmetici in commercio non sono privi di rischi per la pelle e per l’ambiente. Ma non ne siamo abbastanza consapevoli…Ci viene fatto credere che i cosmetici sono in grado di garantirci una giovinezza eterna e che sono sempre più innovativi. In termini di effetti tangibili e visibili a occhio nudo, però non è così. Ma il messaggio è lo stesso da quasi un secolo: – Consumate!Questo prodotto risponde a un nuovo bisogno! E’ migliore del precedente! Voi valete!-”.

Questo lavaggio del cervello ci induce a comprare trascurando consapevolmente o inconsapevolmente prodotti che non solo sono dannosi per noi, ma lo sono anche per il pianeta.

Annuncio pubblicitario

La Slow Cosmétique si affianca allo Slow Food, il movimento che invita ad un’alimentazione più sana ed ecologica, per educarci all’acquisto di prodotti naturali, atossici, biologici ed ecologici.

Imparare a scegliere i cosmetici

Julien Kaibeck ci sensibilizza verso l’ambiente facendoci portare attenzione e consapevolezza ai nostri gesti quotidiani: “ Quando sciacquate il vostro doccia schiuma, ogni mattina, vi capita di pensare all’impatto ecologico di questo prodotto?”

Nel libro possiamo imparare a leggere le etichette di ciò che acquistiamo sapendo decifrare il significato ed i dettagli delle parole: silicone, parabeni, emulsionanti, SLS, profumi, coloranti, alcoli grassi ed i conservanti. Inoltre, impariamo ad osservare e comprendere quando un prodotto è veramente eco-bio: spesso gli slogan pubblicitari fanno passare per biologico ciò che non lo è ed a volte, lo si nota a partire dalla confezione molto poco ecologica.

La Slow Cosmétique ci invita ad un “ritorno all’essenziale: l’utilizzo di oli vegetali, piante aromatiche, minerali e alimenti per una bellezza più responsabile. Propone inoltre gesti di bellezza per i quali non è necessario alcun prodotto. La ginnastica facciale è un buon esempio” e dice ancora Julien “ L’atteggiamento slow è una rivoluzione gentile…. Questo libro non vi inviterà a smettere di usare creme, emulsioni o fard, bensì vi stimolerà a verificare che questi prodotti rispondano ai valori della Slow Cosmétique e alla sua definizione stessa. Qualche prodotto biologico, dei buoni oli vegetali, zucchero, argilla, miele e parecchio buon senso: avete già a casa vostra tutti gli ingredienti della bellezza slow. E allora spiccate il volo!”

Vi consigliamo la lettura di questo libro che andrebbe sempre tenuto a portata di mano per le informazioni approfondite ed i preziosi consigli di bellezza.

 

Slow Cosmétique, Edizioni il punto d'incontro, cosmesi naturale. cosmesi, creme

Clicca qui per leggere l’indice e le prime pagine del libro

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.