Semi di Papavero: proprietà e benefici

semi di papavero, semi oleosi, papavero

Semi di papavero: ci sono nella vostra dispensa? Vi spiego perché li consiglio.

In uno stile di alimentare sano e ricco di nutrienti non possono mancare i semi oleosi. Fanno parte di questa categoria i semi di papavero, che pochi acquistano appositamente, ma che è facile trovare su panini e brioche. In genere si tratta di semi ricavati da due specie di papavero: Papaver setigerum e Papaver nigrum.

I primi sono bianchi e gli altri neri, ma le loro proprietà sono analoghe. L’odore intenso e aromatico dei semi è dovuto all’elevato contenuto di oli essenziali. Questa caratteristica li rende utili e gradevoli per la preparazione di diversi piatti.

Semi di papavero: le proprietà

I semi di papavero presentano un alto contenuto di lipidi e carboidrati complessi. Hanno un contenuto calorico importante, oltre 500 Kcal per 100 grammi, tuttavia questo non è un problema perchè in genere se ne usano solo pochi grammi. Inoltre è importante sapere che oltre il 50% dei lipidi è composto da acidi grassi essenziali (omega 3 e omega-6).

Le proteine contenute nei semi, circa il 14%, hanno una scarsa presenza di amminoacidi essenziali. Tale caratteristica che quindi ne limita il valore nutrizionale.

Tra le vitamine segnaliamo le vitamine del gruppo B: tiamina (vitamina B1), la riboflavina (vitamina B2) l’acido pantotenico (vitamina B5) e la folacina (o acido folico, B9); vitamina C e vitamina E. I più importanti sali minerali contenuti nei semi di papavero sono: calcio, ferro, magnesio, potassio, rame, selenio, manganese e fosforo.

Importante la presenza della lecitina, una molecola che contribuisce al controllo dei livelli di colesterolo presente nel sangue (approfondisci qui: cos’è e a cosa serve lecitina).

I semi di papavero contrastano l’invecchiamento cellulare, rinforzano le ossa, proteggono il sistema nervoso e sono ottimi antistress. Possono essere utilizzati sotto forma di infuso per conciliare il sonno.

Sono controindicati nei bambini, nelle donne in gravidanza, nei soggetti che svolgono attività sportiva agonistica e che vengono sottoposti ai test antidoping poiché ancora in fase di studio la presenza di alcaloidi.

In cucina

I semi di papavero sono ottimi se aggiunti alla preparazione di pane, focacce, torte salate e dolci, ma possono anche essere aggiunti alle insalate, ai piatti freddi a base di riso, miglio, quinoa o spolverati sui primi piatti caldi.

Olio di semi di papavero

Dalla spremitura a freddo di questi semi si ottiene l’olio. L’olio di semi di papavero è utilizzato solo da pochi estimatori che ne apprezzano le proprietà nutrizionali, inoltre viene impiegato in alcune regioni europee per la produzione di dolci. L’olio di semi di papavero ha un gradevole gusto di nocciola e dal punto di vista organolettico è molto più pregiato dell’olio di arachidi; ha caratteristiche chimiche simili all’olio di lino ed a quello di mandorle dolci. All’interno di una dieta varia suggeriamo di provare ad aggiungerne un cucchiaino alle insalate, di tanto in tanto.

Semi di Papavero Bio
Semi di Papavero Bio
Ottimi nell’impasto del pane!

Curiosità

Una doverosa precisazione: le due specie di papavero di cui abbiamo parlato in questo articolo (Papaver setigerum e nigrum) non sono quelle da cui si ricavano oppio e morfina.  Ed i semi non sono neanche quelli della specie di papavero più comune in Italia, quella che cresce spontaneamente nei campi di frumento:il Papaver rhoeas.

Altra curiosità storica sui semi di papavero: essi sono stati utilizzati fin dall’antichità; i Romani li utilizzavano come condimento uniti al miele. Inoltre, attribuivano ai semi di papavero proprietà afrodisiache e per questo motivo li aggiungevano al cocetum, una bevanda offerta agli sposi novelli prima della luna di miele.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.