Semi di canapa: proprietà antiossidanti, proteine, e aminoacidi essenziali

semi di canapa, superfood, antiossidante, proteine aminoacidi. aminoacidi essenziali, proteine nobili, olio di canapa

Semi di canapa: li avete nella vostra dispensa?

Ci sono cibi che hanno proprietà nutrizionali talmente interessanti, da far trascurare ai puristi dell’alimentazione naturale, il concetto di stagionalità e di prodotto del territorio.

Semi di canapa: meglio degli integratori alimentari

Tra i superfood, o supercibi, da non far mancare alla nostra dieta possiamo annoverare dei semi oleosi che da alcuni anni sono i bella mostra nei negozi di prodotti naturali e bio, ma anche in grande distribuzione: i semi di Canapa.

Un solo seme, così piccolo, racchiude in buone proporzioni ed in forma altamente digeribile gli otto aminoacidi principali che sostengono la sintesi proteica e l’azione del sistema immunitario.

Una caratteristica nutrizionale unica

Si tratta di una combinazione assolutamente unica nel mondo vegetale in grado di soddisfare le necessità nutrizionali dell’essere umano.

Proteine, fibre, vitamine, minerali, antiossidanti ed altri importanti micronutrienti completano il quadro di interesse per i semi di canapa.

Le proprietà dei semi di canapa

I semi di canapa decorticati – e biologici – sono un alimento che si merita in  pieno il titolo di alleato del nostro benessere. Infatti, una alimentazione che comprende i semi di canapa decorticati, ci garantisce una naturale risorsa di antiossidanti naturali, come la preziosa vitamina E, la lecitina, importantissima per il cervello, ed altri preziosi nutrienti.

Proteine vegetali e acidi grassi essenziali

Con un contenuto di proteine nobili pari a 34 gr su 100, con tutti gli aminoacidi essenziali e con quasi il 40% di grassi polinsaturi (Omega 3,6,9), i semi di canapa decorticati risultano essere una ricca fonte di proteine vegetali (25%) e acidi grassi essenziali.

Gli aminoacidi, utili al processo biochimico della sintesi proteica (basilare per il rinnovo cellulare e per la sintesi di diverse sostanze) vengono sintetizzati dall’organismo, tranne gli 8 aminoacidi essenziali che devono essere assunti dall’esterno.

Ebbene i semi di canapa contengono tutti gli aminoacidi essenziali, ed per questo che possono essere definiti alimenti proteici completi. Sono inoltre ricchi di carboidrati, vitamina A, vitamina E, la B (a eccezione della B12), la vitamina PP e la C; infine fibra grezza e sali minerali, clacio, ferro, fosforo, magnesio e potassio.

La leggenda del cibo del Buddha

Si narra che Buddha mangiò solamente un seme di canapa per tre anni durante il suo periodo di ascetismo. Tuttavia il seme di canapa non ha avuto una lunga e ricca storia di uso in quanto cibo come, ad esempio, la soia. Anche se la canapa esiste dal doppio del tempo rispetto alla soia, la dura corteccia esterna del seme non solo protegge la sua abbondanza di principi nutritivi, ma rende anche difficile il suo uso come cibo.

A chi sono utili

I semi di canapa sono un valido aiuto per chi soffre di stitichezza, lo dicono anche i ricercatori della Baptist University di Hong Kong in uno studio pubblicato dalla rivista The American Journal of Gastroenterology. Le proprietà antiossidanti li rendono utili a tutti indistintamente, mentre l’alta percentuale proteica li rendono un cibo particolarmente adatto a chi fa attività sportiva e muscolare intensa. Il consumo abituale di questi semi contribuisce cosi ad avere un corpo forte e sano, un sistema immunitario ben funzionante e di godere di benessere ed energia vitale.

Semi di canapa e derivati

Le qualità di questo supercibo possono essere apprezzate sia aggiungendo i semi cosi come acquistati oppure appena tostati ad insalate o altri piatti, oppure utilizzando la farina di semi, o anche l’olio di semi di canapa. Inoltre con i semi decorticati di Canapa e con la loro farina si possono ottenere hamburger e formaggi vegetali, creme con cui preparare cibi squisiti che garantiscono un buon approvvigionamento di amminoacidi, acidi grassi essenziali e altri importanti micronutrienti.

Come utilizzarli

I semi sono reperibili sia decorticati al naturale, che tostati. Il loro sapore è gradevole e sono molto digeribili. Anche per questo sorprendente alimento, il consiglio è di provarlo e di inserirlo in una dieta sana, che abbia come base frutta e ortaggi freschi e di stagione, cereali integrali, legumi e, appunto, semi oleosi.

I semi possono essere utilizzati direttamente

  • nelle insalate
  • come snack
  • nello yogurt (come suggerito anche dal dott. Berrino, dell’Istituto dei Tumori di Milano)
  • in vari tipi di pastasciutta (a crudo)
  • nel pane o nei biscotti fatti in casa
  • nelle zuppe
  • nel gomasio (condimento a base di semi di sesamo e sale in minima quantità)
  • sul pane insieme all’olio e il pomodoro o altre verdure

Ovviamente anche i prodotti derivati, come la farina di semi di Canapa e l’olio di canapa consentono di apprezzarne e di beneficiare delle proprietà. Dalla farina, ricavata dai semi di Canapa, si produce ad esempio anche la pasta, ottenuta aggiungendo farina di Canapa a quella di frumento: ne è nata una pasta gustosa, che non scuoce, e con una interessante componente proteica.

L’olio di canapa

Un argomento a parte ma strettamente collegato ai semi di Canapa riguarda l’olio di Canapa, ricchissimo di Omega 3 ed Omega 6 in un rapporto di circa 1:3, un rapporto considerato ottimale per il nostro benessere.

Purtroppo lo stile alimentare attuale presenta proporzioni molto maggiori di Omega 6, che sono pro infiammatori ed a minori di Omega 3 che invece aiutano a prevenire le infiammazioni.

Tempo addietro l’alimentazione aveva un rapporto Omega6/Omega3, di circa 1:2. Attualmente, i rapporti si sono completamente invertiti arrivando a valori di 10-20/1, a favore degli Omega 6.

Un cucchiaio al giorno

Consumando un cucchiaio di olio di canapa al giorno, circa 10 grammi, si assumono 1,7 gr. di Omega 3. Questa quantità copre l’intero fabbisogno di un adulto. In abbinamento ad un consumo continuativo di pesce, se vi piace, 2 volte a settimana, si stabilisce una condizione ottimale per l’apporto di tali sostanze.

Consiglio: solo crudo

Il consiglio – per non disperdere le preziose sostanze in esso contenute – è quello di consumarlo “a crudo”. Una volta aperta la bottiglia, per evitare ossidazione e irrancidimento, è consigliabile conservarla in frigo.

Il sapore è gradevole, richiama il gusto delle nocciole. Si adatta bene per condire, sempre a crudo, insalate, zuppe, legumi, anche insieme a del buon olio extravergine di oliva biologico.

Eccezionale valore nutritivo

Nessun alimento vegetale può essere paragonato ai semi di canapa per quanto riguarda il valore nutritivo.

Sono parole del dott. Udo Erasmus, noto medico nutrizionista ed esperto di grassi oli.

Le proteine contenute nei semi di canapa forniscono al corpo tutti gli amminoacidi essenziali necessari per una buona salute e la loro composizione corrisponde esattamente a quello di cui il corpo umano ha bisogno…

da Udo Erasmus – Fats that Heal, Fats that Kill – Alive Books, 1993.

Semi di Canapa Decorticati Bio
Semi di Canapa Decorticati Bio
Acquistalo su SorgenteNatura.it

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.