Scoliosi, Lordosi, Cifosi: quando è la colonna vertebrale a piegarsi

schiena, colonna vertebrale

Fisiologia Colonna Vertebrale

La Colonna Vertebrale rappresenta l’impalcatura che sostiene l’intero busto, il quale a sua volta contiene il 98% dei nostri organi vitali. Gli unici organi ad avere una collocazione dedicata sono il cervello e parzialmente l’apparato riproduttore.
E’ composta da 26 ossa e lavora a stretto regime con le 25 ossa della gabbia toracica, che ha il ruolo delicato di difendere i nostri organi vitali, come una sorta di cassaforte.

La Colonna Vertebrale è il pilone che regge tutto il peso dei muscoli, degli organi, del cranio del cervello, delle braccia/mani, è composta da 33/34 elementi ossei suddivisi in 5 zone:

  • Zona Cervicale
    Tutti i mammiferi hanno questa zona composta da 7 vertebre, che permettono tutte all’unisono la rotazione del capo.
  • Zona Toracica
    Qui abbiamo 12 vertebre che sorreggono prettamente la cassa toracica (detta anche “coste della gabbia)
  • Zona Lombare
    Hanno lo spessore maggiore rispetto alle altre per il peso sostenuto e sono in numero di 5. Sono costantemente sollecitate dallo sforzo della nostra postura eretta.
  • Zona Sacrale
    5 Vertebre saldate tra di loro a formare l’osso detto sacro su cui si articolano le ossa del bacino. Osso sacro proprio perché difende e sorregge la zona della procreazione e della digestione sia fisiologica che mentale (intestino detto per l’appunto il secondo cervello).
  • Zona Coccigea

E’ formata da 4/5 vertebre molto piccole, fuse tra di loro, le quali nella maggior parte dei vertebrati sorreggono la coda, mentre negli esseri umani sorreggono una sorta di codina, ben visibile durante la gestazione, quando l’essere umano somiglia ad un pesce. Per molti studiosi è la prova inconfutabile che l’essere umano è comparso sul Pianeta Terra sotto forma di pesce, vivendo la sua prima parte nell’ambiente Acqua.

Le curve della Colonna

Annuncio pubblicitario

La Colonna Vertebrale permette flessibilità al nostro corpo, proteggendo al contempo il midollo spinale, ricco di ioni di calcio e di cellule sanguigne, atte alla produzione di sangue.
Nel feto la spina dorsale presenta una sola curvatura nella zona toracica/sacrale, per ovviare allo spazio ristretto dell’utero materno. Le altre 3 curvature si formeranno quando il bambino imparerà a stare seduto, a tenere la testa dritta e a camminare/correre.

Vediamo ora da vicino le curvature anomale della spina dorsale.

Lordosi
La Lordosi è una curvatura convessa anteriore, cioè un infossamento nella zona lombare. Spesso è semplicemente una reazione fisiologica ad un peso “esterno” vitale da portare per un periodo di tempo limitato (vedi la mamma con il feto).

La Chiave di lettura Olistica:

La persona si è sentita svalutata, denigrata? Si tende ad assumere una posizione con la “testa alzata e mento ben predominante” per evitare ulteriori fasi di sottomissione da parte degli altri?

Cifosi
La Cifosi è una curvatura convessa della zona dorsale. Spesso è causata da una malformazione congenita o ad alcune malattie come la tubercolosi vertebrale

La Chiave di lettura Olistica:
La persona percepisce la vita come un peso, un fardello? Si sente schiacciata da un peso morale/sociale? (occuparsi per dovere di una persona malata – voler salvare qualcuno – preoccupazioni eccessive per gli altri)

Scoliosi
La Scoliosi è una curvatura laterale della colonna vertebrale; la zona cervicale/dorsale “tira” in una direzione, mentre la zona lombo/sacrale “spinge” nella direzione opposta. Questa patologia può essere dovuta a distrofie muscolari, poliomelite.
La Chiave di lettura Olistica:
Come abbiamo visto nell’articolo inerente la schiena, la parte alta rappresenta l’elemento maschile e la parte bassa l’elemento femminile. La persona ha percepito durante la sua infanzia un costante disaccordo tra i genitori, che prendevano o avrebbero voluto prendere direzioni diverse?

Cosa ci dice la Riflessologia Olistica?

In  Riflessologia Olistica le ossa sono dominate dall’Elemento Acqua, dall’Emozione della Paura, dalla coppia Reni/Vescica. Nonostante sia quasi impossibile intervenire esclusivamente con la Riflessologia Olistica, senza il valido aiuto della medicina tradizionale (vedi ortopedici, osteopati, fisioterapisti, posturologhi), questa disciplina rappresenta un ottimo strumento per alleviare il dolore ed il disagio, sgonfiando eccessi di paura, di senso del dovere, di rigidità, di educazione coercitiva ricevuta o attuata nei confronti di altre persone (molto spesso sono persone che hanno vissuto l’esperienza del collegio, dell’esercito dove bisogna avere un senso del dovere molto forte e, dove gli educatori sono persone molto rigide e ferree. Una delle frasi più usate in questi luoghi o in famiglie molto rigide è “non hai spina dorsale” di fronte ad una persona estremamente sensibile).
Con la Riflessologia Olistica la persona comincia gradualmente a dare più importanza alla propria felicità che non alla costante ricerca dell’approvazione degli altri, che non è nient’altro che un peso, un fardello sulla propria spina dorsale.

Togliamo i pesi superflui dalla nostra vita per volare finalmente leggeri verso la nostra Felicità!

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.