Sciroppo di Yacon, dolcificante naturale: proprietà, benefici, anche per perdere peso

Yacon, sciroppo di Yacon, perdere peso, Smallanthus sonchifolius

Sciroppo di Yacon, ne avete mai sentito parlare?

La pianta dello Yacon, Smallanthus sonchifolius, della famiglia dei girasoli, è originaria delle Ande ed è molto simile a una patata dolce. Parliamo di una pianta è stata mangiata molto conosciuta in Sud America dove viene usata per scopi medicinali da centinaia di anni. A questa pianta venivano attribuite proprietà curative, utili a migliorare i sintomi del diabete, supportare il funzionamento dei reni e migliorare la digestione. Oggi fortunatamente ci sono alcuni studi scientifici recenti a supporto delle proprietà salutari dello Yacon.

Sciroppo di Yacon: cos’è e come si ottiene

È un dolcificante naturale che si presenta come uno sciroppo dolce, di colore scuro e dalla consistenza simile alla melassa.

Lo sciroppo di Yacon si ottiene per estrazione dalla radice della pianta dello Yacon. Il metodo di estrazione è completamente naturale, per questo motivo parliamo di dolcificante naturale: il succo della radice viene estratto, filtrato e poi evaporato. Un  procedimento simile a quello usato per estrarre lo sciroppo d’acero.

Sciroppo di Yacon, come è composto e perché è diverso dagli altri dolcificanti naturali

Generalmente questo sciroppo dolce contiene più del 40% di fruttoligosaccaridi (wikipedia), detti anche FOS, o oligofruttosio. Si tratta di un carboidrato complesso, difficilmente digeribile dal nostro apparato digerente.

Per questa caratteristica questo sciroppo ha un basso apporto calorico ed un indice glicemico basso. Da qui scaturisce il motivo dell’interesse per questo alimento da parte di chi, per motivi di salute, non può consumare zucchero o altri dolcificanti contenenti glucosio e fruttosio.

Lo Yacon contiene anche una piccola quantità di zuccheri digeribili: fruttosio, glucosio e saccarosio (a sua volta formato da fruttosio e glucosio). Inoltre contiene

  • minerali, in particolare potassio,coinvolto in numerose funzioni biologiche, tra cui la contrazione muscolare (anche del muscolo cardiaco)
  • fibre alimentari utili al buon funzionamento dell’intestino (inulina).
  • è ricco di sostanze antiossidanti (vedi studio), i polifenoli, che aiutano il sistema immunitario a contrastare i radicali liberi, molecole di scarto dei processi fisiologici organici che possono provocare danni alle membrane cellulari e, conseguentemente, accelerare il processo di invecchiamento e favorire l’insorgenza di malattie anche gravi.

I benefici per l’intestino

Una parte dei fruttoligosaccaridi possono in alcuni casi raggiungere l’intestino. Qui costituiscono nutrimento per la flora batterica, che come sappiamo, svolge un ruolo importante per godere di una buona salute.

Le proprietà e a chi è indicato

  • Contribuisce ad abbassare i livelli di insulina nel sangue, per cui può essere utile anche a chi soffre di diabete
  • Contrasta l’ossidazione cellulare per le proprietà antiossidanti dei suoi principi attivi
  • Può svolgere funzione di prevenzione per alcuni tipi di tumore (colon)
  • Aiuta a sviluppare la flora batterica e contribuisce al buon funzionamento dell’intestino
  • Può aiutare a perdere peso ed è indicato nelle diete ipocaloriche

Per approfondire le proprietà fin qui descritte sono disponibili diversi studi scientifici. Nella bibliografia di questo articolo sono riportati i più importanti, pubblicati sull’autorevole sito PubMed. Sempre all’interno del sito indicato, PubMed, è possibile ricercare ulteriori documenti, tutti in lingua inglese.

Sciroppo di Yacon per perdere peso

Lo studio di cui trovate il link alla bibliografia dice proprio questo: lo sciroppo di Yacon fa perdere peso. Attenzione però! Si tratta di un piccolo studio fatto su un campione di 55 donne. Il risultato fa ben sperare ma ricordate che ogni individuo è un mondo a sé, con la sua storia, il suo stile di vita e la sua situazione psicofisica. Inoltre si tratta pur sempre di un sapore dolce, che, arrivando nell’intestino lo predispone ad assorbire meglio anche altri zuccheri assunti con l’alimentazione. Il mio è un invito a non ricercare alimenti miracolosi, ma a sperimentare e nel contempo imparare ad osservare come reagisce il vostro corpo.

Come usare lo sciroppo di Yacon

Può essere usato come altri dolcificanti nel caffè, nel tè oppure per preparare dolci, tenendo presente però che durante la cottura potrebbe perdere molte delle sue proprietà. Meglio usarlo a freddo. Non superare i 10 grammi al giorno che corrispondono a 4/5 cucchiaini. È questa la quantità usata negli studi di cui abbiamo parlato. Se usato per perdere peso se ne consiglia l’assunzione un’ora prima dei pasti.

Avvertenze e controindicazioni

Lo sciroppo di Yacon è controindicato a chi soffre di sindrome del colon irritabile e anche a chi soffre di diarrea.

Se volete provarlo, iniziate con piccole quantità e mettetevi in ascolto delle reazioni del vostro corpo. L’importante presenza di fibre e di fruttoligosaccaridi potrebbe generare problemi di gonfiore intestinale e flatulenza. Un’altra cautela deve essere osservata da chi è allergico alla pianta dei girasole, in quanto la pianta da cui si ottiene questo sciroppo appartiene alla stessa famiglia.

Come sempre, se siete interessati a provare questo alimento ma soffrite di qualche patologia, chiedete prima consiglio ad un medico o ad un professionista esperto.

Dove acquistare lo sciroppo di Yacon

Questo sciroppo è reperibile nelle migliori erboristerie e in alcuni negozio di alimentazione naturale e bio. E’ invece facilmente reperibile online negli eshop specializzati come ad esempio Macrolibrarsi o Sorgente Natura, di cui siamo partner.

Bibliografia

  1. Yacon syrup: beneficial effects on obesity and insulin resistance in humans, PubMed
  2. Evaluation of nutritional and chemical composition of yacon syrup… , PubMed
  3. Yacon (Smallanthus sonchifolius) as a Food Supplement: Health-Promoting Benefits of Fructooligosaccharides,, PubMed
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.