Scie Chimiche: l’importanza di informarsi anche quando è difficile trovare la verità

0
950
scie chimiche, cielo

E’ da qualche anno che in Italia si svolgono manifestazioni contro le scie chimiche in varie città, l’ultima a Bologna lo scorso 18 Aprile. Ma cosa sono esattamente le scie chimiche è difficile scoprirlo, certo è che se una volta vedere una scia bianca in cielo era cosa rara tanto che si diceva “lassù qualcuno mi pensa”, oggi ci spesso accade di osservare il cielo pieno di pennellate bianche.

La ricerca sulle scie chimiche

Oggi informarsi su un argomento è tanto facile quanto difficile. Internet ci consente di reperire una grande quantità di informazioni ma è spesso difficile, soprattutto su alcuni delicati argomenti, trovare fonti autorevoli, persone che “ci mettono la faccia”, dichiarazioni scientifiche.

Le scie chimiche è uno di questi argomenti, non si trova nulla di veramente attendibile o verificabile e, trattandosi di argomento di geo ingegneria, ci vorrebbe un esperto. Proviamo comunque a dirvi ciò che abbiamo scoperto, vi invitiamo a vedere un video che ci è sembrato chiaro e vi suggeriamo di informarvi sempre e comunque cercando di aprire la mente e seguendo il vostro sentire, sopratutto sugli argomenti che in qualche modo riguardano la nostra salute e il nostro benessere!

Cosa sono le scie chimiche

Annuncio pubblicitario

Le prime “anomalie” nei cieli sono state notate negli anni ’90 in America. Lentamente il fenomeno si è diffuso in Australia, Sud Africa fino ad arrivare in Europa. Questi segni bianchi nel cielo erano e sono spesso creati da aerei bianchi anonimi e creano dei reticolati che tardano a dissolversi.

Le normali scie di condensazione degli aerei, invece, sono formate da acqua sotto forma di cristalli di ghiaccio e si dissolvono in circa mezzo minuto, come effettivamente accade quando se ne osserva una rara creata da un volo di linea.

Negli anni molti cittadini e studiosi si sono insospettiti ed hanno iniziato ad osservare e studiare il fenomeno. Ogni qualvolta è stata fatta denuncia alle autorità o chiesto un chiarimento al governo pare non si sia ottenuta risposta. Dalle ricerche effettuate sul terreno, sull’aria e sull’acqua dopo la comparsa delle scie chimiche si è rilevata la presenza di metalli pesanti tra cui ossidi di alluminio e sali di bario che hanno effetti dannosi sui terreni e sulla nostra salute.

Il perché delle scie chimiche

Una volta osservate, e vi invitiamo ad alzare gli occhi al cielo un po’ più spesso nel caso non lo facciate già, la domanda sorge spontanea: perché? A questa domanda ha risposto fortunatamente un esperto, Fabio Mini, un militare italiano che ha avuto il coraggio di “metterci la faccia” e di cui vi invitiamo a vedere il video.

Personalmente mi insospettisco sempre quando non trovo risposte attendibili riguardo un argomento e su questo delle scie chimiche si trovano articoli, video, smentite, notizie con l’accezione di “bufala” ma molto poco di scientifico e firmato da fonte autorevole.

Purtroppo viviamo in una società che lotta per il potere, improntata sul lucro anche dove c’è la malattia perché l’importante è fare business e sulla manipolazione comunicativa per vendere vendere vendere. L’unica cosa che possiamo fare è informarci il più possibile e di imparare a pensare con la nostra testa.

Ecco il video di Fabio Mini che ringraziamo per la sua testimonianza:

 

 

 

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.