Il saluto alla Luna: Chandra Namaskar

saluto alla luna, yoga, luna

Saluto alla luna: fluenti come l’acqua per svelare il nostro lato più segreto

Nelle città senza Mare…

…chissà a chi si rivolge la gente per ritrovare il proprio equilibrio…

forse alla Luna…

Banana Yoshimoto

La luna simboleggia la ciclicità della vita. Rivediamo la ciclicità nell’alternanza giorno e notte, nelle stagioni, nelle maree, nella crescita delle piante. E’ legata all’elemento acqua e governa le energie fredde, fluide, scure, rappresenta anche i segreti nascosti, le parti di noi da svelare, quelle che ancora non conosciamo e riconosciamo. La sequenza del Saluto alla Luna è pensata per attivare le energie femminili, creative, intuitive, legate al mondo onirico.

Annuncio pubblicitario

Ognuno di noi è una luna: ha un lato oscuro che non mostra mai a nessun altro.

Mark Twain

Ti può interessare anche:“Il significato della Luna”

Le sequenze del saluto alla luna

Pratica importante va a riequilibrare le energie attivate con il Saluto al Sole – Surya Namaskar.

Esistono diverse sequenze del Saluto alla Luna, come ci sono differenti stili di Yoga, non esiste una sequenza giusta ed una sbagliata, consiglio di praticare e scegliere la variante che va bene per noi in questo momento.

Vi propongo una versione che si svolge a terra, con posizioni invertite che vanno a stimolare la gola, Vishuddha Chakra, sede delle energie lunari.

Saluto alla luna: quando eseguirlo

Si esegue il saluto alla luna la sera, proprio perché attiva energie calmanti e lenitive, favorisce il sonno, riduce l’insonnia, regola il sistema ormonale, allevia stress e depressione.

Il ritmo

Il ritmo della sequenza è lento, regolato da un respiro calmo e profondo, una sorta di meditazione in movimento.

Le 12 posizioni

Chandra Namaskar è una sequenza di 12 posizioni, cerca di eseguirle con movimenti lenti e fluidi, oppure mantieni ogni posizione per qualche respiro, in modo da rallentare il ritmo.

  1. Posizione del saluto – Namaskaramudra

Seduto con le gambe distese di fronte a te, colonna allungata verso il cielo, mani giunte davanti al cuore nel gesti del saluto.

  1. Posizione della mezza luna aperta – Ardhachandra purvottanasana

inspirando porta le mani verso l’alto e arca la schiena indietro, lo sguardo segue le mani.

  1. Posizione della pinza, con le mani alle ginocchia – Pashimottanasana

Espirando fletti il busto in avanti, variante con le mani sulle ginocchia, poggiare la fronte sulle mani.

  1. Posizione della barca – Navasana

Inspirando solleva il busto e portati in equilibrio sugli ischi, con le gambe distese ed i piedi sollevati da terra, le braccia sono stese avanti a te con le mani all’altezza delle ginocchia. Attiva l’addome.

  1. Posizione del pilastro – Stambasana

Espirando scivola indietro, lentamente poggia la schiena atterra una vertebra alla volta, le gambe si stendono verso il soffitto.  Stendi le braccia lungo il corpo.

  1. Posizione della candela – Sarvangasana

Inspirando spingi i piedi verso l’alto, solleva la schiena da terra e portati con il corpo perpendicolare al suolo. Il peso è sulle scapole e non sulla nuca. Puoi usare le mani per sostenere la schiena oppure lasciare le braccia stese a terra.

  1. Posizione dell’aratro – Halasana

Espirando porta i piedi oltre la testa, possibilmente a terra, mantenendo le gambe distese.

  1. Posizione del Solco – Karnapidasana

Inspirando porta le braccia oltre la testa, espirando piega le gambe portando le ginocchia a terra vicino alle orecchie.

  1. Posizione della barca – Paripurna Navasana

Inspirando rotola sulla schiena, riporta gli isci a terra e solleva il busto ritornando in Navasana (4).

  1. Posizione della pinza – Pashimottanasana

Pora le mani verso l’alto ed espirando fletti il busto avanti portando le mani ai piedi.

  1. Posizione della mezza luna aperta – Ardhachandra purvottanasana

Inspirando unisci i palmi, solleva il busto e arca la schiena indietro.

  1. Posizione di saluto alla luna – Chandranamaskara mudra

Espirando allinea la colonna, distesa verso l’alto e porta le mani giunte al cuore.

Se hai problemi alle cervicali o alla tiroide evita le posizioni invertite. In ogni caso puoi valutare delle varianti per ogni posizione, rendendole adatte al tuo corpo se le trovi eccessivamente intense.

Non forzare, ascolta il tuo corpo, accetta i tuoi limiti… e buona pratica!

Folle è l’uomo che parla alla luna. Stolto chi non le presta ascolto.
William Shakespeare

Ti può interessare anche:“Il saluto al sole: Surya Namaskara”

Saluto alla Luna
Saluto alla Luna
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.