Rosa canina: proprietà, benefici e come utilizzarla

rosa canina, falsi frutti, bacche rosse, gemmoderivato di rosa canina, infuso di rosa canina

Rosa canina, un rimedio della natura molto utile nella stagione fredda, da conoscere.

L’arrivo dell’autunno e i cambiamenti della natura

All’inizio del periodo autunnale, le foglie degli alberi iniziano ad ingiallirsi, i prati ed i boschi si tingono di una moltitudine di colori, dal verde più brillante dei muschi e dell’erba, al marrone della terra, dipinta dall’arancio e dal vinaccia del fogliame. Le giornate si accorciano ed il clima si fa più sempre fresco. Insomma la natura inizia ad addentrarsi nel suo periodo di letargo.

I malanni di stagione

E’ proprio in momenti come questi, che il nostro organismo, preso dalla frenesia quotidiana, non è sempre in grado di adattarsi in maniera ottimale alle nuove condizioni climatiche. Ed ecco allora che giungono i primi malanni di stagione:

Possiamo però avere un approccio di tipo olistico, utilizzando alcuni rimedi che la natura del nostro territorio generosamente ci offre.

Uno fra questi è proprio la rosa canina.

Proprietà della Rosa canina

La rosa canina (famiglia delle Rosacee) è un arbusto cespuglioso e spinoso a foglia caduca (cioè di inverno perde completamente il suo fogliame), che può raggiungere fino ai tre metri di altezza. I fiori, bianchi e delicatamente profumati, sbocciano ad inizio estate, mentre i frutti (cinorrodonti) che maturano proprio in questa stagione sono in realtà falsi frutti, ovoidali ed allungati, di colore rosso e dalla buccia liscia.

Le bacche di rosa canina, i falsi frutti, sono conosciute in medicina erboristica per il loro contenuto particolarmente elevato in vitamina C (acido ascorbico).

La vitamina C è un potente antiossidante, è un ottimo coadiuvante per migliorare le proprie difese immunitarie e difendersi dai malesseri invernali.

I falsi frutti contengono altresì tannini, carotenoidi, riboflavina, acidi organici (acido malico e citrico) flavonoidi, pectine e carboidrati. In seguito alla loro essiccazione il contenuto in vitamina C scenderà mediamente dal 5% a circa l’1%.

Grandi quantità di vitamina C e importanti tannini

La sua ricchezza in tale vitamina ne fece un integratore naturale di massa in tempi di carestia durante il secondo conflitto mondiale, in particolare in alcuni paesi del nord Europa (come la Gran Bretagna) ove gli agrumi erano ormai introvabili causa il blocco delle importazioni.

Si stima che 100 gr di rosa canina possano contenere fino a 2000mg di acido ascorbico (vit.C) rispetto ad un arancia media di pari peso che ne contiene mediamente 50 mg.

I tannini contenuti nelle sue bacche le conferiscono, inoltre, proprietà anti-diarroiche (tale gruppo di molecole esplicano infatti una funzione astringente) ed altresì può essere considerata un buon vaso protettore dei vasi sanguigni.

Proprietà del decotto di Rosa canina

Sotto forma di decotto (di radici e/o falsi frutti) ha un azione diuretica stimolando le funzione renali nell’espulsione delle tossine. Facilità altresì l’eliminazione dell’acido urico, pertanto può essere utile anche in caso di gotta e reumatismi.

Curiosità sulla rosa canina

Il suo nome venne attribuito da Linneo, in base al fatto che secondo un aneddoto di Plinio il Vecchio, un soldato guarì dalla rabbia (trasmessagli da un morso di un cane) in seguito al trattamento con un decotto a basi di radici di questo tipo di rosa selvatica.
Dal punto di vista botanico con il binomio “rosa canina” si intende un complesso di specie che differiscono principalmente per alcuni caratteri anatomici. La possiamo ritrovare nelle zone pre-montane e montane di tutta Italia. Cresce in particolare a ridosso di siepi, di boschi e nelle aree incolte. Viene volgarmente chiamata anche rosa selvatica o di macchia.

Come godere di proprietà e benefici della rosa canina (come assumerla).

Ora che conoscete proprietà e benefici della Rosa canina esploriamo insieme le forme di utilizzo di questo prezioso dono della natura.

Estratto secco incapsulato di Rosa canina

E’ la forma di assunzione più funzionale in quanto contiene un contenuto in principi attivi titolato.  Ciò significa che il formulatore ha verificato il contenuto medio delle molecole target responsabili dell’effetto salutistico, affinché ce ne sia una quantità sufficiente per espletare tale funzione.

Come scegliere le capsule di Rosa canina

Fra i vari formulati presenti in commercio preferire quelli in capsule vegetali, a base di idrossipropilcellulosa, piuttosto che quelli in capsule di gelatina (di origine animale – grasso di bovino e suino).

Tintura madre di Rosa canina

Contro raffreddore e stati influenzali assumerne 7 gocce ogni 10 kg del proprio peso corporeo, tre volte al giorno, possibilmente lontano dai pasti.

Gemmoderivato, o macerato glicerinato di Rosa canina

Il gemmoderivato è utilizzato soprattutto nella prevenzione degli stadi influenzali piuttosto che nel trattamento vero e proprio del malessere organico.

Dosaggio

8 gocce ogni 10 kg di peso corporeo, tre volte al giorno per circa due mesi. Al termine del primo mese sospendere la cura per una settimana e poi riniziare.

Infuso di fiori e foglie di Rosa canina

I fiori freschi sono disponibili solo nel periodo estivo, i falsi frutti nel periodo autunnale e le foglie per il resto dell’anno eccetto il periodo invernale. Le parti essiccate saranno disponibili tutto l’anno.

Dosaggio

5 gr di droga vegetale essiccata in 150 ml di acqua bollente. Lasciare in infusione a fuoco spento per 15 minuti, filtrare e sorseggiare. Eventualmente dolcificare con malto di riso, succo d’agave od estratto di Stevia rebaudiana.

Consigli utili

Attenzione se si volessero consumare i falsi frutti freschi, accertarsi di coglierli in un area boschiva od in una radura che non è stata trattata con diserbanti o pesticidi e comunque lontano da aree limitrofe a strade trafficate ed attività industriali.

Una volta colti i frutti, è fondamentale pulirli internamente, tagliandoli longitudinalmente ed asportando il cuore centrale costituito da semi e peli, per evitare che quest’ultimi divengano fastidiosi a livello della mucosa orale. Infatti, se ingeriti provocano irritazione e prurito locale). Farli poi macerare per una notte in acqua e sobbollirli il giorno successivo per circa mezz’ora. La polpa di rosa canina può essere utilizzata per preparare marmellate.

Se si volessero preparare degli infusi raccogliere i cinorrodi prima della prima gelata, farli essiccare e conservarli in un barattolo di vetro, lontano da fonti luminose. Per la preparazione della marmellata, invece andranno colti dopo la prima gelata.

Controindicazioni e avvertenze

Non presenta effetti collaterali di rilievo. Non assumere in caso di comprovata allergia nei confronti di uno dei suoi componenti. Non eccedere nell’uso ed attenersi ai dosaggi indicati nelle etichette dei vari formulati presenti sul mercato. Un uso eccessivo può indurre emicrania, nausea, vomito, bruciori di stomaco. In caso di disfunzioni organiche di vario genere o di assunzione contemporanea di farmaci, consultare preventivamente il proprio medico.

Interazioni farmacologiche

Evitare l’assunzione contemporanea di rosa canina ed antiacidi a base di alluminio (la vit.C aumenta l’assorbimento dell’alluminio), estrogeni (la vitamina C ne influenza l’assorbimento, riducendolo) e farmaci a base di litio (la vit.C aumenta il tempo di permanenza di tale elemento nell’organismo).
Contenendo un’elevata quantità di acido ascorbico, determina acidificazione delle urine che potrebbero ridurre l’efficacia di eventuali rimedi erboristici a base di uva urina ed in generale delle ericacee, utili in caso di infezioni del tratto urinario.

Utilizzo erboristico in campo cosmetologico: Il suo estratto è utile nel trattamento delle pelli sensibili, arrossate e particolarmente delicate. Utili anche gli impacchi a base di un infuso di rosa canina. Esplicherà infatti un’azione astringente, lenitiva ed antiossidante.

Meglio la rosa canina o un integratore a base di vitamina C?

Dal punto di vista chimico non vi è nessuna differenza fra la vitamina C contenuta naturalmente in una vegetale e quella in polvere di sintesi.
Quello che differisce è il fatto che la vitamina inserita all’interno di una matrice vegetale complessa comporterà che questa lavori in maniera sinergica con il resto delle sostanze bio-attive presenti.

Il “fitocomplesso” è proprio l’insieme delle numerose sostanze che unitamente le une alle altre ascriveranno le molteplici proprietà salutistiche e/o farmacologhe di un dato vegetale. La presenza di flavonoidi e tannini e delle altre molecole ad attività biologica modulerà la bio-disponibilità della vitamina C e permetterà all’estratto di rosa canina di essere un buon antiossidante e nel contempo anche un immunostimolante, un antinfiammatorio un rivitaminizzante ed un astringente a livello intestinale e cutaneo (quando assunto per via dermica in formulati cosmetici).

Un altro vegetale molto ricco in vitamina C e flavonoidi è l’acerola (Malpighia glabra L.), dai cui frutti, simili a delle ciliegie rsso-arancio, si ottiene un succo ricchissimo in tali elementi salutari.

Bibliografia

  • Echinacea, rosa canina e propoli: le più potenti difese naturali per l ‘organismo ti proteggono e ti curano senza intossicarti – Istituto Riza di Medicina Psicosomatica
eBook - Echinacea, Rosa Canina e Propoli
eBook – Echinacea, Rosa Canina e Propoli
  • Conoscere le piante medicinali. Un percorso scientifico e storico, E.A, S.Regondi, G.Gatti, Ed. MediService
  • Fitoterapia. Impiego razionale delle droghe vegetali, F.Capasso, G.Grandolini, A.A.Izzo -, Ed. Springer
  • Vita in campagna 12/2009, Ed. L’informatore agrario
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.