Riso basmati alle fave con tofu croccante, curcuma e semi misti

0
467
riso basmati, ricetta, tofu, curcuma, fave

Un piatto colorato, saporito e dalle consistenze diverse: il morbido di riso basmati e fave con il croccante del tofu e i semi misti.

Ingredienti:

Riso basmati
Tofu al naturale
Curcuma
Fave (anche surgelate)
Semi misti (zucca, lino, girasole)
Scalogno
1 Arancia
Dado vegetale in polvere biologico
Sale
Pepe
Olio extravergine d’oliva bio

Preparazione:

Lessate le fave in acqua leggermente salata. Scolatele, sbucciatele e fatele saltare in una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva, un fondo di scalogno e un pizzico di sale e pepe.

Cuocete il riso basmati in acqua bollente leggermente salata (potete usare l’acqua in cui avete cotto le fave), scolatelo e quando risulterà asciutto mettetelo in una pentola con un filo d’olio, unite un cucchiaino di curcuma e fatelo saltare fino a farlo diventare leggermente croccante. Durante questa fase assaggiatelo e se lo ritenete necessario, aggiungete un pizzico di dado vegetale in polvere per renderlo più saporito. Alla fine unite le fave, i semi misti e amalgamate bene.

Tagliate il tofu a cubetti o a listarelle, mettetelo in una ciotola con un filo d’olio extravergine d’oliva, il succo dell’arancia spremuta al momento, un cucchiaino di curcuma, sale e pepe. Mescolate bene, fatelo riposare qualche minuto, poi versatelo in una padella con un buon fondo antiaderente e fatelo saltare per il tempo necessario ad ottenere una crosticina dorata.

Servitelo accompagnato al riso basmati con le fave.

Curiosità e proprietà

Avendo un sapore neutro, il tofu ha la caratteristica di assorbire profumi e sapori degli alimenti con i quali viene cucinato o marinato. Ecco perchè in questa ricetta lo si profuma grazie al succo d’arancia. Ha origini antichissime, utilizzato da quattromila anni in Oriente, è un’importante fonte di proteine vegetali, aminoacidi essenziali, privo di colesterolo e un ridotto apporto calorico. Anche le fave si distinguono per le poche calorie: hanno infatti una presenza quasi irrilevante di grassi, ma sono ricche invece di fibre, proteine, minerali e vitamine. L’utilizzo dei semi misti in questa ricetta ha la doppia funzione di dare croccantezza e apportare un altro prezioso contributo in termini di nutrienti: acidi grassi Omega 3, minerali e vitamine.

 

Sonia Chinello

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.