Restare giovani: 5 rimedi naturali per ripulire gli organi

restare giovani, mantenersi in forma

Restare giovani è possibile: a partire da uno stile di vita sano,  ci sono piante, erbe e radici, che possono aiutarci a mantenere i nostri organi efficienti, a rallentare l’invecchiamento e a mantenerci giovani e in forma, anche quando ci troviamo un un’età matura.

Esistono molte piante e rimedi naturali, infatti, che ci aiutano nel rallentare l’ossidazione, favorendo la possibilità di mantenerci in salute e in forma. L’importante è conoscerle e scegliere quelle più adatte a noi, chiedendo comunque consiglio ad un medico o ad un esperto professionista.

Restare giovani: 5 rimedi naturali

Annuncio pubblicitario

Dunque, la natura ci mette a disposizione molti rimedi per restare giovani più a lungo. E’ altresì importante avere ben presente che la buona salute si costruisce giorno per giorno e che si deve sempre partire da uno stile di vita sano e in sintonia con la natura.

I rimedi che vi propongo per restare giovani sono 5, scelti tra i tanti per le loro particolari proprietà:

  • Ginkgo biloba
  • Ginseng
  • Tè verde e tè bianco
  • Astragalo
  • Rhodiola rosea

Vediamo le loro proprietà in dettaglio.

Ginkgo biloba, lo spazzino del sangue

Questa pianta è utile a prevenire l’invecchiamento sia a livello fisico che mentale. La pianta ideale per restare giovani. Le sue foglie sono infatti ricche di sostanze considerate adattogene e antiossidanti. Ad esempio i flavonoidi e la vitamina C, che aiutano la disintossicazione e la eliminazione delle tossine dai tessuti, inoltre facilitano l’ossigenazione. Il Ginkgo biloba è un efficace tonico dei vasi e si merita l’appellativo di spazzino del sangue, in particolare per la sua efficacia nel rimuovere i radicali liberi. È rilevante anche la sua azione tonica ed energetica.

Ginseng, l’anti-age asiatico:

Conosciuto oramai da molto tempo anche in occidente principalmente per le sue proprietà energizzanti, è ricco di vitamine, aminoacidi e Sali minerali. Sue proprietà meno note sono quelle antiossidante e anti-age.

Il suo consumo regolare ha azione stimolante sul metabolismo cutaneo e favorisce la rigenerazione cellulare, garantendo una buona elasticità e compattezza della pelle. Si può utilizzare, oltre che per via orale in capsule di estratto secco di radice, anche come cosmetico. E’ un ingrediente di alcune creme da applicare mattina e sera su viso, collo e decolté.

Tè verde e Tè bianco: disintossicanti e rinforzanti

Tè verde

Il tè verde, ritenuto efficace per le sue tante proprietà salutari, annovera tra queste anche quella di contrastare i danni dell’invecchiamento. Le sue foglie sono infatti ricche di catechine, una famiglia di polifenoli che possiedono notevoli capacità di contrastare i radicali liberi e che, grazie all’assenza di fermentazione delle foglie di tè verde, rimangono presenti in alta percentuale. Grazie a questi antiossidanti la bevanda rallenterebbe in particolare i processi di invecchiamento della pelle.

Alcuni accorgimenti per prepararlo: l’acqua non deve essere bollente ma a 80° e va lasciato in infusione per 2 minuti, e se ne consiglia di bere almeno una tazza al mattino a digiuno e una nel pomeriggio.

Tè bianco

Il tè bianco invece è più costoso e più difficile da trovare, poiché proviene dalle foglioline più tenere dei primi germogli di rare varietà orientali, ma è ancora più efficace.

Contiene antiossidanti protettivi per l’elastina e il collagene, quindi è importante non solo per la tonicità della pelle, ma anche per polmoni e articolazioni. Secondo alcuni studi questa varietà di tè ha poi l’effetto di bloccare il deterioramento del DNA e di stimolare il sistema immunitario.

Astragalo: protettore del cuore

Considerata la radice anti-age, è uno dei rimedi più usati nella medicina tradizionale cinese e giapponese. Grazie al suo contenuto in polisaccaridi, isoflavoni, saponine e oligoelementi, è utile per stimolare il sistema immunitario. Oltre a questo ha anche un effetto antiossidante, protegge l’attività cardiocircolatoria, combatte lo stress e migliora le funzioni cerebrali. Sembra anche avere la proprietà di allungare i telomeri – le parti terminali del DNA e in tal modo rallentare l’invecchiamento. Lo possiamo trovare sia in capsule o compresse che sotto forma di tintura madre.

Rhodiola

La inseriamo in questo gruppo come pianta adattogena, infatti dalla sua radice si estrae un principio attivo che aumenta il potere di adattamento dell’organismo alle modificazioni esterne. Infatti, il processo di invecchiamento non avviene all’improvviso, ma fa parte del continuo mutamento in corso nell’organismo. Questa pianta, oltre che come antistress e antiossidante, agisce come riequilibrante della condizione psicofisica e del tono dell’umore. Per chi ha problemi di peso e per chi desidera ritrovare la forma perduta è un buon alleato, in quanto capace di controllare gli impulsi di fame nervosa. La Rhodiola può essere assunta in compresse di estratto secco o in decotto di radici.    

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.