Quando la natura non segue i suoi cicli: “meteo umori”

sole, temporale, nuvole

Pioggia e freddo in estate; sole, caldo e siccità in inverno, estate o inverno in grande anticipo: la natura e il meteo ci sorprendono sempre più spesso.  Da millenni però il nostro organismo è abituato – e ne ha bisogno – a sole, caldo, luce nei mesi estivi e al buio e freddo nei mesi invernali.

Meteo e ritmo della natura

Quando il meteo va in tilt anche il nostro organismo ne soffre:  il nostro umore ne risente per primo. Così, sensazioni come stanchezza, svogliatezza e irritabilità, sono molto comuni.  Tutto fluisce quando la natura segue i suoi cicli perché noi siamo profondamente collegati ad essa.

Amico sole

Il sole è molto importante  per diversi motivi: determina l’attivazione della vitamina D che contribuisce alla mineralizzazione ossea ed è utile per la cura delle malattie reumatiche. Inoltre i raggi solari aiutano il metabolismo della nostra pelle, tonificano e favoriscono il ricambio cellulare, potenziando il sistema immunitario e regolando la secrezione sebacea.

E se il grande sole è in anticipo? La sensazione è quella della confusione: come i frutti non sono ancora maturi e rischiano di non portare a compimento la loro maturazione, così anche noi perdiamo il ritmo sentendoci disorientati oltre che accaldati!

Al contrario, un inverno anticipato crea mancanza di sufficiente sole. La mancanza di sole agisce sull’individuo stimolando sensazioni e stati d’animo negativi  come tristezza, malinconia e qualche  ansia.

Meteoropatia e sbalzi di temperatura

piove,pioggia, umoreUno o due giorni prima dell’arrivo di una perturbazione climatica o di un netto sbalzo di temperatura, ci sono persone particolarmente sensibili che accusano i più svariati sintomi che, sommati tra loro, costituiscono i cosiddetti disturbi meteoropaticiTali disturbi  – che coinvolgono il soggetto a livello psicosomatico – sono tipicamente: ipertensione, ipotensione,  affaticamento, insonnia, aumento di depressione, mal di testa, desiderio di rimanere in casa, dolori ai muscoli ed alle articolazioni, cattiva digestione. Possono presentarsi anche disturbi dell’umore e problemi  cardiovascolari come palpitazioni o dolori allo sterno.

Questi sintomi  in genere permangono per qualche giorno  e poi diminuiscono man mano che il tempo si stabilizza o cambia nuovamente, grazie ad un processo di adattamento attuato dal nostro organismo. La meteoropatia comprende tutti quei disturbi che sono in stretto rapporto con il clima, con i suoi cambiamenti e con le variazioni di temperatura e luce.

I rimedi naturali

Tra i rimedi naturali i Fiori di Bach possono aiutare le persone sensibili ai mutamenti climatici improvvisi: Walnut per chi è ipersensibile ai cambiamenti, Scleranthus per chi subisce sbalzi di umore, Impatiens per chi diventa ansioso e teso all’arrivo del vento e della pioggia.

Oppure, ci si può affidare ai benefici dell’aromaterapia con le essenze di arancio, limone, ylang ylang, rosmarino, neroli e lavanda. Potete scegliere quella che vi piace di più e  metterne qualche goccia sui polsi. In alternativa potete utilizzare un diffusore di essenze (consigliamo un diffusore a freddo di oli essenziali puri).

Non siamo gli unici a soffrire se il tempo fa le bizze

Anche i prodotti della terra  soffrono se in estate piove troppo, se c’è troppa umidità, se le temperature sono ben al di sotto o al di sopra delle medie stagionali, se l’escursione termica tra i diversi giorni è molto ampia. I frutti non maturano, oppure marciscono prima della raccolta. Questo accade anche se in inverno la temperatura si alza improvvisamente.

Consigli utili

Se le condizioni climatiche del periodo sono instabili e non in sintonia con la stagione ecco alcuni consigli:

  • Uscite ed esponetevi alla luce non appena se ne crea l’occasione
  • Se disponete di tempo libero provate ad attingere alla vostra creatività,  facendo cose che non dipendono dal tempo: leggete un libro diverso da quelli che leggete di solito, cambiate la disposizione di qualche angolo della casa, fate una telefonata ad una persona che non sentite da tempo.
  • Prendetevi cura di voi stessi e di madre terra, che finora ci ha curati ed accolti. Forse è arrivato il momento di dare un po’ di cura ed attenzione anche al luogo che ogni giorno ci ospita.
  • Seguite il ritmo e il ciclo della natura: l’autunno e l’inverno ci portano a stare con noi stessi, a nutrire il nostro mondo interiore; la primavera e l’estate a nutrire il nostro mondo esetriore.
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.