Qi Gong per gli occhi, rafforzare la vista in primavera

0
646
Qi Gong per gli occhi, rafforzare la vista, esercizi Qi Gong, Qi Gong degli occhi

La Medicina Tradizionale Cinese afferma che il Fegato e gli occhi sono in relazione. L’energia del fegato è  connessa all’energia della primavera ed il suo buon funzionamento si riflette su diversi organi, tra cui gli occhi. Per per prenderci cura della nostra vista, ci sono delle valide tecniche di Qi Gong per gli occhi che consentono di rafforzare la vista. Ve ne parlo in questo articolo.

Fegato, occhi e Qi gong

La Primavera è il momento giusto per pensare al nostro Fegato. Secondo la Medicina Tradizionale Cinese la sua energia è in risonanza con questa stagione, la primavera, e la sua sfera d’azione coinvolge diverse strutture del corpo umano, tra cui muscoli, tendini e occhi.

Il Fegato ha un ruolo determinante nella gestione del sangue; nei testi antichi di Medicina Cinese il fegato viene rappresentato come il generale d’armata che individua le strategie per vincere le guerre.

Annuncio pubblicitario

Il Fegato invia il sanguedove c’è maggiore necessità: ad esempio nei muscoli delle gambe se dobbiamo correre oppure lo fa affluire maggiormente agli occhi se dobbiamo leggere o studiare. Il nostro sangue ogni notte mentre dormiamo si raccoglie nel Fegato che ha il compito di rigenerarlo. Ed è grazie all’azione purificatrice di questo grande e prezioso organo, spesso bistrattato, che noi siamo in grado di svolgere molte azioni vitali.

Occhi specchio dell’anima e dell’intelligenza

L’analisi energetica dell’occhio è molto utilizzata in Medicina Tradizionale Cinese; grazie al sistema di canali l’energia degli organi sale fino alla testa e si manifesta negli occhi.

Fegato e vista

Tutti gli organi inviano il loro Qi (energia) agli occhi ma il Fegato più di ogni altro organo ha un’influenza predominante sulla funzione visiva; l’energia del Fegato condiziona la capacità di distinguere i colori e rende possibile la visione notturna.

Cuore e luminosità degli occhi

Il Cuore comanda la circolazione e i vasi sanguigni e nutre queste “finestre” dando agli occhi la luminosità della consapevolezza.

Reni e sguardo

Reni sono come le radici di un albero che pescano dal terreno la linfa e la fanno risalire per nutrire rami e foglie.  Uno sguardo luminoso e vivo è segno di una buona energia vitale; uno sguardo opaco e spento indica carenza di vitalità. Un indebolimento della vista corrisponde pertanto ad un indebolimento degli organi interni.

Ecco perché gli occhi sono il segno della salute dell’organismo.

La vista: guardare consapevolmente

La vista è sicuramente uno degli organi di senso oggi maggiormente stimolati. A parte le patologie oculari, di cui non è nostro compito occuparci, ci sono molti fattori legati alle cattive abitudini e allo stress della vita moderna che contribuiscono a indebolire progressivamente la vista.

Le cattive abitudini per i nostri occhi

  • Durante tutta la giornata “guardiamo” il pc, lo smartphone, il tablet, la tivù, praticamente senza sosta, talvolta fino a notte fonda. L’uso eccessivo delle varie apparecchiature digitali e le immagini che passano molto veloci sugli schermi mantengono i muscoli ciliari in continua tensione e creano spasmo nei vasi sanguigni
  • L’alimentazione spesso sbilanciata, ricca di grassi, alimenti raffinati e conservanti chimici e carente di nutrienti che apportano “essenza vitale”
  • Inquinamento atmosferico
  • Cattive abitudini di percezione visiva: noi tendiamo a focalizzare soprattutto gli oggetti vicini e non lavoriamo mai sulla distanza, quindi perdiamo l’abitudine a fare l’accomodazione, che consiste nel cambiare la messa a fuoco da vicino a lontano.
  • Stress ed emozioni negative ci portano inconsciamente a limitare il campo delle nostre percezioni visive

Qi Gong per gli occhi: nutrire il Qi e rafforzare la vista:

Se la circolazione dei piccoli vasi intorno agli occhi non è scorrevole e l’apporto di Qi e sangue in questa zona non è sufficiente, tutti i mezzi di rifrazione dell’occhio saranno coinvolti (retina, cornea ecc.) e potranno sorgere problemi visivi di varia natura.

Con il Qi Gong per gli occhi si può migliorare la microcircolazione periferica in quella zona e rendere più scorrevole la circolazione nei piccoli vasi, oltre a rendere più elastica la muscolatura perioculare.

Il Qi Gong per nutrire il Qi e Rafforzare gli Occhi è un metodo della Dott.ssa Ma Xuzhou, oftalmologa, una delle massime autorità di Qi Gong terapeutico in Cina. Figlia ed erede spirituale del Dr. Ma Litang, celebre medico vissuto nel secolo scorso, Ma Xuzhou è diventata molto popolare nel suo paese grazie a trasmissioni televisive realizzate per divulgare il suo metodo di Qi Gong per la vista.

Qi Ging per gli occhi: la pratica

Il Metodo è ben articolato e si basa sull’emissione di tre suoni accompagnati da precisi movimenti delle braccia e respirazioni lente e profonde per rilassare il corpo e la mente. Ogni suono entra in risonanza con il relativo organo interno e ne nutre l’energia.

Suono XU (pronuncia sciuu) per il Fegato,  suono KE (pronuncia ca) per il Cuore, suono CHUI (pronuncia ciuei) per il Rene.

Dopo i suoni, si effettuano movimenti specifici per il collo e per la muscolatura perioculare; poi con gli occhi chiusi si eseguono pressioni su alcuni punti di mani, viso e nuca che corrispondono a determinati canali energetici e si esegue un bellissimo auto massaggio di viso, occhi e tempie rilassando perfettamente tutte le tensioni.

Un esercizio di visualizzazione: occhi umidi occhi luminosi

Infine, un esercizio di visualizzazione per regolare la capacità visiva e si chiude riportando le mani al dantian inferiore (zona di concentrazione dell’energia dei Reni posta sotto l’ombelico).

Per tutto il tempo della pratica si resta concentrati sugli occhi in modo da sperimentare le sensazioni che possono emergere, ad esempio calore, umidità, formicolio: sono tutte positive perché significa che il QI si è messo in moto e ha raggiunto gli occhi.

Questo metodo viene insegnato in Italia da terapeuti che hanno seguito una formazione specifica con la Dr.ssa Ma Xuzhou in quanto lei stessa desidera che venga tramandato nella sua forma integrale rispettando la tradizione.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.