Qi gong d’ autunno: la tigre bianca

La Legge dei Cinque Elementi

Gli antichi Cinesi avevano creato un sistema di corrispondenze per spiegare i fenomeni presenti in natura e nell’uomo. I Cinque Elementi o Movimenti, Wu Xing, sono una vera e propria chiave di lettura di tutto ciò che esiste. Ritroviamo questi cinque Movimenti in tutti i fenomeni del cosmo: punti cardinali, condizioni climatiche, colori, emozioni, tutto può essere classificato all’interno di questo sistema. Le stagioni rappresentano le diverse fasi dei mutamenti che avvengono in natura; si susseguono una all’altra e sono l’esempio dei cicli vitali che cambiano. Anche il ciclo vitale dell’uomo si comporta in modo analogo alle stagioni. Ad ogni stagione corrisponde un momento della giornata, un’età della vita, un organo del corpo umano e anche un animale simbolo. Nel qi gong si utilizza spesso il lavoro stagionale, ossia la pratica di esercizi basati sull’animale simbolo di una data stagione.

L’energia delle stagioni

La Primavera rappresenta la nascita, la crescita, il bambino che si apre alla vita, pieno di potenzialità ancora inespresse; è associata al Movimento Legno, l’animale simbolo è il Drago Verde.

L’Estate è il massimo del calore e della luce, l’ età dell’adolescenza con il suo ardore, il suo coraggio, le ali dispiegate, pronta a spiccare il volo nella grande avventura della vita; ecco il Movimento Fuoco con l’Uccello Rosso. In Autunno, la donna e l’uomo raggiungono la loro pienezza, lavoro, affetti, relazioni, vita spirituale, si fa il bilancio, si raccoglie e si interiorizza. L’energia del Movimento Metallo si esprime con la Tigre Bianca. L’Inverno è il movimento Acqua, il freddo, l’età matura nell’uomo, la fine di un ciclo, ma anche la consapevolezza di essere un seme che darà inizio ad una nuova vita, l’animale è la Tartaruga Nera.

C’è poi il Movimento Terra, ed è quel periodo di transizione tra una stagione e l’altra che serve a mantenere un equilibrio dinamico e accompagnare il cambiamento, il simbolo è la Fenice d’Oro.

Il Qi Gong d’ Autunno

Parliamo ora di una forma di qi gong che può essere praticata in autunno. Questa è la stagione della raccolta, sulla terra non rimane nulla, l’energia vitale si ritira progressivamente, la luce diminuisce e la natura si prepara al sonno invernale.

Si dice che lo yin inizia a rafforzarsi; lo yin è la parte fredda, buia, nascosta che c’è in tutte le cose, sia in natura, che nell’uomo, ed è in continua relazione dinamica con la parte yang, caldo, manifesto, aperto.

L’elemento Metallo è associato ai concetti di sostanza, forza e struttura. In autunno si raccolgono le energie che verranno poi utilizzate durante l’inverno. Secondo la medicina cinese, i polmoni e il grosso intestino sono gli organi associati a questa stagione. I polmoni regolano le funzioni respiratorie; il respiro è fondamentale per la vita ed è uno degli atti più importanti con cui ricostituiamo la nostra energia. Si respira a tutti i livelli, sia emotivamente che fisicamente. Anche la pelle respira, è un terzo polmone, ed è l’organo più esteso di tutto il corpo. L’intestino crasso provvede al deposito ed eliminazione dei rifiuti. Polmone e Intestino Crasso si occupano della pulizia del corpo. L’ animale simbolo di questo Movimento è la Tigre Bianca, che prende il nome da una costellazione di sette stelle (Bai Hu costellazione della Tigre ndr) che appare a Ovest in questo periodo dell’anno.

Questo animale veniva chiamato anticamente “Signore Tigre”, si diceva arrivasse dalle contrade dell’Ovest, scendendo dalla Montagna e annunciando la neve, quindi l’arrivo dell’inverno. La Tigre Bianca, in Cina era considerata come una specie sacra, rappresenta la forza, il coraggio, la protezione sulla quale contare e il bianco è simbolo di purezza.

La Tigre Bianca, anima del polmone

La Tigre è l’anima del polmone, rappresenta il soffio vitale, un soffio che deve essere potente per mantenerci in salute. I polmoni sono gli organi che ci proteggono dalle invasioni degli agenti patogeni esterni, in quanto fanno circolare l’energia difensiva; quindi bisogna rinforzare questi organi.

Il Qi Gong della Tigre Bianca lavora con respirazioni profonde, movimenti ben articolati per aprire il petto e ampliare la capacità respiratoria, sciogliere le rigidità della colonna a partire dal collo, spalle, scapole, e fortificare tutto l’organismo. È un bellissimo lavoro molto dinamico che alterna movimenti lenti e movimenti più scattanti, in questo modo l’attenzione è sempre vigile e si incrementano le capacità di coordinazione.

All’inizio della sequenza la Tigre dorme, poi spalanca gli occhi, si risveglia e, come fanno i felini, muove lentamente le spalle, allunga la schiena, stira le zampe, poi esce dalla caverna.

Ora il suo movimento si fa più ritmato, dalle zampe escono gli artigli (i movimenti delle mani che imitano gli artigli sono utilissimi per le problematiche artrosiche delle piccole articolazioni metacarpali); incomincia a fare balzi e a ruggire mostrando la sua potenza. Gratta le unghie sulla roccia, ricarica la propria energia stirando tutte le membra e sciogliendo le articolazioni, poi si avvia con passi felpati, alla ricerca di cibo, guardandosi attorno con circospezione per fiutare il pericolo. E come vuole la leggenda, la Tigre scende dalla montagna con la prima neve, e preannuncia l’arrivo dell’inverno.

Non facciamoci impressionare dal nome di questa sequenza, è un qi gong che tutti possono praticare senza problemi. Da non sottovalutare inoltre l’aspetto emotivo: il polmone viene facilmente colpito dalla tristezza, sentimento che può oscurare la nostra gioia di vivere, la nostra forza. Il qi gong della Tigre Bianca mobilizza, riscalda, rinvigorisce e ci fa ritrovare il buonumore.

Ti può interessare anche:“Qi Gong: benefici dell’arte di coltivare il soffio vitale”

Ti può interessare anche:“Elemento Metallo in Medicina Tradizionale Cinese”

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Marina Silvani
Docente e Operatrice esperta in Discipline Bio Naturali: Tuina, Massaggio Tradizionale Cinese, Qi Gong, Ginnastica Terapeutica. Lavora a Milano e Sesto San Giovanni.
Contatti
Email: silvanimarina6@gmail.com
Telefono: 338 32 87 040
Website: http://www.qigongtuina.it
Facebook: https://www.facebook.com/qigong.calma.interiore/
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

↑ Torna su