Problemi alle orecchie in estate: quali sono i più comuni

0
179
Problemi alle orecchie in estate, problemi più comuni alle orecchie, ma d'orecchie, otite

Problemi alle orecchie in estate, forse a qualcuno di voi è capitato.

Problemi alle orecchie: perché in estate sono frequenti

In estate è possibile andare incontro a una serie di problemi, e fra questi non troviamo solo le scottature e i colpi di sole. Anche le orecchie possono risentire delle condizioni climatiche tipiche del periodo estivo, come ad esempio

  • il calore,
  • i bagni,
  • l’alto grado di umidità.

Si parla di fastidi che alle volte possono diventare anche più gravi e che richiedono senza dubbio un approfondimento.

Ecco perché oggi andremo a studiare quali sono i problemi alle orecchie più comuni in estate, qual è la loro sintomatologia e cosa fare nel caso dovessero presentarsi.

Otite in estate

In estate le otiti sono spesso all’ordine del giorno, soprattutto per le già citate condizioni climatiche. Dato che si parla di infezioni, in questi casi l’orecchio risente del clima umido e caldo, il quale favorisce la proliferazione dei batteri. Non è casuale che queste forme di infezione vengano chiamate anche “otiti del nuotatore”, proprio per via della loro maggiore incidenza nella stagione estiva.

All’inizio i sintomi sono i seguenti: l’orecchio sembra chiudersi, dando una sensazione di forte fastidio e registrando la comparsa di altri segnali come il prurito.

Si tratta di prodromi che, in fase avanzata dell’otite, portano poi a un dolore che tende a irradiarsi partendo dalle tempie fino ad arrivare alla mandibola. Ne risente anche l’udito, che si abbassa, e persino la masticazione, che si fa dolorosa.

problemi alle orecchie, mal d'orecchie

Come trattare le otiti estive

Il primo consiglio, che si applica a qualsiasi problematica alle orecchie, è di prenotare una visita presso uno specialista dell’udito.

Per fare un esempio, per chi abita in una città come Torino, prenotare al più presto una visita scegliendo un otorinolaringoiatra a Torino su portali come iDoctors, è una scelta fondamentale nel caso si registrino dei fastidi al canale uditivo.

In questi casi è molto probabile che si verrà sottoposti ad una pulizia completa del canale auricolare. Solitamente, poi, vengono prescritti cicli di analgesici e viene raccomandata l’applicazione quotidiana di gocce otologiche.

Se invece l’infezione dimostra di essere a uno stadio avanzato, in genere il professionista prescrive al paziente un ciclo di antibiotici, per andare ad abbattere lo stato dell’infezione. Altre opzioni utili, ma solo nei casi più leggeri, sono le gocce con una percentuale del 2% di acido borico.

Infine, come prevenzione, si consiglia di lavarsi bene le orecchie sotto la doccia, così da evitare del tutto l’insorgere del problema.

L’orecchio del nuotatore

In estate la frequentazione di mare e piscine può provocare altri problemi alle orecchie, e non è detto che si tratti necessariamente di infezioni come le otiti.

In tal caso si parla, ad esempio, del cosiddetto “orecchio del nuotatore”: è una condizione che si sviluppa a causa dei ripetuti ingressi in acqua, che può spingere l’orecchio a gonfiarsi, con la comparsa di tumefazioni molto dolorose e fastidiose. Purtroppo le suddette condizioni creano un habitat perfetto per i batteri, i quali potrebbero svilupparsi e causare dunque la già citata otite del nuotatore. Per prevenire l’infezione si consiglia di interrompere i bagni fino alla completa guarigione e di rivolgersi, come già visto, a uno specialista.

Altri problemi alle orecchie in estate

La pulizia professionale del canale uditivo e delle orecchie è importante anche per la rimozione del cerume. Questa sostanza, difatti, quando entra a contatto con l’acqua si comporta come una spugna: l’assorbe e cresce in volume, creando non pochi disagi. In ultima istanza, occorre parlare pure delle variazioni di pressione, molto frequenti in estate, sia per chi frequenta il mare sia per chi ama la montagna. Qui è determinante possedere un’ottima capacità di compensazione, la quale può essere aiutata con la masticazione delle gomme o deglutendo di frequente.

Le problematiche alle orecchie, oltre a produrre fastidio, possono creare situazioni più pericolose come le infezioni batteriche. Ecco perché ci si dovrebbe sempre rivolgere ad uno specialista.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.