Prenditi cura di te…i segreti per farlo davvero!

0
2203
bimba, prato, fiori

Prenditi cura di te….quante volte sentiamo pronunciare questa frase così bella, quando mi capita di sentirla avverto una sensazione di dolcezza, leggerezza e profondità insieme.
Prendersi cura di sé sembra così semplice, facile addirittura scontato. Invece, se ci riflettiamo bene, se osserviamo la nostra vita scopriamo che non è facile mettersi al primo posto, accettarsi, accogliersi, coccolarsi.

Prenderci cura del nostro corpo

Il corpo, l’esteriorità, l’apparire sono talmente importanti in quest’epoca: creme, cremine, trattamenti, diete, integratori. Ma, ti invito a riflettere su ciò che tu fai quotidianamente per il tuo corpo: cosa usi per la tua igiene personale, come nutri la tua pelle, di quali alimenti ti nutri, che tipo di attività fisica fai…

Osserva e comprendi in che modo ti stai prendendo cura di te. Sei ben informato sui prodotti che compri e usi, leggi gli inci dei cosmetici  e le etichette degli alimenti oppure vai a caso, lasciandoti guidare dagli spot pubblicitari, da un buon marketing, dalla fretta perché hai altro a cui pensare?
Prendersi cura vuol dire fare il massimo bene con attenzione. Significa ascoltare davvero le esigenze del corpo ed assecondarle donandoci salute e benessere. Spesso, invece, il nostro corpo viene maltrattato da trattamenti dolorosi ed invasivi (lampade abbronzanti, dolorosi trattamenti per dimagrire o per eliminare le rughe etc.), viene inquinato con creme e prodotti chimici e cibi spazzatura pieni di conservanti, viene costretto a fare uno sport o un’ attività fisica che non è la migliore per noi solo perché promette risultati estetici strabilianti.
Il risultato, spesso, è la trasformazione in chi non siamo e questo risultato è stato dettato dal bisogno di essere accettati e riconosciuti, per essere come gli altri vorrebbero che fossimo.
Ti stai prendendo cura del tuo corpo? Stai ascoltando le sue esigenze? Lo stai nutrendo in modo sano?

Prenderci cura della nostra anima

Lo stesso vale per la nostra anima. L’anima ci parla continuamente, ci guida a fare ciò che è meglio per noi e di conseguenza per gli altri: sa quando è tempo di dare, quando è tempo di ricevere, quando è tempo per stare in compagnia oppure in pace, in solitudine, sa quando è tempo di fare qualcosa ci nutre. Ma, nella quotidianità, dobbiamo volerla ascoltare e trovare il modo di riuscire a sentire la sua voce.

In quest’epoca di vite intense, piene di lavoro, relazioni, cellulari e social media che non ci lasciano mai soli, non è semplice. Bisogna volerlo fare ed impegnarsi ad ascoltare noi stessi, il nostro cuore. Nell’arco della giornata accadono molte cose piacevoli e spiacevoli che spesso suscitano in noi emozioni e sensazioni. La via più semplice è quello di dar loro poco peso e ascolto, di far finta di niente. Il che significa, trascurarsi, non prendersi cura di sé.
Magari siamo bravi con gli altri, li ascoltiamo, li accogliamo, chiediamo loro “come stai oggi?”. E a noi stessi quante volte capita di chiedere “come sto oggi? Come mi sento? Di cosa ho bisogno?”.
Spesso facciamo cose “controvoglia”, mettiamo gli altri invece che noi stessi al primo posto, diamo poca importanza alle nostre esigenze e trascuriamo una voglia, un desiderio, un sogno.

Come prendersi cura di sé: suggerimenti dal cuore

Dedicati il giusto tempo
Coccolati e abbracciati quando ne senti il bisogno
Nutri il tuo copro e la tua anima come faresti con la persona a te più cara al mondo
Dai il giusto spazio ed attenzione alle tue emozioni, sensazioni, accadimenti
Ogni tanto fatti un regalo, una sorpresa
Chiediti se ciò che stai facendo è ciò che veramente vuoi
Impara a stare in ottima compagnia di te stesso
Ascoltati più che puoi ed impara a chiederti “come mi sento oggi?”
Accettati, apprezzati ed amati così come sei…perché sei unico ed irripetibile e ricorda che non possiamo amare niente e nessuno in modo autentico se non amiamo autenticamente prima noi stessi.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.