Plogging: correre raccogliendo rifiuti per sentirsi meglio

Plogging, raccogliere rifiuti, correre,, running, jogging, ambiente

Plogging: correre raccogliendo rifiuti

Plogging: uno sport che fa bene alla salute e anche all’ambiente. Vediamo di cosa si tratta e perché si sta diffondendo molto rapidamente.

Cosa significa plogging

Plogging è un neologismo che deriva dalla fusione del verbo svedese plocka upp che significa “ripulire”, “raccogliere”, al noto termine inglese jogging. Da qui è facile intuire l’attività che ne consegue: ripulire facendo jogging.

La pratica del plogging è stata inventata nel 2017 dal un podista svedese, Erik Ahlstrom che ha avuto l’idea green di ripulire, correndo, le strade delle città di Stoccolma.

L’idea di correre facendo del bene a se stessi ma anche all’ambiente è piaciuta, tanto che in soli 2 anni, anche grazie ai social, si è diffusa in molte nazioni, tra cui l’Italia.

Che cosa occorre per praticare il plogging

È facile intuire che l’equipaggiamento per il plogging è molto semplice, oltre all’abbigliamento adatto alla pratica del running, è sufficiente dotarsi di un sacchetto della spazzatura e di guanti monouso. Qualcuno utilizza un bastone con una pinza all’estremità, ma è poco pratico e non è necessario.

Dove praticare

Si può praticare ovunque: nelle città, nei parchi, nelle spiagge, in montagna.

Cosa raccogliere

Si possono organizzare uscite con l’obiettivo di raccogliere, in modo mirato, tipi selezionati di rifiuti. Ad esempio, un giorno può essere dedicato alla plastica (bottiglie, tappi, sacchetti) mentre un altro può avere come obiettivo la raccolta di carta e mozziconi di sigaretta. In questo modo alleneremo anche la nostra attenzione selettiva.

I vantaggi per il nostro umore: gratificazione e autostima

Praticare il plogging ha un duplice vantaggio: ci sente bene perché correre ha innumerevoli benefici sul corpo e sulla mente (ne abbiamo parlato qui: 10 buoni motivi per correre), migliora l’umore. La stessa cosa vale anche per la camminata veloce.

Inoltre unire all’attività fisica un’attività socialmente utile come la pulizia dell’ambiente migliora ulteriormente la gratificazione e il benessere psicologico.

Infatti, oltre che fare un’attività che fa bene a noi stessi, contribuiamo a rendere il mondo un posto migliore. La soddisfazione di fare, nel nostro piccolo, la nostra parte, ci fa sentire davvero bene! Provare per credere.

Diffusione in Italia

Il plogging si è diffuso già dal 2018 a livello locale nelle varie città d’Italia, mentre su Facebook le pagine nazionali non hanno raccolto grandi numeri di fan, qui trovate comunque la Fan Page di Facebook: Plogging Italia.

Mi auguro, in ogni caso, che la pratica continui a diffondersi, meglio se in gruppo. Personalmente, pratico la camminata veloce e porto sempre con me un sacchetto per raccogliere plastiche e carte che trovo disseminate sul mio percorso.

Vi invito a prendere in considerazione di fare lo stesso o di organizzare sessioni di Plogging in piccoli gruppi.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.