Piselli: proprietà per fare il pieno di vitamine, proteine ed energia

0
191
piselli, legumi

La pianta dei piselli, Pisum sativum, appartiene alla famiglia delle Papilionaceae. I piselli sono legumi molto antichi, originari probabilmente dell’India. Ancora oggi le maggiori coltivazioni sono nei paesi asiatici, ma si sono ampiamente diffuse anche in Europa. Nel nostro Paese sono coltivate in Veneto, Emilia Romagna e nelle regioni del sud Italia.  Vi sono diverse varietà: i mangiatutto chiamati anche taccole, di cui si mangia anche il baccello come indica il nome, e i piselli da sgranare che si distinguono ne i semi tondi e lisci, che si presentano leggermente farinosi e i rugosi teneri e dal sapore dolce.

Piselli: proprietà

I piselli forniscono all’organismo proteine, fibre, un buon apporto di carboidrati e aminoacidi. Sono ricchi di vitamine, in particolar modo di vitamine del gruppo B, tranne la vitamina B12 e inoltre vitamina A, vitamina C, vitamina E, vitamina K e acido folico.

I sali minerali di cui ci riforniscono sono potassio, magnesio, fosforo, calcio, manganese, cobalto, rame e zinco. Danno anche un discreto apporto di fitoestrogeni che aiutano il momento della menopausa.

Grazie a tutte queste proprietà sono ottimi un ottimo cibo nutriente ed energizzante. Inoltre, rinforzano il sistema immunitario, sono benefici per l’apparato cardiocircolatorio e riducono il colesterolo cattivo.

Grazie all’apporto di fibre favoriscono il benessere dell’intestino sono pertanto indicati in caso di stitichezza. Danno anche senso di sazietà, pertanto sono indicati in caso di dieta ipocalorica. Per chi ha problemi digestivi è meglio consumarli sotto forma di vellutata o purea e sono invece controindicati nei soggetti affetti da gotta.

Sono dei buoni antiossidanti e grazie a questa proprietà sono oggi utilizzati anche nella cosmesi naturale.

Per ottenerne il massimo beneficio vi ricordiamo di consumarli unitamente ai cereali: con riso e pasta diventano un piatto nutrizionalmente completo con il massimo apporto di proteine, ben digeribile ed assimilabile dall’organismo. Abbinati ad altre proteine di origine animale rischiano di creare un sovraffaticamento per l’intestino ed i reni con conseguente sensazione di pesantezza.

I piselli in cucina

Li troviamo freschi, secchi, in scatola o surgelati. Vi suggeriamo come sempre di consumarli freschi: i possono essere consumati sia crudi che cotti e si conservano in frigorifero per circa tre giorni. I piselli secchi sono leggermente più calorici.

Sono legumi versatili e si prestano a molte gustose ricette: dalla vellutata, alla preparazione di torte salate, abbinate ai risotti o alle insalate di riso, nelle frittate oppure vi suggeriamo di provare a saltarli nel wok con carote, porri e tofu: un piatto gustoso, leggero e colorato!

Se invece volete sperimentarli in un piatto molto sfizioso vi suggeriamo di provare la nostra naturicetta di polpette ai tre cereali.

Piselli Biologici
Piselli Biologici – Pronti da servire
La Finestra sul Cielo
piselli
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.