Piante officinali, sempre più italiani scelgono le cure naturali

0
234
piante officinali. erbe officinali, fitoterapia

Sempre più persone scelgono di rivolgersi alla natura per curarsi, approfittando delle numerose proprietà delle piante officinali. Sono i dati a sostenerlo visto che, secondo Eurispes e Coldiretti, in Italia ci sono circa 7,8 milioni di persone che usano queste piantine per migliorare il proprio benessere psicofisico.

Un settore in crescita che è stato di recente oggetto di una riforma legislativa a disciplina della coltivazione e della vendita delle colture officinali. Una riforma che è andata a intaccare una legge oramai vecchia di un secolo: vediamo di capire meglio quali sono queste piante, dove si trovano, come sono disciplinate e quali precauzioni prendere nell’utilizzo.

Cosa sono le piante officinali e dove trovarle

È possibile dare una definizione molto semplice di pianta officinale: si tratta, infatti, di una vegetale i cui principi attivi possono essere impiegati per la produzione di medicinali e/o integratori alimentari, oppure per alleviare particolari sintomi.

Annuncio pubblicitario

La lista di queste sostanze è molto lunga e include nomi di piante particolarmente note come, ad esempio, l’arnica, la calendula, la rosa canina e la valeriana.

Oggi sono davvero tanti gli esempi di prodotti a base di queste piante: basti pensare ai gel e alle creme per curare i dolori e le lesioni muscolari, ma anche ai rimedi per le punture di insetti e per lo stress.

Reperire queste piante, poi, è davvero molto semplice: oltre che nei negozi appositi sempre più numerosi, si possono anche trovare in un’erboristeria online come quella di shop-farmacia.it, dove fra l’altro è anche possibile approfittare di sconti dedicati.

Una nuova legge a disciplina del settore

Poco sopra abbiamo introdotto una riforma che è andata a modificare la Legge 6 Gennaio 1931: ovvero quella che da 90 anni regolava la vendita, la raccolta e la produzione di erbe officinali. Quali sono state le novità introdotte da questa riforma, fra l’altro già approvata? Innanzitutto è stata modificata la definizione di queste piante, aggiungendo anche diverse new entry nella lista di quelle riconosciute ufficialmente.

In secondo luogo, la legge ha chiarito una volta per tutte che qualsiasi attività riguardante queste piante entra nel computo di quelle agricole. Fra le altre novità importanti, figura l’istituzione di un piano di settore che copre l’intera filiera e il disciplinamento del raccolto spontaneo.

Precauzioni nell’impiego di queste piante

Molte persone fanno uso di piante officinali, senza però conoscere i possibili effetti che queste potrebbero produrre in concomitanza con una terapia farmacologica. Le interazioni fra erbe e prodotti farmaceutici potrebbero infatti produrre delle pericolose alterazioni nei secondi: nella fattispecie, potrebbero aumentarne la potenza o renderli addirittura nocivi per il corpo umano.

Nella lista delle erbe con i maggiori effetti alterativi troviamo il ginkgo biloba e il ginseng, soprattutto se accoppiati a farmaci come quelli anti-depressivi o immunosoppressivi. Questo è quanto emerso da uno studio condotto dal professor Edzard Ernst dell’Università inglese di Exeter.

In base a queste ricerche è stata dunque sottolineata l’importanza dell’attenzione in fase di mix fra farmaci e piante officinali. In genere è sempre consigliabile chiedere un consulto ad uno specialista, proprio per evitare effetti indesiderati provenienti dall’uso di questi prodotti.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.