Peso ideale: come fare a mantenerlo

0
533
peso ideale, peso forma, mantenimento del peso forma,

Cos’è il peso ideale e da quali fattori dipende

Sentiamo sempre più spesso parlare di peso ideale, soprattutto se messo in correlazione con la salute e il benessere fisico. Perché, semplicemente, si tratta di un fattore fondamentale per poter raggiungere uno stato del corpo che possa dirsi sano e in forma.

Eppure, non si tratta di un argomento facile da trattare, né scontato, perché bisogna capire esattamente cos’è e da cosa dipende.

Per peso ideale si fa riferimento a un valore che tiene conto di diversi fattori, ad esempio:

  • massa grassa,
  • massa magra,
  • corporatura,
  • altezza.

E si parla del “peso accettato dai medici”, dunque di quel valore che ci consente di poter allungare la nostra aspettativa di vita.

Come calcolare il peso ideale

Il calcolo del peso ideale è molto semplice e si può eseguire facilmente anche online, dato che si basa sull’indice di massa corporea.

Il vantaggio?

In questo modo è possibile distinguere chiaramente gli accumuli di grasso dal peso dovuto allo sviluppo muscolare, ottenendo così una misurazione più precisa della propria composizione corporea.

Va sottolineato, però, che il peso forma cambia da individuo a individuo, quindi per identificarlo con precisione e prendere le opportune misure correttive, serve sempre il supporto di un professionista.

peso ideale, peso forma

I consigli per mantenere il proprio peso forma

Detto ciò, esistono alcune routine che fanno bene a tutti e che aiutano a raggiungere uno stato di salute migliore.

In primo luogo, si parla del mantenimento di un regime alimentare che possa dirsi sano ed equilibrato: dunque privo di cibi spazzatura, e con porzioni non eccessive.

In secondo luogo, è ovvio che nessuna dieta al mondo può bastare, se non viene accompagnata dal giusto grado di attività fisica.

Anche una semplice passeggiata quotidiana di mezz’ora può aiutare a mantenere il proprio peso forma, senza dover diventare degli atleti. Conta anche la fase del sonno, che dovrebbe garantire delle notti regolari e senza fonti di fastidio (come la pesantezza in sede di digestione).

In questo modo è, infatti, possibile ottenere più energie da utilizzare il giorno successivo. Un altro suggerimento molto prezioso è il seguente: meglio evitare la negatività, affrontando la vita con il sorriso, specialmente quando si inseguono dei risultati. Lo stress, infatti, può portare verso la sedentarietà e verso un consumo eccessivo di cibo, avendo come conseguenza un accumulo di massa grassa.

Come funzionano le diete di mantenimento

Per mantenere un peso forma spesso serve impegno e disciplina: due virtù che possono essere di grande aiuto una volta finita la dieta vera e propria.

Continuare sulla retta via, infatti, senza perdere quelle buone e sane abitudini conquistate con fatica e sudore è fondamentale. Su tali presupposti si basano le diete di mantenimento, che consentono di conservare appunto il proprio peso forma senza per questo dimagrire ancora di più e diventare sottopeso.

Come funzionano?

Non è difficile: si aggiunge un certo quantitativo di chilocalorie (kcal) extra al totale assunto in regime di dieta, senza per questo introdurre nutrimenti scorretti, che potrebbero far ingrassare. È chiaro che, anche in questo caso, si consiglia di evitare il fai da te e di farsi seguire da un nutrizionista esperto.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.