Perchè scegliere frutta e verdura biologica: meno pesticidi e più antiossidanti

frutta e verdura

frutta e verdura biologica sono meglio di quella convenzionale?

La domanda su frutta e verdura biologica

E’ una domanda ricorrente.

Annuncio pubblicitario

Perché dovrei acquistare cibo biologico che costa molto di più? E quali sono i vantaggi?

I vantaggi ci sono, e sono tanti e la risposta può essere di “buon senso” oppure più articolata. Certo è che frutta e verdura bio  sono più controllati, vengono coltivati secondo una filosofia “naturale”, contengono più nutrienti, meno inquinanti (pesticidi), ed è anche più buona al gusto. Fidatevi.  Non considero chi – per giustificare le proprie scelte – mette in campo esempi di recenti contraffazioni o pure altri esempi del tipo “ho visto un campo di coltivazione biologica vicino all’autostrada”. Certo è necessario essere attenti quando facciamo i nostri acquisti, come dovremmo esserlo in generale per tutte le scelte che coinvolgono la nostra salute.

Più antiossidanti e meno pesticidi: lo dice anche uno studio

agricoltura biologica, bio, verdura, frutta, perche bioUno studio dell’università di Newcastle pubblicato il 15 Luglio dal British Journal of Nutrition (vedi documento originale), dimostra che frutta, verdura, e cereali biologici oltre a contenere meno pesticidi sono anche più ricchi di sostanze antiossidanti, e questo maggior contenuto di antiossidanti è quantificato per alcuni elementi con un valore massimo del  69%. Lo studio pubblicato è ancora più interessante perchè spiega che i ricercatori  sono partiti dal riesaminare 343 studi già pubblicati sull’argomento, e successivamente hanno applicato dei metodi statistici per comparare i diversi risultati.  Risultato: in media i prodotti biologici contengono il 17% in più di antiossidanti, e per alcune classi questa cifra è ancora superiore.  Dal punto di vista dei pesticidi invece i livelli nelle verdure non biologiche è quattro volte superiore. Sono anche più alti i livelli di alcuni metalli pesanti, come il cadmio, molto dannosi per la nostra salute.

Più antiossidanti, più benessere Uno dei ricercatori coinvolti ha poi dichiarato che lo studio realizzato “ha dimostrato che c’è una variazione nella composizione degli alimenti a seconda del metodo di coltivazione”, ed anche se non sono ancora stati studiati scientificamente gli effetti ed i benefici che la scelta di una dieta biologica può apportare, tuttavia, spiega “alcuni antiossidanti (…) sono stati legati da studi scientifici a un minore rischio di tumori e altre malattie”.

E per noi di BenessereCorpoMente.it questa non è una novità, in più occasioni abbiamo parlato dei benefici degli antiossidanti e del consumo di cibi freschi, di stagione, ricchi di questi particolari nutrienti, oltre che di enzimi e di tutti gli altri micronutrienti.

I consigli per una buona spesa: comprare meno, comprare meglio

Sarà deformazione professionale, curiosità, o interesse per i comportamenti delle persone, spesso mi capita di osservare il contenuto dei carrelli della spesa al supermercato. Non mancano mai dolci e zuccherati, snack, patatine, ma anche tubetti di maionese, salsine varie, verdure sottolio o sottaceto, bibite dolci e succhi di frutta, bevande energetiche, per non dire delle grandi quantità di prodotti da forno o caseari pseudo dietetici, i famigerati prodotti light, che a tutto servono, meno che a dimagrire e ad alimentarsi in modo sano.

Ebbene, basterebbe eliminare (almeno dall’utilizzo abitudinario) solo alcuni di questi prodotti, per sostenere il maggior costo – inevitabile – di cibi biologici.

Scelgo il biologico per  il benessere: mio, delle altre persone, del pianeta

Al di là dello studio citato, è riconosciuto da diversi studi di organismi indipendenti che alimentarsi cibo biologico porta diversi vantaggi per la salute:

  • maggior ricchezza di nutrienti rispetto ad altri tipi di cibo,
  • presenza di  maggior quantità di vitamina C, antiossidanti e minerali (ad es. calcio, ferro, cromo e magnesio),
  • minor presenza di chimica,
  • una conseguente miglior vitalità dei cibi stessi (enzimi).

Ci sono però altri importanti aspetti che non tutti conoscono.  Ne citiamo alcuni ispirati da una lettura di un articolo del sito Mother Nature Network (www.mnn.com)

  • Il cibo biologico non è esposto al processo di maturazione artificiale con il gas, come lo sono invece alcuni tipi di frutta e verdura non biologica (in particolare le banane, ma non solo).
  • Le aziende biologiche sono più sicure per gli agricoltori. Una ricerca della Scuola di Salute Pubblica di Harvard ha trovato un aumento del 70% della malattia di Parkinson tra coloro che sono esposti ai pesticidi.
  • Mangiare biologico può contribuire a ridurre il rischio di cancro. L’EPA, l’Agenzia statunitense per la Protezione dell’Ambiente, classifica il 60% degli erbicidi, il 90% dei fungicidi e il 30% degli insetticidi come potenzialmente cancerogeni.
  • Il cibo biologico sostiene una maggior biodiversità. La diversità è fondamentale per la vita del pianeta. Il cibo geneticamente modificato [OGM] e non biologico promuove la monocoltura ad alto rendimento e sta distruggendo la biodiversità, rendendo i terreni sterili e gli agricoltori dipendenti dalle multinazionali.
  • La scelta di alimenti biologici coltivati in aziende biologiche di piccole dimensioni aiuta a garantire il sostentamento delle famiglie di agricoltori indipendenti. Può essere considerato una versione domestica del commercio equo.
  • La maggior parte del cibo biologico semplicemente ha un sapore migliore rispetto all’equivalente cresciuto con pesticidi.

Articolo del 7 agosto 2014, aggiornato ad agosto 2019

 

Bimbo Bio Bimbo Bio da 0 a 10 anni. Manuale per difenderli

Stefano Apuzzo – Stefano Carnazzi

Compralo su il Giardino dei Libri

Il Biologico Il Biologico – Uno stile di vita naturale

Laura Rangoni

Compralo su il Giardino dei Libri

Frutta e Verdura Biologica Frutta e Verdura Biologica – Nuova edizione

Autori Vari

Compralo su il Giardino dei Libri

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.