Pasta Shirataki: quasi zero calorie e zero glutine

0
309
pasta shirataki, spaghetti, pasta senza calorie

Pasta Shirataki, un alimento che quasi certamente desterà la vostra curiosità. Vediamone i motivi.

Cos’è la pasta Shirataki

La pasta Shirataki si ricava dalle radici della pianta Konjac, originaria dell’asia e molto utilizzata in Cina e Giappone.  Da queste radici a forma di tubero, a seconda della loro lavorazione, si ottiene anche una farina, un addensante e una fibra chiamata Glucomannano di cui vi abbiamo parlato nell’articolo “Glucomannano: fibra vegetale per perdere peso”.

Proprietà della pasta shirataki

Questa pasta fornisce solo 20 calorie per 100gr., è totalmente priva di glutine ed è un alimento nutriente. È naturalmente ricca di fibre e amminoacidi. Fornisce un buon apporto di sali minerali tra cui fosforo, calcio, manganese, ferro e zinco. Favorisce la digestione e aiuta a mantenere bassi i livelli di colesterolo cattivo. Grazie alla sua azione sull’intestino favorisce la depurazione. Poiché a contatto con l’acqua la assorbe tanto da aumentare circa 60 volte il suo volume, ha un elevato potere saziante e inibisce il senso di fame per molte ore. Ecco perché indicata nelle diete a basso regime calorico.

Come si usa e dove si trova

La pasta shirataki si presenta sotto forma di spaghetti dal colore bianco trasparente, anche se qualche azienda sta già provando a crearla sotto forma di riso. La pasta solitamente si trova secca. È necessario reidratarla per poi procedere con la normale cottura.

Grazie alla sua particolare consistenza, non scuoce e assorbe molto il condimento. Il sapore è molto neutro tanto da renderla davvero versatile. La potete provare con tutti i sughi sia della cucina occidentale che di quella orientale. Potete trovare questo tipo di pasta sia in alcuni grandi supermercati, nei negozi che vendono alimenti naturali e biologici oppure on line.

Risino di Shirataki - 50 g
Risino di Shirataki – 50 g
Shirataki Spaghetti
Shirataki Spaghetti

Importanti precauzioni

Anche se siete alla spasmodica ricerca di perdere peso, non esagerate! Il consiglio vale per tutti i cibi ma la pasta Shirataki in particolare, se non consumata con moderazione, può provocare disturbi a livello intestinale come diarrea, flatulenza e ridurre l’assorbimento di sostanze importanti per l’organismo. Le fibre, inoltre, possono ridurre l’assorbimento di alcuni medicinali e creare gonfiore intestinale, chiedere sempre il parere del medico se state assumendo qualche farmaco.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome