Pane fatto in casa: la ricetta perfetta

pane fatto in casa

Nell’articolo “Tutti i vantaggi del pane fatto in casa, anche senza lievito e senza glutine” abbiamo valutato i vantaggi di fare il pane in casa, fornendovi 6 buoni motivi per fare questa scelta.

Oggi vogliamo fornirvi la ricetta e tutti i segreti per fare il pane perfetto. È di fondamentale importanza la scelta degli ingredienti: le farine da agricoltura biologica o provenienti da grani antichi e il lievito madre.

La qualità delle farine e la cottura perfetta che ci permette di ottenere una crosta croccante e una mollica interna morbida e perfettamente aerata influisce sul nostro benessere oltre che sul nostro palato.

Ingredienti

– 150 g farina di grano duro

– 175 g farina tipo 2 macinata a pietra

– 50 g farina di farro

– 50 g farina integrale

– 6 g di sale integrale

– 150 g di lievito madre

– 225 g di acqua

Per la preparazione potete utilizzare il vostro forno di casa sia statico che ventilato oppure vi suggeriamo cuoci pane, cloche a pain, pane, emile henriCuocipane Emile Henry (in francese Cloche a Pain) e lo potete acquistare sul sito: siQuri.com. Fabbricato totalmente con prodotti naturali e creato per fornire al nostro pane la cottura con il giusto tasso di calore ed umidità. È uno strumento, dotato di tutti gli accessori necessari, che può essere utilizzato dalla fase della lievitazione, a quella della cottura, fino alla presentazione in tavola.

Preparazione del vostro pane fatto in casa

Versate in una ciotola tutte le farine ed il lievito madre ed impastate, aggiungendo l’acqua, finché non si amalgamano bene poi aggiungete il sale. Cercate ora con energia di creare la maglia glutinica, impastando nella stessa direzione unendo così le due proteine che costituiscono il glutine: gliadine e glutenine.

In questo modo, in panificazione si dice che stiamo “incordando” il pane. Incordate  per 10 minuti e procedete con la fase che si usa per la preparazione di molti pani dolci, tra cui il panettone, che si chiama “pirlatura”: con un movimento rotatorio provvedete a chiudere l’impasto sotto.

Terminate queste due fasi è il momento di far lievitare per 24 ore il vostro pane: è bene scegliere un ambiente che sia ben coibentato. Potete scegliere una ciotola che avrete cosparso di farina, riporre il vostro pane e chiuderla con una pellicola che permetterà il giusto ricambio di aria e manterrà il giusto grado di umidità.  In alternativa potete utilizzare il Cuocipane che si presta anche per questa operazione.

Dopo 24 ore avrete ottenuto la forma del vostro pane. Potete metterlo sulla teglia del vostro forno ben infarinata oppure lasciarlo sul Cuocipane sempre ben infarinato sotto e spolverare la superficie del vostro pane leggermente umida con dell’altra farina: più farina metterete più creerete una bella crosta sul vostro pane.

Con il taglierino, in dotazione con il Cuocipane, potete ora incidere un taglio della forma che preferite sul vostro pane: una riga singola o una riga doppia, oppure disegnare una spirale.

Procedete ora alla cottura in forno per 40 minuti a 260°, sfornate, tagliate e gustate!

Per apprendere bene tutti i passaggi vi invitiamo a vedere questo video:

 

 

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.