Pancreatite acuta e cronica: sintomi, cause, alimentazione consigliata

pancreatite, pancreatite acuta, pancreatite cronica, dolore all'addome

Una infiammazione del pancreas

La pancreatite è una generica infiammazione del pancreas, ghiandola importante per gli equilibri digestivi e glicemici dell’intero organismo.

Pancreatite acuta

La pancreatite acuta, se non adeguatamente trattata, può essere mortale; la maggior parte dei pazienti colpiti ne esce ristabilita, invece un 25% sarà soggetto al ripresentarsi della patologia che diventerà pertanto cronica.

Pancreatite cronica

Annuncio pubblicitario

La pancreatite cronica, ovviamente, aumenta in modo considerevole la possibilità di incorrere in malattie ancor più gravi come il cancro al pancreas e il diabete. E’ pertanto fondamentale seguire una dieta che faciliti la guarigione da pancreatite, ma soprattutto che prevenga il passaggio della patologia allo stadio cronico.

Sintomi della pancreatite

La malattia in questione si manifesta con un improvviso e violento dolore nella parte superiore dell’addome e con tendenza ad irradiarsi verso la schiena.

I dolori aumentano dopo i pasti, con le ispirazioni profonde e con la palpazione dell’addome, invece tendono a diminuire piegandosi in avanti.

Sono presenti nausea, vomito alimentare e biliare, stato febbrile e ansioso, anche con segni di shock come la cute fredda e pallida.

Nella pancreatite cronica i sintomi sono più lievi; il paziente lamenta un dolore nella parte superiore dell’addome, un’inspiegabile perdita di peso, inappetenza, difficoltà digestive e presenza di feci grasse e untuose.

Cause della pancreatite

Le cause più comuni sono la calcolosi biliare, dove uno o più sassolini emigrano dalla cistifellea al coledoco. Un’ostruzione qui impedisce il deflusso regolare della bile e del succo pancreatico nell’intestino.

Ostruzioni a questi livelli possono essere causate anche da iperparatiroidismo e ipercalcemia che facilitano l’attivazione stessa degli enzimi nel pancreas e la comparsa di calcificazioni del sistema duttale escretore e del parenchima pancreatico.

Anche l’alcolismo e il fumo possono essere causa di pancreatite. Ipertrigliceridemia e predisposizione famigliare sono pure fattori da considerare così come la predisposizione ad alcuni farmaci.

Meno comuni sono le seguenti cause:

  • fibrosi cistica,
  • traumi addominali,
  • tumori del pancreas,
  • tumore dello sfintere di Oddi,
  • ulcera duodenale penetrante,
  • infezioni virali e interventi chirurgici su organi adiacenti, come stomaco, milza, duodeno.

Pancreatite e alimentazione: consigli alimentari

Per la pancreatite, acuta e cronica, si raccomanda una dieta ricca di nutrienti con elevato numero di proteine semplici:

  • cereali
  • frutta
  • verdura
  • prodotti caseari a basso contenuto di grassi.

Evitare cibi fritti e alcolici. Meglio sottoporsi ad esami del sangue annualmente per vedere se c’è insufficienza di qualche alimento.

Viene raccomandata la famosa e rivalutata dieta mediterranea. Essa abbassa il rischio di incorrere in diabete di tipo2, migliora le capacità cognitive e il tono dell’umore, protegge contro l’Alzheimer e le malattie cardiache, protegge contro i vari tipi di cancro intestinale, è associata con un basso rischio di tumore al pancreas.

Il consumo di frutta, verdura e cereali con proteine e grassi in equilibrio giornaliero, sono l’ideale.

Tabella giornaliera tipo

3 porzioni di cereali, 2 porzioni di frutta fresca, 5-7 porzioni di verdura, 1 porzione di frutta secca, 1 porzione di proteine animali semplici, 1 porzione di latticini magri.

Tabella settimanale tipo

3 porzioni di pesce non di allevamento, non più di 2 porzioni di agnello o carne rossa, 3-4 porzioni di carne bianca, 3 porzioni di uova, 3-4 porzioni di nocciole o semi, 1-2 porzioni di dolci non dannosi al cuore, 4-6 porzioni di legumi.

Gli 8 frutti essenziali

More e mirtilli, ciliegie, anguria, prugna nera, uva rossa, mango, mele, melograno.

Le 7 verdure indispensabili

Barbabietole, broccoli, spinaci, cavolo, lattuga, patate dolci, carote.

I cereali necessari

Riso integrale, grano saraceno, polenta, miglio, teff (cereale etiope che favorisce la perdita di peso, rinforza le ossa e il sistema immunitario, favorisce la digestione), amaranto.

I 5 semi e tipi di frutta secca

Mandorle, noci, semi di girasole, semi di zucca, pistacchi.

Proteine semplici e latticini

Pesce pescato, pollame, uova, legumi, yogurt greco, ricotta fiocchi di latte, kefir.

Pancreatite, cose da evitare

Alcool, tabacco e caffeina, allergeni sospetti o conosciuti come il grano, la soia, i latticini, il mais e i dolcificanti artificiali, i cibi fritti, pasta e pane bianco, zucchero, cibi preparati industrialmente contenenti acidi grassi complessi.

Terapia per la pancreatite

Per completezza di informazione tratto anche la terapia in termini generali, che è di pertinenza e responsabilità del medico. Anche in caso di sospetta pancreatite raccomando di rivolgersi al proprio medico di fiducia per una corretta diagnosi.

La pancreatite acuta raramente richiede un intervento chirurgico urgente. Se però è dovuta alla presenza di calcoli biliari, questi, generalmente, sono da asportare. L’intervento è di solito per laparoscopia.

Inizialmente il trattamento terapeutico è conservativo, e consiste in digiuno con somministrazione endovenosa di liquidi ed elettroliti. Nelle forme più gravi si associano farmaci specifici e antibiotici. Le forme lievi guariscono in una settimana senza esiti, le forme più gravi possono richiedere plurimi interventi chirurgici con una mortalità intorno al 10-20%.

L’intervento chirurgico, molto complicato,  ha lo scopo di drenare gli ascessi intraddominali che si formano nella regione pancreatica e di asportare il tessuto infetto  e necrotico.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.