Pancreas: le sue funzioni fisiologiche ed energetiche

pancreas

Cos’è il pancreas?

Il pancreas è una ghiandola di grandi dimensioni che svolge funzioni importanti nell’ambito della digestione e del controllo e assimilazione degli zuccheri.
Con una forma allungata (può arrivare ad una lunghezza di 15 centimetri), è posizionato orizzontalmente dietro lo stomaco. Per la sua forma, ha una parte denominata testa che si colloca a ridosso del duodeno mentre la parte opposta, chiamata coda, è a contatto con la milza.

Un organo, due funzioni

Il pancreas è un organo con una doppia funzionalità.

  1. Una funzione è quella di produrre i succhi pancreatici che si riversano nel duodeno durante la digestione. La produzione giornaliera varia dai 1500 ai 3000 ml.
  2. La seconda funzione è endocrina, ovvero di produzione di ormoni, attraverso gruppi di cellule denominate Isole di Langerhans. Gli ormoni prodotti hanno un ruolo fondamentale nella regolazione del glucosio (definito genericamente come “zuccheri”) nel sangue. I principali ormoni che il pancreas produce a questo scopo sono l’insulina e il glucagone.
    L’insulina è l’ormone che abbassa la presenza di glucosio nel sangue, garantendone il passaggio all’interno delle cellule mentre il glucagone svolge il ruolo opposto, stimolando la riconversione del glucosio immagazzinato nel fegato e quindi aumentandone la presenza nel sangue.

L’importanza energetica, il 3° chakra, la milza come organo gemello

Nelle medicine tradizionali, che hanno una visione energetica del benessere, il pancreas ha altrettanta importanza di quanta ne abbia fisiologicamente.

Infatti è la ghiandola collegata al terzo chakra, conosciuto come “del Plesso Solare”.

Questo chakra ci dice della capacità di affermazione di sé e un disequilibrio energetico potrebbe manifestarsi con ansia, nervosismo e emozioni negative come rabbia, rancore, intolleranza, avidità materiale e spirituale.

Pancreas nella visione della Medicina Tradizionale Cinese

In Medicina Tradizionale Cinese (MTC) il pancreas è associato alla milza. Insieme governano il movimento Terra con l’importante funzione di fornire energia all’organismo, estraendola dagli alimenti ingeriti e immettendola nel sangue (la disponibilità di glucosio sopra descritta).

Uno dei meridiani energetici principali, in MTC, è collegato al pancreas-milza. Ha inizio sul bordo dell’unghia dell’alluce, sul lato interno, risale la gamba all’interno, passa anteriormente sul bacino e sul petto, per terminare nel sesto spazio intercostale, lateralmente.

Lungo questo meridiano ci sono 14 punti che possono essere trattati con le tecniche che lavorano sui meridiani, come tuina, shiatsu, digitopressione, agopuntura.
Anche dal punto di vista emozionale e psicosomatico il pancreas è collegato alla milza e quindi è coinvolto dagli shock più gravi, dal rifiuto dei lutti, da una vita non soddisfacente.

Le patologie del pancreas

Tra le patologie che coinvolgono il pancreas troviamo la pancreatite, nella forma acuta o cronica, l’ipoglicemia e soprattutto il diabete.
La ridotta capacità di produzione di insulina o il suo cattivo utilizzo sono infatti all’origine del diabete, seppure con differenze tra quello definito di tipo 1, che si manifesta prevalentemente in età giovanile, e quello di tipo 2, che colpisce soprattutto persone in età adulta.

Quando qualcosa non va

Tra i sintomi di un irregolare funzionamento del pancreas possiamo trovare una sete eccessiva o l’avere fame poco dopo aver mangiato, disturbi digestivi soprattutto dopo aver mangiato cibi zuccherati o grassi, il desiderio di mangiare spesso cibi zuccherati o grassi, il fastidio per gli odori molto dolci, sensazione di stanchezza, difficoltà di concentrazione, alcuni dolori alla schiena, alla scapola e alla spalla sinistra.

Alimentazione per il pancreas

E’ evidente che il pancreas, essendo coinvolto nei processi digestivi, può essere aiutato anzitutto dalle nostre scelte alimentari.

Infatti il diabete è una patologia sempre più diffusa nelle nazioni che hanno un’alimentazione “moderna”, a base di cibi raffinati e di produzione industriale.
Una cosa molto utile sarebbe considerare la propria alimentazione in base all’indice glicemico degli alimenti. I pasti dovrebbero essere equilibrati, con alimenti che si compensino, attenuando e limitando la presenza degli alimenti che comportino un aumento glicemico.

Cibi che fanno bene al pancreas

I cibi che più aiutano sono i cereali integrali, le verdure e i legumi che con il loro contenuto di fibre rallentano il transito e l’assimilazione degli zuccheri.
Ad esempio, fagioli, lenticchie, spinaci, cipolle, topinambur, porri, indivia, aglio.
Anche con la frutta sarebbe meglio non eccedere, soprattutto con quella troppo dolce, come banana, uva, melone, anguria. Indicati mirtilli e mele.
Per chi utilizza estratti di verdure, quelle più indicate per il pancreas sono carote, spinaci, sedano, lattuga, fagiolini, cavoli di Bruxelles.

Cibi da evitare o limitare

I cibi che vanno eliminati o limitati sono gli zuccheri raffinati, miele, marmellate, bevande gassate zuccherate, succhi di frutta industriali, pasta e pane bianchi, biscotti, fette biscottate, patatine fritte e piatti grassi, burro e formaggio, alcol.

Riflessologia plantare come aiuto al riequilibrio

La riflessologia plantare è un’ottima tecnica energetica per riequilibrare il nostro benessere. I trattamenti, possibilmente personalizzati in base alla situazione della persona, possono essere efficaci anche per le problematiche del pancreas.
L’area riflessa è presente su entrambi i piedi, visto che il pancreas attraversa orizzontalmente la linea mediana del corpo, ed ha quindi una parte a sinistra e una a destra.
Per chi volesse fare una prova, potrebbe essere interessante rilevare l’indice glicemico di una persona diabetica prima del trattamento e successivamente, per verificarne le differenze.

Prendersi cura di sé senza improvvisare

Anche se è sempre positivo prendersi cura in prima persona del proprio benessere, è bene ricordare che per qualsiasi disturbo è utile rivolgersi a professionisti, come può essere un naturopata, un nutrizionista, un operatore del benessere, che sappiano valutare la situazione della persona nella sua globalità e quindi proporre interventi personalizzati. Per chi assume farmaci, è bene ricordare che solo i medici possono prescriverne e interromperne l’uso.
Queste sono indicazioni utili per qualsiasi disturbo o problematica, quindi anche per quelle che riguardano il pancreas.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.