Olive di lunga vita

olive, ulivo, olivo, olio, oliva
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

Olive e Olivo

L’olivo nasce in tutta la sua bellezza, sacralità e forza nella mitologia greca: Atena figlia di Zeus per conquistare la sovranità di Attica in una sfida con Poseidone, con la sua lancia colpì una roccia facendo nascere il dono più bello per la popolazione: il primo albero di Olivo per nutrire e guarire la popolazione. Il figlio di Poseidone cercò di sradicarlo e, non solo non ci riuscì, ma morì subito dopo questo tentativo. L’Olivo diventò così albero sacro ai Greci.

L’Olio che nutre e sostiene

L’olivo nel tempo si è diffuso nel Mediterraneo diventandone un importante simbolo. Dai suoi frutti, le olive, si estrae un olio che ancora oggi ha diversi importanti usi nella vita dell’uomo e che per secoli ha curato e benedetto intere popolazioni. Le sue proprietà nutritive, nel tempo, hanno dato sostegno all’alimentazione, migliorato la pelle e rafforzato i muscoli degli atleti. L’olivo per millenni è stato ed è ancora oggi simbolo divino e spirituale: lo troviamo nella fede ebraica, cristiana e musulmana come segno di pace, forza e purificazione.

Il legno dell’Olivo ha creato molti oggetti mitologici e sacri: il letto di Ulisse, la clava di Ercole, le statue degli angeli nel Tempio di Salomone. L’Olivo, le olive e l’olio che ci donano fanno parte delle radici della’ umanità.

I frutti dell’albero sacro: le olive

Fin dall’antichità a seconda del luogo, gli olivi assumevano un nome e con esso diverse caratteristiche e diversi frutti. Già ai tempi di Gaio Plinio il Secondo vi erano 15 specie di Olivo.

Inoltre, le olive venivano e vengono raccolte in periodi diversi poiché a seconda della maturità del frutto( acerbe, non completamente mature e mature) hanno diversi usi. La raccolta migliore delle olive è quella manuale che avviene raccogliendo le olive a una a una dai rami, attraverso bastoni o pettini di legnose l’albero è alto per non danneggiare i frutti oppure raccogliendo i frutti caduti a terra spontaneamente anche se in quest’ultimo caso le olive sono spesso troppo mature o con muffe. Il periodo di raccolta va da Settembre a Febbraio e varia a seconda della località e soprattutto delle condizioni climatiche.

Olive verdi, nere o….

Tra le più di 300 varietà di olive presenti nel nostro paese valutiamo le proprietà di quelle maggiormente consumate sulle nostre tavole.  Le olive da tavola se consumate fresche e crude non hanno un sapore molto gradevole perciò vengono sottoposte ad ammollo o fermentazione per assumere quel sapore così gustoso che spesso ci ingolosisce.

Le olive verdi non sono completamente mature e si raccolgono verso la fine dell’estate mentre le olive nere sono mature e si raccolgono in inverno. Le altre sfumature di colore e la diversa forma sono date dal tipo di fermentazione e dagli ingredienti con cui vengono fermentate. Di solito vengono fermentate in acqua e sale, spesso si aggiunge olio . Vi ricordiamo che quelle in salamoia assorbono molto sale, spesso dannoso per la nostra salute e vi ricordiamo anche di leggere gli ingredienti ed i conservanti che a volte annullano le ricche proprietà dei nostri cibi.

Proprietà: amiche del fegato

Le olive sono ricche di vitamine tra cui la E in gran quantità e la vitamina A e sali minerali potassio, selenio, ferro, calcio e zinco. Grazie alle grande presenza di grassi mono insaturi, tra cui gli Omega 3 che aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo, la stimolazione della bile e tutte le funzioni del fegato vengono aiutati nei loro importanti processi di eliminazione delle sostanze che non servono e distruzione delle sostanze tossiche.

Le olive sono utili nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, sono antinfiammatorie ed utili nel trattamento delle stipsi e della colite. Hanno un basso indice glicemico che vuol dire che impediscono i pericolosi picchi di insulina. Inoltre sono ottimi antiossidanti sia per la pelle che per la prevenzione delle malattie degenerative come, ad esempio, l’arteriosclerosi. Essendo ricche di sodio, vanno consumate con moderazione per chi soffre di ipertensione.

I simboli dell’olivo

Dai Greci ai Romani l’olivo assume significati sempre più importanti e sacri: veniva donato agli sposi il giorno delle nozze ed i rami di ulivo uniti all’alloro venivano donati ai vincitori delle battaglie. Inoltre, l’olivo viene citato moltissime volte nella Bibbia come simbolo di pace e bellezza e Gesù era indicato come “l’unto del Signore”.

Fin dall’antichità. l’olivo ed i suoi frutti, ci dona la bellezza della pelle e dei capelli, medica le nostre ferite, benedice gli sposi ed i vincitori. Possiamo definire le olive simbolo di vita e gustarle non solo con il corpo ma anche con lo spirito, ringraziando madre terra per questo importante dono!

 

Olive Nere Botija - Essiccate al Sole Senza Sale
Lifefood
Crema di Olive Verdi
Il Nutrimento
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articolimacrolibrarsi, eshop, libri, shop online

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.