Olio essenziale di Mirra: usi e proprietà

mirra, olio essenziale

La pianta

Il nome di repertorio è Commiphora molmol o Commiphora myrrha, appartiene alla famiglia delle Burseracee, è un arbusto o piccolo rovo che può arrivare a 3 mt di altezza ed è originaria della Somalia e Arabia Meridionale. Ha un fusto dotato di numerose ramificazioni, le sue foglie sono rade e collocate alla fine di rami corti, i fiori sono giallo-rossastri.  Se ne utilizza la resina gommosa che trasuda dalla corteccia della pianta; questa oleoresina si presenta come un liquido giallo chiaro che si solidifica in lacrime dal colore rossiccio/marroncino, conosciute appunto con il nome di Mirra, che ha un odore caldo balsamico-speziato.

Olio essenziale

Si ottiene dalla distillazione della resina, è interessante sapere che occorrono 13 kg di resina per ottenere 1 litro di olio essenziale, ha un profumo dolce, aromatico, caldo e balsamico.

Proprietà

Viene considerato ottimo come antisettico, antinfiammatorio, cicatrizzante, astringente, antibiotico, espettorante, emmenagogo, antiputrefattivo, stimolante, tonico, sedativo e vulnerario, stimolante dell’ipotalamo e dell’ipofisi. In aromaterapia si utilizza per un effetto ‘purificante’ anche sullo spirito, in quanto apporta forza, ottimismo e calma al tempo stesso. Aiuta l’armonizzazione del mondo spirituale con quello materiale, favorisce il raccoglimento, rimuove pensieri ricorrenti e idee fisse, si utilizza nella meditazione. Viene consigliato anche a chi si sente bloccato emotivamente o spiritualmente, ai soggetti che si arrendono senza lottare, a chi cerca di andare avanti nella vita ma non sa che direzione prendere.

Qualche suggerimento nella pratica

  • in caso di abrasioni, ferite, ulcerazioni cutanee e acne, si può usare (2-4 gocce di olio essenziale) diluito in 30 cc di acqua di calendula e utilizzare per lavaggi sulla zona interessata mattina e sera.
  • per afte, stomatiti, piorrea, gengiviti o mughetto si potranno effettuare degli sciacqui con acqua bollita e lasciata raffreddare a cui si è aggiunto 2 gocce di olio essenziale di mirra
  • per micosi dei piedi si aggiungono a 50 ml di olio di jojoba 10 gocce di olio di mirra e 10 gocce di olio di tea tree, da strofinare più volte al giorno sulle parti colpite
  • due gocce diluite in burro di karité per una crema da notte rigenerante e antirughe

Uno sguardo alla storia

Annuncio pubblicitario

Nella tradizione cristiana e nelle culture, greca romana ed egiziana, troviamo la mirra a simboleggiare la nascita (il dono dei Re Magi per Gesù) e la morte (gli Egiziani ne diffondevano gli aromi nei templi e nei riti funebri e lo usavano per la conservazione, e così facevano greci e romani, mentre si dice che Aloe e Mirra furono sepolte con Gesù). Inoltre questa pianta era considerata sacra a Venere, protettrice degli amanti e del piacere; le donne scelte dai re nell’antica Persia erano solite cospargere il proprio corpo con olio di mirra prima dell’incontro.

Avvertenze e precauzioni

L’olio essenziale di mirra non va usato in gravidanza, durante l’allattamento e con i bambini piccoli. L’utilizzo degli oli essenziali in generale si intende per via esterna, che risulta la più maneggevole e sicura; quindi diffusi nell’ambiente, tramite vaporizzatore o diffusore, sulla pelle dopo opportuna diluizione (mai applicarli puri), diluiti in bagnoschiuma naturale e sciolti nell’acqua della vasca.

Bibliografia:

Il dizionario degli oli essenziali dalla A alla Z – Edizioni Riza

Prontuario di Aromaterapia – Fabio Nocentini – Ed.Daigo Press

Dizionario degli oli essenziali – Dr B. Rieder, F.Wollner – Daigo Press

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.