Occhi: colore, personalità e psicosomatica dei disturbi

occhi, occhi scuri, occhi verdi, salute degli occhi, colore degli occhi

Cominciamo il viaggio alla scoperta dei segreti degli occhi con la loro descrizione anatomica, per poi passare al significato del loro colore e alla visione psicosomatica.

Occhi, come sono fatti

Il bulbo oculare è situato nella cavità orbitaria che lo contiene e lo protegge. È una struttura ossea a forma di piramide con apice posteriore e base anteriore. La parete del bulbo è formata di tre tuniche concentriche: tonaca esterna formata da sclera e cornea, tonaca media formata da coroide, corpo ciliare e cristallino, tonaca interna, la retina.

La tonaca esterna è da attacco per i muscoli estrinseci del bulbo oculare, quelli che permettono la rotazione verso il basso, l’alto, destra, sinistra, obliquo, interno e esterno. La sclera è una membrana resistente ed opaca ai raggi luminosi; la cornea è una struttura trasparente priva di vasi sanguigni, nutrita da quelli della sclera.

La tonaca media è di tessuto connettivo, ricca di vasi e di pigmento ed è interposta tra sclera e retina. Si divide in iride, corpo ciliare e coroide. L’iride porta il tipico colore dei nostri occhi e ha un foro centrale, la pupilla, attraverso cui passano i raggi luminosi. Il corpo ciliare posteriore all’iride non partecipa alla visione.

La coroide è di supporto per la retina e nutre l’epitelio retinico. La retina è una sottile pellicola trasparente formata da neuroni, coni e bastoncelli; questi ultimi sono di numero maggiore ai coni e sono deputati alla visione crepuscolare. I coni servono per la distinta dei colori, contenendo tre diversi tipi di pigmento.

Colore degli occhi, specchio dell’anima

Gli occhi sono lo specchio dell’anima e rivelano davvero qualcosa sulla nostra personalità, soprattutto sulla base del colore dell’iride.

Occhi e personalità, corrispondenze

Gli scienziati svedesi ritengono che possano esistere delle corrispondenze tra il colore degli occhi e la personalità perché i geni responsabili dello sviluppo dell’iride giocano un ruolo importante nel formare una parte del lobo frontale del cervello, che influenza la nostra personalità.

Dai risultati è emerso che accanto a caratteristiche diverse dell’iride si sviluppano differenti tratti della personalità; l’occhio è veramente una finestra sul mondo per il cervello.

Ti può interessare anche Ghiandola pineale, terzo occhio, mistero ed elisir di giovinezza

Personalità  di coloro che hanno gli occhi verdi

Sono persone affascinanti e misteriose, originali, creative, lavorano molto bene sotto pressione, sono piuttosto misteriose e autosufficienti, si arrabbiano difficilmente e spesso sono imprevedibili.

Personalità di coloro che hanno gli occhi azzurri

Appaiono piuttosto timide e molto caute nella vita. Avere gli occhi azzurri può presentare vantaggi soprattutto per le donne dato che, secondo uno studio condotto negli USA le donne con gli occhi azzurri e in generale con gli occhi chiari sopportano meglio i dolori del parto che non quelle con gli occhi scuri.

Personalità di chi ha occhi neri o castano scuro

Le persone con gli occhi scuri bevono molto meno alcolici rispetto quelle con gli occhi chiari, sono migliori nello sport perché tendono a lottare molto per raggiungere i propri obiettivi. Sono persone misteriose e gradevoli.

Personalità con gli occhi nocciola o castano chiaro

Sono persone indipendenti e sicure di sé; hanno una personalità equilibrata con un tocco di mistero.

Personalità con gli occhi grigi

Sono rare le persone con gli occhi grigi; rappresentano una variazione di colore degli occhi azzurri.

Sono personalità poliedriche, dalle mille sfaccettature e lottano per mantenere un equilibrio ed impegnarsi per essere presi sul serio dagli altri.

In Psicosomatica

Gli occhi rappresentano la nostra capacità di vedere, posare lo sguardo su noi stessi, su ciò che ci circonda e sulla vita.  Ecco la visione psicosomatica dei problemi che li coinvolgono:

Dolore

Il dolore agli occhi indica che non posso vedere qualcosa; l’allergia agli occhi rappresenta la tristezza per non poter più vedere una persona che si ama, perché non si riesce più ad accettare nella vita quotidiana qualcosa.

Astigmatismo

È legato ad una sensazione di confusione rispetto ad una scelta da fare o una direzione da prendere. Ci si sente perduti e non si vuol vedere la vita come è.

Calazio o ciste sulla palpebra

Piccolo tumore, di forma arrotondata, presente sulla rima libera della palpebra inferiore o sulla palpebra stessa. Sono bolle di dolore trattenute per ciò che si vede e a cui si assiste.

Cataratta

Velo che si mette inconsciamente sopra gli occhi per non vedere ciò che fa soffrire. Trovo sconfortante qualcosa che vorrei non vedere.

Cataratta in un bambino

è rara, pertanto in questo caso ci si può chiedere che cosa abbia vissuto l’anima di questo bimbo prima di incarnarsi.

Cecità

È il rifiuto a vedere. Se è congenita ci si può chiedere cosa la mia anima non voleva vedere; se è acquisita ci si può chiedere cosa non volessi o non potessi più vedere.

Congiuntivite

Patologia legata a emozioni dovute a ciò che si vede. Può essere tristezza unita ad un sentimento di impotenza nell’assistere alla sofferenza di uno dei propri cari senza poter fare nulla. Può anche esprimere rabbia rispetto a ciò che si è visto oppure avercela con noi stessi perché non riusciamo a vederci chiaro in una situazione che stiamo vivendo.

Daltonismo

Difficoltà congenita a distinguere in modo chiaro i colori, soprattutto il verde e il rosso. Ci si può chiedere cosa ha vissuto l’anima del bimbo prima di nascere. Se il problema riguarda solo il rosso si può pensare che è il colore legato al sangue, forse è qualcosa legato ad una precedente incarnazione.

Glaucoma

Causato dal blocco del dotto di drenaggio dell’occhio con aumento della pressione oculare che provoca danni al nervo ottico.

Miopia

Spaventa l’avvenire, il futuro. Legata alla paura di non rivedere una persona, gli amici, un luogo caro.

Orzaiolo

È una ghiandola in relazione a situazioni di vergogna o di umiliazione rispetto a ciò che si vede.

Presbiopia

Incapacità di distinguere gli oggetti da vicino. Colpisce le donne più degli uomini. Dopo i 40 anni è legata alla paura di invecchiare.

Distacco delle Retina

È collegato al sentirsi impotenti di fronte alla sofferenza di una persona cara o anche di un animale che si amava. Sentirsi in colpa per aver guardato solo ai propri interessi.

Strabismo

È collegato al non voler vedere le cose come stanno perché appaiono minacciose.

Riporto per completezza di informazione anche alcune malattie tipicamente tropicali che possono colpire i nostri organi della vista.

Tracoma

Fa parte del gruppo “Malattie tropicali neglette”. Infezione altamente contagiosa simile alla congiuntivite. Le ripetute infezioni creano cicatrici all’interno della palpebra. Le ciglia si rivoltano nella parte interna dell’occhio graffiandone la superficie. Il dolore è insopportabile e se non si interviene chirurgicamente si arriva a cecità.

Cecità dei fiumi

Altra malattia tropicale causata da un parassita trasmesso dalla puntura della mosca nera che vive vicino ai fiumi dove le comunità raccolgono l’acqua necessaria per vivere. Quando colpiscono l’uomo, le larve si diffondono e riproducono in tutto il corpo e una volta arrivate all’occhio causano cecità permanente.

Ti può interessare anche Benessere degli occhi, non perderlo di vista

Concludiamo con alcune illuminanti citazioni e aforismi sull’argomento, che ha ispirato e ispira tutt’ora persone di ogni cultura.

Citazioni e aforismi

Ho passato la vita a guardare negli occhi della gente, è l’unico luogo del corpo dove forse esiste ancora un’anima. Josè Saramago

C’è una strada che va dagli occhi al cuore senza passare dall’intelletto.
Gilbert Keith Chesterton

La lingua può la verità, ma gli occhi- mai!
Michail Bulgakov

Guarderò attraverso la finestra dei tuoi occhi per vedere te.
Frida Kahlo

Il primo bacio non è dato con la bocca, ma con gli occhi.
Tristan Bernard

Guardiamoci le spalle da chi non ci guarda negli occhi.
Roberto Gervaso

L’occhio è il punto in cui si mescolano anima e corpo.
Christian F. Hebbel

L’amore ti dà occhi nuovi.
Anonimo

E vorrei che i tuoi occhi potessero vedersi mentre mi guardano.
Guidofruscoloni, Twitter

Forse non abbiamo più niente da dirci, ma porta i tuoi occhi, io porterò i miei, ci penseranno loro.
Rosafantasia, Twitter

L’anima di una persona è nascosta nel suo sguardo, per questo abbiamo paura di farci guardare negli occhi.
Anonimo

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.