Nutrirsi nelle relazioni: nutrimento per l’anima

2
2701
bambini, condivisione, relazione, nutrire, fiume, nutrirsi, nutrimento

E’ possibile nutrirsi nelle relazioni? Ebbene sì…

L’uomo si nutre non solo di cibo, acqua, aria ma anche di relazioni a partire da quella con se stesso. Il significato di nutrire è: “fornire a un organismo vivente (uomo, animale, pianta) gli alimenti e in genere le sostanze necessarie per consentirgli la vita, cioè la crescita, lo sviluppo e le funzioni e attività sue proprie”. (Treccani)

Nutrirsi nelle relazioni: partiamo da noi stessi

Annuncio pubblicitario

Com’è la relazione con te stesso? Sembra una domanda banale…forse le prima risposta è “bene, buona”. Pensiamo di conoscerci bene invece possiamo scoprire che ci piacciono cose nuove che mai avremmo pensato. Oppure alcune situazioni della vita ci fanno scoprire di avere dei lati, delle parti di noi che fino a quel momento non si erano ancora mostrate. Una reazione di rabbia o gioia inaspettata, una gelosia improvvisa, un desiderio nuovo. Dicono che non ci si conosce mai fino in fondo, credo sia vero a partire dalla relazione con noi stessi.

Attenzione e ascolto per te

A volte abbiamo semplicemente bisogno di stare un po’ da soli, di scoprirci, di ascoltarci e di sentire se c’è qualcosa che va migliorato, trasformato oppure se abbiamo voglia di sperimentare qualcosa di nuovo. Tutto questo richiede attenzione, ascolto, tempo ed un po’ di silenzio. Per poterci conoscere meglio e vedere quanto siamo cresciuti, oltrepassando quegli schemi e regole in cui la società ci ha “imprigionati”.

Il nutrimento per l’anima è del tempo dedicato a noi per coccolarci con ciò che ci piace, per comprendere a che punto siamo della nostra storia di vita e per lasciar esprimere tutti i nostri bisogni, sogni e desideri.

Il nutrimento dentro di noi

Spesso cerchiamo e proiettiamo fuori tutto ciò che invece è già dentro di noi in attesa di essere scoperto: regalati del tempo per stare con te, permettitelo, conceditelo e lascia emergere tutto ciò che c’è dentro di te. Questo è tempo prezioso per accoglierti nel bene e nel male e per rendere onore alla vita, è nutrimento.

Ti suggerisco un gioco: per una settimana fatti tre regali al giorno.

Non importa di che genere e numero, non è necessario che siano materiali. Può essere la visione di un film, un momento di ozio, un piatto che ti piace tanto. L’importante è che ci sia l’intenzione di farti un regalo che ti doni benessere, appagamento e…nutrimento per l’anima.

Nutrirci attraverso la relazione con l’altro

Se riesci a da avere una buona e nutriente relazione con te stesso, allora sei in grado di nutrire e nutrirti anche nella relazione con l’altro. Questo significa aprirsi all’altro riuscire a creare una buona intesa ed un po’ di sintonia. Può avvenire nell’amiciza, nella relazione di coppia ma anche con il vicino di casa o con la persona sconosciuta che per strada chiede un’informazione.

Già perché dipende da noi e dal nostro atteggiamento verso l’altro. Quanto ti apri all’altro e con che modi lo fai? Tutto dipende da noi, provare per credere. Lasciando perdere le giornate “no” che possono capitare a tutti, prova ad osservarti nelle tue relazioni.

apertura, sorridere, relazione, nutrimentoNelle giornate “sì” e “così così” pensa che l’altro potrebbe essere in una giornata “no” e predisponiti al sorriso, all’accoglienza.

 

Inizia tu per primo a mettere la buona intenzione per lo scambio, per creare delle relazioni nutrienti.

Nutrirsi nelle realzioni, lasciandole libere di fluire

Diamo sempre attenzione a cose poco importanti dettate dall’ego e dall’orgoglio “ oggi Ivan non mi ha nemmeno salutato” oppure “ le ho scritto un’ora fa e ancora non mi ha risposto”. Quante volte formuliamo dei pensieri del genere che creano soltanto chiusura verso la relazione? Già perché forse non sappiamo o non ci ricordiamo che il pensiero e l’atteggiamento dall’altra parte in qualche modo arrivano e creano piccole o grandi barriere e che impediscono il libero fluire della relazione. Invece di nutrirsi, le relazioni si inaridiscono.

Dare e avere nella relazione: scegli l’equilibrio e il nutrimento

L’equilibrio e la ricerca dell’equilibrio nella relazione è una scelta. Una scelta che a volte richiede un po’ di impegno. Scegliere di aprirsi davvero all’altro con un atteggiamento accogliente e positivo predispone anche le persone più burbere allo scambio.

Dipende solo da te. Significa riconoscere,lasciar andare o mettere un attimo da parte i tuoi bisogni di accettazione e riconoscimento per andare incontro all’altro.

Significa anche avere la capacità di dare ma anche di aprirsi al ricevere e viceversa.

L’apertura all’altro e lo scambio piccolo o grande che si crea nella danza tra dare e ricevere tra chiedere e rispondere tra un grazie ed un prego tra una condivisione ed un’accoglienza sono la vera ricchezza e nutrimento della vita.

La vita è relazione, scegliamo noi che valore, qualità e importanza darle per la nostra crescita ed evoluzione.

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

2 Commenti

  1. Concetti poco chiari nella società moderna. Le nuove generazioni non hanno una formazione “spirituale”. Per loro esiste solo ciò che è visibile all’occhio umano e soddisfa i bisogni della carne.
    In altre parole, non hanno la “visione” di Dio.

    • Concordo Emilio, ma è compito di ognuno di noi, nel nostro quotidiano, portare un messaggio di amore e sensibilità verso la vita. Apriamo spiragli di luce, molti giovani sono pronti a coglierli. Grazie per la sua condivisione, Diana

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.