Neuropatia periferica: cos’è, sintomi, cause e rimedi

Neuropatia periferica, neuropatia. neuropatia diabetica, sistema nervoso periferico

Neuropatia periferica, di cosa si tratta

La neuropatia periferica è una malattia, una condizione morbosa caratterizzata da un deterioramento e mal funzionamento dei nervi appartenenti al sistema nervoso periferico, cioè quei nervi che collegano il sistema nervoso centrale costituito da cervello e midollo spinale, ai muscoli, alla pelle e agli organi interni.

Con il termine polineuropatia, generalmente si raggruppa la maggioranza delle neuropatie periferiche e si intende che il disturbo si presenta bilateralmente, ossia in modo simmetrico su entrambe le parti del corpo.

Le neuropatie periferiche possono interessare i nervi motori, quelli sensitivi o entrambi.

I primi sono collegati ai muscoli e quindi gli impulsi trasmessi servono per comandare i muscoli generando movimenti volontari. I secondi servono per avere la sensazione del tocco e quindi per riconoscere ciò che tocchiamo attraverso il tatto, per sentire il caldo e il freddo, le vibrazioni e il dolore.

La neuropatia può interessare anche i nervi autonomici, cioè quelli che controllano le funzioni involontarie come il respiro, il cuore, la pressione del sangue portando informazioni a ghiandole e organi interni e sono sempre in azione.

Sintomi

Essi variano a seconda dei nervi coinvolti nella malattia; alcune neuropatie iniziano gradualmente per poi peggiorare col tempo, altre si presentano improvvisamente. In genere si manifestano con debolezza, dolore e disturbi della sensibilità, dell’equilibrio e del cammino.

La neuropatia periferica sensitiva si può manifestare con

  • formicolio e pizzicore in corrispondenza della zona dove i nervi sono danneggiati,
  • senso di intorpidimento e ridotta capacità di avvertire il dolore,
  • dolore bruciante simile a fitte negli arti inferiori e ai piedi,
  • allodinia,
  • perdita di equilibrio e scoordinamento motorio.

Neuropatia periferica motoria

I sintomi della neuropatia periferica motoria si manifestano con spasmi muscolari e crampi, paralisi e debolezza muscolare, riduzione della massa muscolare, piede cadente con difficoltà di deambulazione, frequente caduta di oggetti dalle mani.

neuropatia periferica autonoma

La neuropatia periferica autonoma è caratterizzata da diarrea o costipazione, gonfiore addominale e malessere, tachicardia, sudorazione eccessiva, disturbi sessuali e nello svuotamento della vescica, incontinenza intestinale e assottigliamento della pelle.

Mononeuropatia

La mononeuropatia è invece, una neuropatia che coinvolge un unico nervo periferico e quindi i sintomi sono in una specifica area. Un esempio può essere il tunnel carpale dove si verifica la compressione del nervo mediale a livello del polso.

Le complicazioni dovute al deterioramento dei nervi periferici possono insorgere come piede diabetico, rischio di gangrena, e la neuropatia cardiovascolare autonoma.

Cause della neuropatia

Ci sono diversi tipi di neuropatie:

  • acquisite,
  • ereditarie,
  • idiopatiche.

Le acquisite sono conseguenti a patologie e sono anche le più frequenti, le ereditarie sono dovute ad anomalie genetiche, le idiopatiche sono quelle che non hanno una causa ben identificata.

Tra le possibili cause principali delle neuropatie ci sono:

  • diabete,
  • abuso di alcool e sostanze tossiche,
  • malnutrizione,
  • malattie croniche a carico dei reni,
  • malattie epatiche croniche,
  • vasculite,
  • ipotiroidismo,
  • alcune infezioni piuttosto importanti come l’AIDS, le malattie autoimmuni, alcune forme tumorali, le sindromi da compressione nervosa, le malattie del tessuto connettivo, l’assunzione di alcuni farmaci.

La neuropatia diabetica è dovuta all’iperglicemia.

Lo stato di alcolismo non permette l’assimilazione corretta del cibo quando spesso si verificano vomito e diarrea. La carenza di vitamine B1, B6, B12 e vitamina E possono concorrere alla formazione di neuropatie, se i reni e il fegato non funzionano bene si ha un accumulo di tossine nel corpo, l’infiammazione dei vasi sanguigni è la vasculite: se la tiroide non lavora adeguatamente gli ormoni prodotti sono insufficienti.

Inoltre, infezioni di un certo tipo vanno a colpire le cellule nervose e malattie autoimmuni provocano scompensi al sistema immunitario. Le forme tumorali danneggiano organi e tessuti del corpo e le sindromi da compressione nervosa si verificano per schiacciamento di un nervo a causa di forme tumorali o per tessuti circostanti che premono.

Diagnosi

Per fare una diagnosi obiettiva, il medico indagherà sulla sintomatologia e sulla storia clinica del paziente e poi prescriverà le analisi del sangue e altri esami specifici. Un iter diagnostico accurato permetterà di stabilire le caratteristiche della neuropatia e anche le cause specifiche che l’hanno scatenata. Conoscere il fattore scatenante consente di pianificare la terapia più adeguata.

Trattamenti e rimedi

Nella maggior parte dei casi di neuropatia periferica non si guarisce; ciò che è possibile fare è alleviare i sintoni del paziente sofferente. Ad oggi, infatti, non esiste alcuna cura né alcun rimedio che permettano di rigenerare i neuroni danneggiati in corso di una neuropatia periferica conclamata.

Nel caso di presenza di dolore, la persona interessata può ricorrere a farmaci analgesici, ovviamente sotto controllo medico, e contemporaneamente usare dei gastroprotettori per ridurre gli effetti collaterali di tali farmaci.

Esercizio fisico e fisioterapia sono di aiuto per mantenere il tono muscolare. Possono dare sollievo al benessere generale della persona altri tipi di trattamenti come la riflessologia plantare e la tecnica craniosacrale.

L'Arte del Tocco
Federica Zanca
L’Arte del Tocco
Edizioni Argentodorato
Inoltre, come per altre patologie, anche per le neuropatia può essere di notevole aiuto seguire le seguenti importanti indicazioni:
  • non fumare,
  • evitare il consumo di alcool,
  • mangiare in modo sano ed equilibrato.

Un’alimentazione adeguata e personalizzata consente, infatti, di tenere sotto controllo i sintomi della patologia e di godere di uno stato di benessere generale che è una condizione di grande aiuto in tutti i casi di patologie, compresi i casi di neuropatia periferica.

Le regole alimentari generali prevedono una drastica riduzione del consumo di zuccheri e di alimenti pronti e/o confezionati dall’industria alimentare che, nella maggior parte dei casi, contengono additivi, conservanti e altre sostanze dannose.

Per questo è necessario evitare il consumo di ogni tipo di cibi spazzatura e consumare una buona quantità di vegetali freschi e di stagione. Rivolgendosi ad un nutrizionista o a un naturopata esperto di alimentazione si potrà poi costruire uno stile alimentare personalizzato.

Un occhio di riguardo va ai diabetici che devono monitorare la glicemia regolarmente e prendersi cura dei propri piedi.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.