Mudra, lo Yoga delle mani

Forza ed energia nelle tue mani

Per Mudra si intendono posizioni, simboli, sigilli eseguiti con le mani; nello Yoga vengono utilizzati insieme alle posizioni – Asana – per potenziarne gli effetti. Ad ogni area della mano corrisponde una zona del corpo e del cervello. Nelle mani sono presenti le zone della riflessologia palmare, i meridiani della medicina cinese, corrispondenze astrologiche con i pianeti, con i cinque elementi e con i Chakra.

Come

Esistono molteplici Mudra delle mani, ognuno con caratteristiche energetiche e fisiche specifiche. La pratica dei mudra è apparentemente semplice, si prende la posizione delle mani scelta ed è fatta…. salvo poi accorgersi che le mani sono lo specchio del corpo e della mente, quindi sentiremo le dita rigide in alcune pose, noteremo che le mani si stancano facilmente, mentre altre posizioni sono assolutamente naturali e comode, proprio come nella pratica delle Asana.

Dove e quando

I Mudra hanno il vantaggio di poter essere praticati ovunque, in piedi, seduti, sdraiati, non richiedono un abbigliamento specifico o un apposito spazio e nessuna attrezzatura. Certo, almeno inizialmente è preferibile scegliere un posto ed un momento tranquilli e rilassanti in modo da potersi dedicare alla pratica, ma col tempo riusciremo a ricreare un momento di serenità anche in altre situazioni e diventerà possibile praticare quasi ovunque.

Quanto

Non esistono indicazioni precise. Solitamente se ne sceglie uno e si pratica ogni giorno per un certo periodo di tempo (15- 40 minuti), è possibile però praticare per tempi ridotti più volte al giorno. Si può anche scegliere di praticare più Mudra uniti in sequenza, in questo caso si hanno i benefici di tutti quelli scelti, anche se ognuno in forma meno intensa.

Tenendo conto di alcune caratteristiche dei Mudra ho preparato una sequenza pensata per rafforzare l’autostima e la fiducia in se stessi. Potete mantenere ogni posizione per uno o più respiri. Vi consiglio di portare attenzione al passaggio da un Mudra all’altro, questo aiuta a mantenere concentrazione e presenza mentale, aiuta a rendere i movimenti delle mani e delle dita fluidi e armoniosi, cosa importante se consideriamo che le mani sono un mezzo di comunicazione potente, la gestualità delle mani dice molto di noi, quindi prestiamoci attenzione e prendiamone consapevolezza.

Sequenza di Mudra

1Atmanjali Mudra. Gesto di preghiera.

Mani unite davanti al Chakra del cuore, con uno spazio vuoto tra i palmi. Favorisce il raccoglimento interiore, calma i pensieri ed induce la chiarezza mentale. Crea armonia, equilibrio, riposo, silenzio e pace. Attiva ed armonizza la coordinazione tra emisfero destro ed emisfero sinistro.

2Prithivi Mudra. Mudra della terra.

Le punte di pollici ed anulari si toccano, le altre dita distese. Rinforza l’energia del Chakra della radice, aumenta forza e vitalità psicofisica, ristabilisce equilibrio e fiducia, infonde stabilità interiore ed autostima.

3Garuda Mudra. Re degli uccelli e signore dell’aria.

Pollici intrecciati e le altre dita distese, mano destra davanti alla sinistra. Dona forza e fiducia per lasciarsi trasportare e spiccare il volo. Bilancia energie Yin e Yang. Libera dai condizionamenti esterni. Dona l’autodeterminazione necessaria per ottenere ciò che desideriamo.

4Mushti Mudra. Il pugno.

Piegare le dita all’interno, pollice sopra l’anulare. Controlla l’aggressività senza reprimerla, dandoci la forza di porre dei limiti, di dire No, di darci il giusto valore. Dona la forza per essere sereni in ogni situazione.

5Suchi Mudra.

Pugni davanti al petto, inspirando sollevare l’indice e distendere il braccio. Ripetere a sinistra. Serve per eliminare e lasciar andare quanto non ci serve più, sia fisicamente che mentalmente, facendo spazio per cose nuove.

6Bhramara Mudra. L’ape.

Indici piegati, punta del pollice appoggiata sul lato dell’unghia del medio, le altre dita distese. Rinforza il sistema immunitario, sconfigge le allergie, allontana le paure, infonde amore e serenità.

7Kalesvara Mudra. La divinità che governa il tempo.

Polpastrelli dei medi uniti e polpastrelli dei pollici uniti con le dita distese, le altre dita piegate all’interno. Calma pensieri e sentimenti agitati, aiuta ad assumente un punto di vista differente ed a trovare nuove soluzioni. Favorisce memoria e concentrazione. Aiuta a liberarsi da comportamenti nocivi, dannosi, compulsivi ed a sostituirli con abitudini nuove e positive.

Ora serve solo un po di costanza e buona pratica!

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Enrica Bertazzo
Insegna Hatha Yoga, Vinyasa Yoga, antigravity Yoga, Yoga in gravidanza. Segue i corsi professionali di Bamboo Massage, Massaggio Thailandese, Shiatsu, Aromaterapia Alchemica come Operatore Olistico.
Contatti
Email: info@tuatarayoga.com
Website: http://www.tuatarayoga.com
Facebook: https://www.facebook.com/Tuatara-Yoga-1062999420381423/
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su