Mudra e autostima: ritrova la fiducia in te stesso in 7 gesti

mudra e autostima, yoga, mani

Mudra e autostima…si può migliorare al fiducia in sé stessi con questa pratica yoga? Certo che sì! Vediamo come.

Autostima: dare valore a sé stessi

Può capitare di attraversare un periodo in cui ci sentiamo scarichi, in cui ogni cosa sembra troppo per noi; troppo difficile, troppo impegnativo, troppo ambizioso… Ed invece no!

Dipende solo da noi e da come ci rapportiamo alle altre persone, agli eventi della vita, agli impegni. Certo, non è sempre facile cambiare punto di vista, passare da una visione negativa ad una positiva, rivalutare sé stessi e restituirci il giusto valore.

Entrano in gioco le energie legate al terzo Chakra, Manipura, che governa il potere personale, la fiducia in sé stessi, l’autostima, la forza per esprimere se stessi e le proprie esigenze. 

Mudra e autostima: i 7 gesti

Oggi vi propongo una sequenza di 7 Mudra, gesti delle mani, per ritrovare la propria autostima.

E’ una pratica che mi piace molto perché è semplice, veloce, adatta a tutti e si può fare in qualsiasi momento ed in qualsiasi posto (quasi).

Inizia e termina la pratica con:

1 – Atmanjali Mudra – il gesto di preghiera

Porta le mani giunte di fronte al cuore, lasciando in piccolo spazio vuoto tra i palmi.

Aiuta a prepararsi alla pratica, portando lo sguardo all’interno, calmando i pensieri e favorendo il raccoglimento interiore.

mudra, mudra per autostima, posizione 1

2 – Prithivi Mudra – gesto della Terra

Unisci pollice e anulare creando un anello, le altre dita sono distese.

Attiva l’energia di Muladhara Chakra, il centro energetico della radice, aumenta forza fisica e psicologica, dona vitalità. Infonde equilibrio, fiducia e stima di sé.

Mudra per autostima, mudra autostima, mudra

3 – Garuda Mudra – gesto dell’aquila

Palmo della mano destra sopra il dorso della mano sinistra, intreccia i pollici e distendi le altre dita.

Garuda è il potente re degli uccelli e il signore dell’aria e ci dona forza e fiducia nelle proprie ali, per lasciarsi trasportare senza paura dal vento. Libera dai condizionamenti esterni promuovendo le scelte libere. Ci aiuta a trovare l’autodeterminazione necessaria per ottenere ciò che ci è dovuto.

Mudra per l'autostima, mudra, autostima

4 – Mushti Mudra – gesto del pugno

Chiudi le dita in un pugno, poggiando il pollice sopra l’anulare.

Aiuta a controllare e gestire l’aggressività permettendoci di canalizzarla ed utilizzarne il potenziale energetico.  Ci permette di affrontare ogni situazione con spirito sereno. Ci rende in grado di stabilire dei limiti e dire dei “no”.

Mudra, mudra per autostima

5 – Suchi Mudra – Gesto per lasciar andare

Pugni davanti al cuore, inspirando solleva l’indice destro e distendi il braccio di fronte a te, espirando sposta il dito verso destra, oltre la linea della spalla. Ripeti con la sinistra.

Questo gesto ci aiuta a focalizzare cose non più in linea con noi, che siano persone, atteggiamenti, pensieri, abitudini o altro, e ad allontanarle da noi.

Lasciamo andare il vecchio per far spazio a qualcosa di nuovo che ci riserva il futuro.

Mudra per autostima, mudra

6 – Bhramara Mudra – gesto dell’ape

Indice ripiegato verso il palmo, appoggia il pollice sul lato dell’unghia del dito medio, le altre dita sono distese.

Utile per allontanare le paure, infonde serenità ed amore. Rinvigorisce il corpo sostenendo il sistema immunitario.

Mudra per autostima, mudra

7 – Kalesvara Mudra – gesto del tempo

I polpastrelli di medi e pollici si uniscono, le altre dita si ripiegano verso il palmo della mano.

Kalesvara è la divinità che governa il tempo. Aiuta a calmare la mente e stimola una visione differente, prendendo in considerazione nuovi punti di vista, permettendoci così di cercare e creare nuove soluzioni. Mantiene la mente libera e calma. Permette di eliminare i comportamenti compulsivi e nocivi.

Puoi imparare questa sequenza e ripeterla più volte durante la giornata, rimani in ascolto ed osserva i piccoli cambiamento quotidiani, in men che non si dica sarai una persona nuova.

Buona pratica

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.